Carige: Cda approva aggiornamento Piano Strategico
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige, riunitosi in data odierna, ha approvato all’unanimità l’aggiornamento del Piano Strategico (“Piano Strategico” o “Piano”) contenente gli obiettivi economici, finanziari e patrimoniali per il prossimo quadriennio. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige, riunitosi in data odierna, ha approvato all’unanimità l’aggiornamento del Piano Strategico (“Piano Strategico” o “Piano”) contenente gli obiettivi economici, finanziari e patrimoniali per il prossimo quadriennio. Principali target 2020: • Ricavi a 756 milioni (CAGR +5,3%) • Costi operativi a 477 milioni (CAGR -4,0%) • Cost income al 59,8% • Incidenza credito deteriorato lordo su impieghi 13,1% • Costo del rischio a 48 bps • Return on Equity al 7,4% • Common Equity Tier 1 Ratio 14,1% Sono state riviste le priorità strategiche per il prossimo quadriennio a partire dagli obiettivi del Piano approvato lo scorso 29 giugno 2016. L’aggiornamento mira al raggiungimento di: 1) Deconsolidamento del ramo d’azienda comprensivo del portafoglio sofferenze mediante scissione a favore di un Veicolo di gestione che preserverà in capo agli azionisti della Banca i benefici derivanti dalla ottimizzazione del recupero dei crediti trasferiti; contestualmente, sulla base delle ipotesi connesse alla evoluzione delle esposizioni creditizie, verrà adeguato il livello di copertura delle altre categorie…

Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 +0,31%
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Euro Stoxx 50 +0,31%;Francoforte (DAX) +0,10%;Parigi (CAC 40) +0,28%;Londra (FTSE 100) +0,14%. Euro Stoxx 50 +0,31%;Francoforte (DAX) +0,10%;Parigi (CAC 40) +0,28%;Londra (FTSE 100) +0,14%. (SF) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Unicredit: attenzione ad area 12,75 €
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Unicredit (UCG) si è mosso in una canale laterale-negativo a cavallo di area 12,5 € durante il periodo di adesione all’ADC. Unicredit (UCG) si è mosso in una canale laterale-negativo a cavallo di area 12,5 € durante il periodo di adesione all’ADC. Torniamo a seguire il titolo perché si avvia a completamento del conteggio ciclico di breve secondo il nostro metodo ShoTrading. Da osservare area 12,75 €. Un eventuale break sopra quell’area potrebbe far scattare un segnale di acquisto, ma valuteremo la situazione sul conteggio dopo metà seduta di domani. Al momento fin quando non attacca quell’area sconsigliamo di anticipare il segnale in quanto il titolo sotto12,50-12,75 rimane all’interno del canale laterale-negativo e rimane a rischio di ritorno sui minimi di breve. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Dow Jones: terza stringa più prolungata degli ultimi 117 anni
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Il mercato azionario americano si dimostra molto sensibile agli orientamenti provenienti dalla politica. Il mercato azionario americano si dimostra molto sensibile agli orientamenti provenienti dalla politica. Dalle elezioni, Wall Street ha “creato” ben seimila miliardi di dollari di nuova capitalizzazione: niente male, per un esito a sorpresa che ambiva a rappresentare una risposta alla crescente sperequazione nella distribuzione della ricchezza. Il Dow Jones nel frattempo migliora la sua stringa positiva: con quella di ieri, sono ben 12 le sedute positive di fila. Come rilevato sul Rapporto Giornaliero, è una sequenza registrata soltanto altre due volte negli ultimi 117 anni; e che promette di migliorarsi ulteriormente oggi, dal momento che il martedì si è rivelato per Wall Street il giorno migliore della settimana dalle elezioni in poi. Prima o poi dovremo rivedere la teoria della finanza. Il mercato obbligazionario, tradizionale rifugio per gli investitori avversi al rischio, ieri ha conosciuto una notevole volatilità, dopo il rilascio di alcuni dati che confermano il vigore della ripresa negli Stati Uniti, e che incrementano al 50% le probabilità di un nuovo aumento dei tassi fra un paio di settimane. Nulla che scuota gli indici, come già detto: negli ultimi nove mesi lo S&P ha…

Diversificazione: si profila un 2017 ad alto potenziale
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Protagonista assoluto di questi ultimi mesi di Borsa è senza dubbio STMicroelectronics. Protagonista assoluto di questi ultimi mesi di Borsa è senza dubbio STMicroelectronics. Il titolo è stato capace di registrare una performance positiva a tre cifre nell’ultimo anno, passando dai minimi relativi del 6 aprile 2016 a 4,48 euro* agli attuali 14,35 euro*. L’andamento assume maggior rilevanza a fronte di una drastica contrazione dell’indice di riferimento domestico e dei principali titoli che lo compongono. Secondo molti analisti la dinamica borsistica del titolo si basa su solidi fondamentali a livello aziendale, opinioni confermate dalle numerose promozioni che le case d’affari hanno elargito su STM nel corso dell’ultima settimana. Il colosso italo-francese dei chip vanta infatti solide performance a livello operativo, sostanziate nel 2016 con un Ebit salito a 214,2 milioni* e un Ebitda a 910,3 milioni*. Il fatturato è stato di 6,3 miliardi*, con una crescita dell’1,1%*, nettamente superiore alla mediana dei peers indicati da Bloomberg fissa al -12%*. Le previsioni degli analisti sul primo trimestre 2017 indicano ricavi per 1,69 miliardi di euro*, Ebitda a 260 milioni* e un utile per azione di 12 centesimi*. In attesa di conoscere i numeri dei primi tre mesi, che saranno comunicati ufficialmente…

Brexit e crescita Americana
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Con riferimento alla sessione di oggi, c’è molta attesa per la seconda comunicazione sulla crescita americana in programma alle 14:30. A diversi mesi dal referendum che ha decretato l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea e durante i quali “Brexit”  si è rivelata più un concetto che qualcosa di effettivo, qualcosa è cambiato, e da ora in avanti quel concetto tenderà progressivamentea a concretizzarsi, svelando le effettive conseguenze.  Secondo i media britannici, infatti, la Premier Theresa May avrebbe fissato per il 15 marzo il giorno in cui avviare i negoziati con Bruxelles. L’iter completo dovrebbe durare circa due anni, ma alcuni effetti saranno immediatamente percepibili e concreti, come la fine della libera di circolazione dei cittadini europei nel Regno Unito, che quindi già a breve non avranno più alcuna libertà d’immigrazione in UK. Una seconda conseguenza che potrebbe manifestarsi nei prossimi mesi, e certamente meno gradita agli inglesi, è la possibile secessione della Scozia:  sempre secondo i media inglesi il primo ministro Sturgeon sarebbe pronto, nel caso in cui le condizioni di uscita dalla UE fossero giudicate eccesivamente rigide, ad indire un nuovo referendum per staccarsi a sua dal Regno Unito, restando membro dell’Unione Europea. Di conseguenza nei corso dei  prossimi…

Lettera finanziaria. Mercato schizofrenico
Finanza/Economia / 1 marzo 2017

Mercati previsti in apertura poco mossi e moderatamente positivi. La rottura eventuale, in velocità delle resistenze 18900, potrebbe portare intraday, anche oltre 19000. Ancora un irrazionale movimento” contrarian”, alla ricerca solo di direzionalità, sempre limitato dallo stretto range 18500/19300 di indice e da quello, in estensione, piu largo, di 18000/19800. Solo il nostro mercato ha evidenziato tanta volatilità, gli altri mercati continentali hanno solo recuperato 1/4 di punto percentuale. Così pure, prima gli Usa e poi nella notte i mercati asiatici con variazioni insignificanti.  Questi bruschi scostamenti, danno modo di impostare delle comode operazioni di trading di breve e di medio termine, su questi livelli, come riportato puntualmente ai nostri abbonati. Le varie dichiarazioni dei nostri politici, hanno influenzato ed influenzeranno il nostro spread Btp/Bund, che guarda caso ieri è ritornato ancora sotto i 200, dando fiato al mercato, sopratutto con il recupero dei bancari e di qualche big cap, come Fca, che ha portato a termine ieri  una importante riduzione del debito. Molto positivi alcuni titoli fra i nostri preferiti e raccomandati, come sopratutto Intesa rnc , Saras,  Telecom rnc, Unipol sai, Piaggio, Moncler ed ELEN, tutti da mantenere, per lo meno fino al raggiungimento dei target, segnalati ai…

Wall Street salta un giro, uno scivolone ci può stare?
News / 1 marzo 2017

Dow Jones, lettera su Intel e Wal-Mart. Nyse, Target Corporation in caduta libera sul Big Board. Azioni settore trading online sotto pressione. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street. Chiusura sui realizzi di profitto oggi per la piazza azionaria di Wall Street con il Nasdaq che ha perso lo 0,62% a 5.825,44 punti. Segno meno al suono della campanella pure per l’indice azionario delle Blue Chips, il Dow Jones, che è stato fotografato al close a 20.812,24 punti (-0,20%), e per l’S&P 500, -0,26% a 2.363,64 punti. Dow Jones, lettera su Intel e Wal-Mart  Tra le grandi capitalizzazioni, bene oggi il leader dei fast food McDonald’s (MCD) le cui azioni si sono mosse in controtendenza guadagnando al close lo 0,51% a $ 127,64. Semaforo rosso invece per Wal-Mart (WMT), -1,13% a $ 70,93, DuPont (DD), -0,88% a $ 78,53, e Intel (INTC), -0,85% a $ 36,20.     Nyse, Target Corporation in caduta libera sul Big Board Al New York Stock Exchange, nel settore della grande distribuzione organizzata, le azioni della catena Target Corporation (TGT) oggi, martedì 28 febbraio del 2017, hanno fatto registrare un crollo del 12,09% a $ 58,82. E questo dopo che…

Le multe più assurde di sempre. In Italia
News / 1 marzo 2017

Strano ma vero: non tutte le multe sono uguali. Ovvio, direte voi. Non proprio, perchè alcune ricordano dei cavilli del Codice della Strada ormai dimenticati da tutti. O quasi… Strano ma vero: non tutte le multe sono uguali. Ovvio, direte voi. Non proprio, perchè alcune ricordano dei cavilli del Codice della Strada ormai dimenticati da tutti. O quasi Guida (di un cavallo) in stato di ebrezza Furia, cavallo del West, beveva solo caffè per rimanere più nero del nero che c’è. Non così, invece, il guidatore di un altro cavallo. In Italia. Nuoro 2012. La multa scatta per una rischiosa guida in stato di ebrezza. Pericolosa abitudine che può compromettere la salute e la vita sia di chi guida ed ancora di più di chi è investito. Solo che chi guidava, in quel caso, era in realtà in sella ad un cavallo.  Il controllo del tasso etilico ha permesso di riscontrare un tasso alcolemico ben sei volte superiore al limite consentito. Oltre la multa è scattato anche l’affidamento del cavallo ad un amico del conducente. Per fortuna del cavallo.  Multa su una … Barbie car  Non si tratta di una multa per eccesso (o difetto) di velocità visto che una…

Piazza Affari: le sorti sono ora nelle mani di Trump
News / 1 marzo 2017

Il Ftse Mib torna al test di area 19.000, ma l’ostacolo più rilevante è quello dei 19.200. Domani sarà una seduta ricca di eventi. Ancora una seduta con il segno più per le Borse europee che dopo la conclusione positiva di ieri sono riuscite a spingersi leggermente in avanti anche oggi. A salire più degli altri è stato il Ftse100 con un progresso dello 0,38%, seguito dal Cac40 e dal Dax30 che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,28% e lo 0,1%. Il Ftse Mib prova a forzare l’area dei 19.000 Si è fermata sulla parità Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 18.913 punti, con un frazionale calo dello 0,01%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 19.003 e un minimo a 18.889 punti.Dopo il buon rialzo di ieri l’indice ha provato ad allungare il passo, ma l’area dei 19.000 ha frenato la spinta rialzista con successivo ripiegamento verso i 18.900 punti. Molto dipenderà a questo punto dalle indicazioni che arriveranno nella notte dal discorso del presidente Trump al Congresso. Notizie positive potranno spingere in avanti il Ftse Mib che dopo la rottura di area 19.000 andrà a mettere sotto pressione l’ostacolo dei 19.200 punti. Positiva sarà…