Wall Street da nuovi record ma Milano trema
News / 27 febbraio 2017

Undicesimo record consecutivo per Wall Street mentre l’Europa deve fare i conti con il rischio politico RENDIMENTO PORTAFOGLIO MID CAP 2017 +10.98% FTSE MIB 2017 -3.32% Nessuna novità giunge dai principali mercati azionari che vedono da una parte WALL STREET far segnare nuovi record (nonostante il nervosismo per la mancata presentazione da parte dell’amministrazione Trump della riforma fiscale) e dalla parte opposta la maggior parte dei listini europei arrancare in scia all’incertezza politica presente in alcuni Paesi e che ha portato gli SPREAD periferici ad allargarsi nei confronti del Bund. Sul mercato valutario è tornato ad indebolirsi l’EURO che nei confronti del DOLLARO ha chiuso nei pressi degli 1.056 sempre vicino ai primi sostegni posti sulla soglia degli 1.05 sotto i quali aumenterebbero le possibilità di un ritorno sui minimi di periodo. L’incertezza politica ha spinto ancora alcuni beni rifugio come l’ORO e l’ARGENTO ( sempre presente nel ns PORTAFOGLIO ETF) che hanno toccato i massimi degli ultimi mesi. Ottava decisamente negativa per il nostro FTSE Mib (saldo settimanale – 2.16) che in scia alle vendite presenti sul settore bancario si sta avvinando ai primi importanti supporti situati nei pressi dei 18500 punti sotto i quali è possibile un test…

Alert a Pazza Affari: aumentano i rischi al ribasso. Come agire?
News / 27 febbraio 2017

Settimana negativa per il Ftse Mib che scende a poca distanza da alcuni supporti chiave, da cui dipenderanno le sorti del mercato nel breve. I titoli e i temi da seguire in avvio di ottava. Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa in flessione per le Borse europee che, dopo le vendite della vigilia, hanno continuato a perdere terreno. Il Ftse100 ha limitato le perdite ad un calo più contenuto dello 0,38%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,94% e dell’1,2%. Non diverso lo scenario se ci si sposta a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 18.596 punti, in ribasso dell’1,18%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 18.855 e un minimo a 18.535 punti. In rosso anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha accusato un calo del 2,15% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib appeso ad un filo: focus sull’area dei 18.500/18.400 In apertura di ottava il Ftse Mib ha provato a mantenersi al di sopra della soglia dei 19.000 punti, spingendosi in seguito verso i 19.150/19.200 punti. L’avvicinamento di questa soglia di prezzo ha fatto scattare le…

“Sgarbo” di Warren Buffett a Trump: Usa cresciuti con gli immigrati
News / 27 febbraio 2017

Ennesima presa di distanza da Donald Trump, e dalla sua controversa politica di contrasto all’immigrazione, da parte di un gigante dell’economia statunitense. Nell’annuale lettera di accompagnamento all’esposizione dei profitti societari indirizzata agli azionisti di ‘Berkshire Hathaway’, la conglomerata di sua proprietà, tesse le lodi degli immigrati, e ne esalta il contributo alla crescita e allo sviluppo negli Usa, niente meno che Warren Buffet. Il secondo uomo più ricco Il magnate tornato al secondo posto che gli spetta quasi da sempre nella lista degli uomini più ricchi del mondo, aggiornata periodicamente dalla rivista specializzata ‘Forbes’, la quale gli antepone soltanto Bill Gates. “Gli americani”, afferma Buffet, “hanno saputo combinare l’inventiva umana, un sistema di mercato, un grande afflusso di migranti dotati di talento e carichi di ambizione, e lo stato di diritto, per creare un’abbondanza che va ben al di là di qualunque sogno cullato dai nostri progenitori”. Alle presidenziali sostegno a Hillary Considerato l’investitore finanziario in assoluto di maggiore successo e il quarantesimo nababbo di tutti i tempi, famoso anche per le numerose iniziative filantropiche, Buffet nel testo evita accuratamente di tirare in causa il neo-presidente repubblicano: ma a chiunque sappia leggere tra le righe è chiaro che, nello scriverlo, aveva in mente…