Beige Book: economia in espansione ma si raffredda l'ottimismo
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

L’economia statunitense è cresciuta nel mese di febbraio a un ritmo “modesto o moderato”. L’economia statunitense è cresciuta nel mese di febbraio a un ritmo “modesto o moderato”. E’ quanto emerge dal Beige Book della Fed pubblicato questa sera. Tuttavia, l’ottimismo delle imprese si è lievemente raffreddato rispetto al report precedente. Prevale quindi un atteggiamento attendista in vista di manovre più chiare dell’amministrazione Trump: mancano infatti ancora molti dettagli della tanto conclamata riforma fiscale e resta alta la tensione sul tema immigrazione. Inoltre solo un pochi distretti hanno segnalato un aumento dei salari. Per quanto riguarda l’inflazione, un terzo dei distretti ha rilevato una stabilizzazione dei prezzi e la spesa dei consumatori è cresciuta solo modestamente dalla precedente relazione di metà gennaio. Le vendite al dettaglio sono aumentate a un ritmo attenuato in tutti gli Stati. (CC) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Amplifon conclude acquisto business AudioNova in Francia
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

A seguito del comunicato stampa diffuso in data 16 gennaio 2017, Amplifon (MTA; Bloomberg ticker: AMP:IM), leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito, annuncia di aver sottoscritto l’accordo definitivo e il closing relativamente all’acquisizione del business retail di AudioNova in Francia (circa 55 negozi) da Sonova Holding AG. A seguito del comunicato stampa diffuso in data 16 gennaio 2017, Amplifon (MTA; Bloomberg ticker: AMP:IM), leader mondiale nelle soluzioni e nei servizi per l’udito, annuncia di aver sottoscritto l’accordo definitivo e il closing relativamente all’acquisizione del business retail di AudioNova in Francia (circa 55 negozi) da Sonova Holding AG. Tale operazione, che comporta un cash-out pari a circa 16 milioni di euro, risulta perfettamente in linea con la strategia perseguita da Amplifon volta a rafforzare il proprio posizionamento nei mercati chiave, consentendo alla Società di raggiungere una rete distributiva di circa 560 punti vendita sul mercato francese. (RV) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Parmalat fa shopping in Cile
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Parmalat S. Parmalat S.p.A. comunica che la propria controllata La Vaquita Holding S.p.A. ha acquistato, in data odierna, alcune società che operano in Cile e sono specializzate nel settore dei formaggi. Con questa operazione, il Gruppo Parmalat rafforza la propria presenza nell’area sud americana espandendosi geograficamente in un Paese nel quale opera tramite un accordo di licenza. Le società acquisite comprendono quattro siti produttivi ed impiegano circa 600 persone. Il portafoglio di marchi comprende, tra i più importanti, i brand “La Vaquita” e “Kümey”. Nel 2016 il fatturato netto delle società è stato pari a circa 95 milioni di euro. L’enterprise value dell’attività acquisita è stato fissato in circa 100 milioni di euro e l’acquisizione è stata totalmente finanziata dal Gruppo con mezzi propri. (RV) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

FCA aumenta le vendite in Italia del 6,9% a febbraio
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Anche in febbraio Fiat Chrysler Automobiles registra un risultato di crescita, ancora una volta migliore rispetto a quello ottenuto dal mercato. Anche in febbraio Fiat Chrysler Automobiles registra un risultato di crescita, ancora una volta migliore rispetto a quello ottenuto dal mercato. Infatti, con 53.700 immatricolazioni, FCA aumenta le vendite del 6,9 per cento (+6,2 per cento il complessivo del mercato) per una quota del 29,2 per cento, in crescita di 0,2 punti percentuali. Nei primi due mesi del 2017 le registrazioni di Fiat Chrysler Automobiles sono 104 mila, per un incremento del 9,5 per cento in confronto allo stesso periodo dell’anno scorso. Anche in questo caso la crescita è migliore rispetto a quella ottenuta dal mercato: +8,1 per cento. La quota di FCA è al 29,2 per cento, in crescita di 0,4 punti percentuali. La classifica delle top ten ancora una volta è dominata dai modelli FCA: ben cinque tra le dieci vetture più vendute, di cui quattro (Panda, Ypsilon, 500L e 500) nelle prime quattro posizioni e la 500X settima. In febbraio le immatricolazioni del marchio Fiat sono 38.900 (il 6,1 per cento in più rispetto a un anno fa) e la quota è stabile al 21,2 per…

In calo a febbraio immatricolazioni due ruote
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Secondo i dati riportati da Ancma, il mese di febbraio si chiude con 12. Secondo i dati riportati da Ancma, il mese di febbraio si chiude con 12.652 immatricolazioni (veicoli superiori a 50cc), pari al -8,4% rispetto al febbraio 2016, quando il mercato era aumentato di quasi il 40%. La flessione delle immatricolazioni risulta più accentuata per le moto che per gli scooter. Analogo andamento in calo per i “cinquantini”. Nei primi due mesi del 2017 il totale delle due ruote a motore vendute in Italia (moto e scooter immatricolati più veicoli 50cc) totalizza 24.806 unità, -10,3% rispetto al primo bimestre 2016. (CC) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

USA: punto macro
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

La reazione dei mercati è stata tutto sommato contenuta: principale conseguenza della mancanza di dati precisi nelle parole del presidente. Questa notte il Presidente Usa Trump era atteso per il suo primo discorso al Congresso, appuntamento dal quale il mercato attendeva di conoscere maggiori  dettagli sul piano economico della nuova amministrazione. Dopo l’intervento del presidente repubblicano gli operatori hanno iniziato a comprare spingendo al rialzo sia la quotazione del Dollaro che quella delle borse, con la speranza che la promessa di tasse più basse e regolamentazioni più snelle venga effetivamente mantenuta. L’appuntamento di questa notte avrebbe potuto rappresentare l’occasione perfetta per svelare i dettagli sulle future politiche ma il nuovo Presidente non a voluto scoprirsi completamente, lasciando ancora il mercato senza risposte chiare circa i passi che si vorranno compiere. Le parole pronunciate da Donald Trump sono state molto simili a quelle della campagna elettorale, ribandendo la ferma intenzione di procedere ad un forte allegerimento della pressione fiscale per la classe media e parallelamente lavorare ad una tassa doganale per favorire l’export americano. Quello che non si è appreso sono stati però dettagli e numeri relativi a queste iniziative. A proposito di bilancia commerciale, è importante ricordare come nelle settimane…

ENI: Prevale lo scenario ribassista
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Solo il superamento di 15,15 potrà invalidare lo scenario ribassista. In questo caso, dovrebbe perfezionarsi un recupero verso quota 15,90 prima e 16,90 successivamente. Il nostro nuovo pivot è a 15,15. La nostra valutazione: fino a quando regge la resistenza a 15,15, appare probabile una flessione verso 13,80 e anche 13,00. Scenario alternativo: solo il superamento di 15,15 potrà invalidare lo scenario ribassista. In questo caso, dovrebbe perfezionarsi un recupero verso quota 15,90 prima e 16,90 successivamente. Commento tecnico: l’RSI staziona attorno alla linea di equilibrio (50%). Codice ISIN: IT0005232423 Tipo: Put Strike: 15 EUR Scadenza: 15.06.2017 Denaro: 0.1480 EUR Lettera: 0.1510 EUR Delta%: -63 kV: 380 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Enel: Limitato potenziale rialzista
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Gli indicatori giornalieri sono positivi, ma evidenziano una perdita di momentum, rimaniamo prudenti. Il nostro pivot si trova a 3,94. La nostra valutazione: finché regge il supporto a 3,94, manteniamo una visione rialzista, con obiettivo a quota 4,19. Scenario alternativo: sotto 3,94, ci aspettiamo una discesa verso 3,84 e 3,80. Commento tecnico: gli indicatori giornalieri sono positivi, ma evidenziano una perdita di momentum, rimaniamo prudenti. Codice ISIN: IT0005195927 Tipo: Call Strike: 4 EUR Scadenza: 15.06.2017 Denaro: 0.0295 EUR Lettera: 0.0305 EUR Delta%: 57 kV: 548 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

FTSE MIB: Consolidamento
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Solo il superamento di 19445,00 potrà invalidare lo scenario ribassista. In questo caso, dovrebbe perfezionarsi un recupero verso quota 19810,00 prima e 20485,00 successivamente. Il nostro pivot si trova a 19445,00. La nostra valutazione: fino a quando regge la resistenza a 19445,00, puntiamo a una fase di consolidamento verso 18555,00 e 18155,00. Scenario alternativo: solo il superamento di 19445,00 potrà invalidare lo scenario ribassista. In questo caso, dovrebbe perfezionarsi un recupero verso quota 19810,00 prima e 20485,00 successivamente. Commento tecnico: gli indicatori giornalieri sono contrastati. Codice ISIN: IT0005190274 Tipo: Put Strike: 19.000 EUR Scadenza: 19.05.2017 Denaro: 0.1195 EUR Lettera: 0.1215 EUR Delta%: -51 kV: 485 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Bond day: ops! L’inflazione va su. Cinque titoli per coprirsi
Finanza/Economia / 2 marzo 2017

Ora non solo in Europa ma anche in Italia. E il tema torna a essere centrale nella gestione di ogni portafoglio. Come proteggersi.  La notizia è passata un po’ in secondo piano sui media generalisti, ma merita invece grande attenzione: l’inflazione è ripartita alla grande, smentendo chi aveva minimizzato i primi segnali in tal senso nei mesi scorsi. A febbraio quella tendenziale sarebbe salita al +1,5%, tornando ai massimi da marzo 2013, cioè un secolo fa in termini di finanza. La colpa viene fatta ricadere sui rincari di ortaggi, frutta e benzina. Poco importa! La svolta impone comunque particolare attenzione da parte di chi si trova a gestire un patrimonio, piccolo o grande che sia. Anche perché i rendimenti medi, crollati a causa della “cura” dei tassi a zero, rischiano di ridursi ancor più in termini di valore reale.  Agire prima che sia tardi Chi non si sia protetto negli ultimi anni, quando si sono registrate occasioni formidabili sul mercato delle obbligazioni “inflation linked”, ha ancora tempo per muoversi. E l’obiettivo di introdurre in portafoglio bond di questa categoria, per una percentuale almeno del 10%, è imprescindibile, poiché il rialzo del costo della vita potrà subire fluttuazioni all’insù o all’ingiù…