Chiusura borse europee: DAX +0,94%
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Francoforte (DAX) +0,94%;Parigi (CAC 40) +1,20%;Londra (FTSE 100) +0,62%;Madrid (IBEX 35) +1,11%. Francoforte (DAX) +0,94%;Parigi (CAC 40) +1,20%;Londra (FTSE 100) +0,62%;Madrid (IBEX 35) +1,11%. (SF) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Borsa italiana in netto rialzo: FTSE Mib +1,87%. Bancari e FCA protagonisti
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Borsa italiana in netto rialzo: FTSE Mib +1,87%. Borsa italiana in netto rialzo: FTSE Mib +1,87%. Bancari e FCA protagonisti. Mercati azionari europei positivi. Wall Street in rialzo. A ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,3%, Nasdaq Composite +0,6%. A Milano il FTSE Mib ha terminato a +1,87%, il FTSE Italia All-Share a +1,76%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,01%, il FTSE Italia Star a +1,11%. Euro in calo contro dollaro dal massimo giornaliero a 1,0673. EUR/USD alla chiusura dei mercati europei segna 1,0620 circa. Mercati obbligazionari eurozona in rosso. Il rendimento del Bund decennale sale di 1 bp allo 0,35%, quello del BTP sale di 2 bp all’1,91% (+4 bp per il Bono spagnolo all’1,44%). Lo spread sale di 1 bp a 156. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA l’indice di fiducia dei consumatori (Univ. Michigan) preliminare a gennaio è sceso a 98,1 punti (consensus 98,6, precedente 98,2 rivisto da 98,0). Negli USA il Dipartimento del Commercio ha reso noto che le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di dicembre un incremento dello 0,6% m/m, dopo la crescita dello 0,2% del mese precedente. L’indice escluso il comparto auto…

Mondadori in netto progresso venerdi'
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Mondadori in netto progresso venerdi’ con i prezzi saliti fino a quota 1,40 (close precedente a 1,322) per poi stabilizzarsi poco al di sotto di quei livelli. Mondadori in netto progresso venerdi’ con i prezzi saliti fino a quota 1,40 (close precedente a 1,322) per poi stabilizzarsi poco al di sotto di quei livelli. L’Antitrust ha deciso di avviare un’istruttoria sull’acquisizione del controllo di Italiana Editrice (cui fanno riferimento le testate La Stampa e Il Secolo XIX) da parte di Gruppo Editoriale L’Espresso (+4,3%). Il mercato tiene conto anche delle buone indicazioni offerte nel corso di un recente evento da parte di Carlo Mandelli, dg Periodici per l’Italia del gruppo, e di Davide Mondo, CEO di Mediamond. Mandelli ha accennato all’intenzione di lanciare nuove testate nel corso del primo semestre del 2017. Mondo ha dichiarato che la concessionaria pubblicitaria Mediamond ha chiuso il 2016, a perimetro omogeneo (al netto quindi delle property di Banzai Media e delle radio Finelco acquisite nel corso dell’anno), con un aumento della raccolta pubblicitaria del +1/+2% e che per il 2017 si aspetta di toccare i 270 milioni di fatturato, in linea con l’obiettivo di superare i 300 milioni nel 2018 dichiarato in precedenza. Il…

USA: aumentano in novembre le Scorte delle imprese, -0,7% m/m
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Negli Stati Uniti e’ stato reso noto che le Scorte delle imprese sono cresciute dello 0,7% nel mese di novembre, risultando superiori alle attese degli analisti (pari a +0,5%) e alla lettura precedente (-0,1%). Negli Stati Uniti e’ stato reso noto che le Scorte delle imprese sono cresciute dello 0,7% nel mese di novembre, risultando superiori alle attese degli analisti (pari a +0,5%) e alla lettura precedente (-0,1%). (CC) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Kellogg: Fareed Khan nominato CFO
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Il gigante dei cereali Kellogg ha nominato Fareed Khan chief financial officer (CFO). Il gigante dei cereali Kellogg ha nominato Fareed Khan chief financial officer (CFO). Khan prenderà il posto dal prossimo 17 febbraio di Ron Dissinger. Il titolo Kellogg cede in questo momento alla Borsa di New York lo 0,8%. (RV) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

FtseMib ritraccia ma non cede: prospettive, strategie sui titoli
Finanza/Economia / 15 gennaio 2017

Il FtseMib duro a morire (e menomale) torna ad attaccare le importanti barriere in area 19.500 punti. Nell’analisi odierna gli 8 titoli più interessanti. Il FtseMib chiude la settimana di contrattazioni con un bel rialzo che spinge i prezzi nell’intorno di area 19.500 punti.Siamo ritornati su livelli interessanti dopo il brusco scivolone di giovedì che ha riportato i valori sui supporti statici e deterministici di area 19.100. Le prospettive La dinamica di breve-medio corso vede l’indice FtseMib ancora ben impostato a rialzo e le probabilità di una prosecuzione del trend sono nettamente a favore di chi predilige in questo momento, un’operatività bullish quindi rialzista. In quest’ottica, una conferma di periodo al di sopra dei 19.000 punti continuerà ad avvalorare questa tesi anche per le prossime settimane. I titoli da monitorare Nell’analisi Heikin-Ashi odierna, sono stati analizzati 8 titoli tra cui spiccano i rialzi di periodo su diverse Blue Chip e le probabilità di ingresso su titoli come FinecoBank, Luxottica ed Stmicroelectronics. Non è mancato anche un commento sulle recenti vicessitudini che hanno interessato i titoli della galassia Agnelli tra cui in particolare Fiat Chrysler ed Exor. Diretta Streaming Se sei interessato a partecipare allo streaming gratutito di venerdì prossimo, collegati…

10 Blue Chips che resistono ad ogni tempesta
News / 15 gennaio 2017

Le azioni che pagano dividendi sono un ottimo strumento per rafforzare una rendita e stabilizzare un portafoglio ma per far sì che siano sicure (per quanto possa esserlo un’azione) devono anche avere un vantaggio competitivo sulla concorrenza. Le azioni che pagano dividendi sono un ottimo strumento per rafforzare una rendita e stabilizzare un portafoglio ma per far sì che siano sicure (per quanto possa esserlo un’azione) devono anche avere un vantaggio competitivo sulla concorrenza.  Teva Pharmaceutical Industries Ltd (ADR) (NYSE: TEVA ) Dividend Yield: 4%   La società analizzata dagli esperti di Simply Safe Dividends è leader nella produzione di farmaci generici compresi quelli biosimilari, ha dovuto recentemente affrontare un ritardo sull’acquisizione di Actavis, ramo dei generici in arrivo da Allergan  (NYSE: AGN) il che ha portato sulle azioni un’ondata ribassista giudicata però eccessiva. Questo ha però creato una interessante opportunità di acquisto a lungo termine. Infatti stando ai calcoli, le sinergie che impatteranno favorevolmente sull’azienda grazie ad  Actavis dovrebbero ammontare a 1,4 miliardi di collari cui vanno aggiunti altri 2 miliardi provenienti dai tagli dei costi operati recentemente dall’azienda. Ottima notizia per gli amanti dei dividendi, che già godono di una cedola generosa, sostenibile e anche di un payout particolarmente…

Da Wanda ad Alibaba, chi accompagna Xi Jinping a Davos
News / 15 gennaio 2017

Pechino – Il fondatore di Alibaba, Jack Ma, e il patron della conglomerata Wanda, Wang Jianlin, saranno i due nomi di spicco tra gli imprenditori cinesi che accompagneranno Xi Jinping a Davos, in occasione del World Economic Forum dal 17 al 20 gennaio prossimo. Assieme ai due pesi massimi del business cinese, ci saranno anche nomi meno noti al grande pubblico, ma che siedono al vertice di gruppi strategici per Pechino, soprattutto nei settori delle telecomunicazioni e dell’energia. I nomi di alcuni degli imprenditori e uomini di affari al seguito di Xi sono stati svelati dal portale di informazione Sina, uno dei piu’ letti in Cina. Il debutto di Xi tra le nevi. per l’Italia c’è Padoan Tra i grandi nomi dell’Information Technology, a calcare la scena di Davos ci saranno: – – la presidente del gigante delle telecomunicazioni cinese Huawei, Sun Yafang; – il presidente di China Telecom, Yang Jie;  – il presidente di Baidu, il maggiore motore di ricerca cinese, Zhang Yaqin I top manager del settore dell’energia saranno invece – Fu Chengyu, ex presidente del gigante del petrolchimico Sinopec  – Shu Yibiao, a capo di State Grid, la piu’ grande societa’ di energia elettrica della Cina – He Yu, il presidente…