Lettera finanziaria. Intesa rnc&Telecom rnc sugli scudi
Finanza/Economia / 6 febbraio 2017

Per Telecom i risultati sono risultati nettamente superiori, tali da confermare un dividendo, per lo meno uguale, ma sempre sul solo titolo rnc. Per motivi diversi, Intesa e Telecom, nella versione risparmio, hanno movimentato il mercato, con performances superiori, sia al titolo ordinario, che al nostro indice. Intesa ha annunciato che non solo, indipendentemente da un accordo con Generali, verrà confermato anche per il 2017 il dividendo, ma che addirittura sara’aumentato per le rnc da 0,151 a 0,189, naturalmente sempre superiore al titolo ordinario. Per Telecom i risultati sono risultati nettamente superiori, tali da confermare un dividendo, per lo meno uguale, ma sempre sul solo titolo rnc. Questo spiega il nostro “accanimento terapeutico” ormai da molti anni, su raccomandazioni di acquisto dei suddetti titoli rnc, coperti in più da vendita di opzioni call e put “in box”, come sempre suggerito ai nostri abbonati. Questa ultima operatività suggerita anche per una naturale prudenza e per un guadagno extra cedola. La stessa prudenza che ci ha accompagnato ed ispirato nel consigliare un alleggerimento/ vendita su Ferrari al raggiungimento prima di area 58, e successivamente all’uscita dei dati 2016, come previsto a suo tempo, ottimi. Mantenere ancora le operazioni in essere coperte da…

Piazza Affari reagisce bene ai ribassi: ritorno sui recenti top?
News / 6 febbraio 2017

Il Ftse Mib si è ripreso con vivacità dal supporto dei 18.500 punti, candidandosi ad ulteriori recuperi nel breve. I market movers da seguire in avvio di settimana. La scorsa settimana si è conclusa con una seduta positiva per le Borse europee che hanno terminato gli scambi tutte in salita. Il Ftse100 e il Cac40 si sono mossi di pari passo, salendo rispettivamente dello 0,66% e dello 0,65%, mentre è rimasto pùi indietro il Dax30 con un progresso più contenuto dello 0,2%. A salire sul podio in Europa è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 19.116 punti, con un rialzo dell’1,2%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 19.169 e un minimo a 18.886 punti. Un recupero che non ha impedito di archiviare la settimana con un bilancio negativo visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha ceduto l’1,1% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib lanciato verso nuovi recuperi: i prossimi obiettivi Il Ftse Mib ha vissuto una settimana a due facce visto che inizialmente ha perso terreno e dopo aver violato il sostegno dei 19.200/19.000 punti è scivolato fino al supporto dei 18.500 punti. La tenuta di…