Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 ORE
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Si è riunito oggi, sotto la presidenza del Dr. Si è riunito oggi, sotto la presidenza del Dr. Giorgio Fossa, il Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 ORE S.p.A., il quale ha esaminato i risultati dell’_impairment test _e il relativo impatto sui dati di preconsuntivo della Società al 31 dicembre 2016. Tali risultati confermano la sussistenza di una situazione di deficit patrimoniale della Società ai sensi e per gli effetti dell’art. 2447 cod. civ.. In particolare si rileva nei dati di preconsuntivo un valore di patrimonio netto negativo della Società per circa 7 milioni di Euro, dopo l’effetto della svalutazione derivante dall’impairment test pari a 19 Milioni di Euro. In data odierna il Consiglio di Amministrazione ha altresì esaminato la proposta di manovra finanziaria, che sarà presentata agli istituti finanziatori della Società, ai fini di pervenire ad un accordo con i medesimi per la rimodulazione dell’indebitamento finanziario de Il Sole 24 Ore, funzionale ad assicurarne l’allineamento con il piano industriale del gruppo. Nei prossimi giorni, il Consiglio di Amministrazione proseguirà le interlocuzioni con gli istituti di credito allo scopo di acquisire tutti gli elementi necessari a consentire al Consiglio medesimo di procedere alla approvazione del progetto di bilancio al…

Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 ORE
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Si è riunito oggi, sotto la presidenza del Dr. Si è riunito oggi, sotto la presidenza del Dr. Giorgio Fossa, il Consiglio di Amministrazione de Il Sole 24 ORE S.p.A., il quale ha esaminato i risultati dell’_impairment test _e il relativo impatto sui dati di preconsuntivo della Società al 31 dicembre 2016. Tali risultati confermano la sussistenza di una situazione di deficit patrimoniale della Società ai sensi e per gli effetti dell’art. 2447 cod. civ.. In particolare si rileva nei dati di preconsuntivo un valore di patrimonio netto negativo della Società per circa 7 milioni di Euro, dopo l’effetto della svalutazione derivante dall’impairment test pari a 19 Milioni di Euro. In data odierna il Consiglio di Amministrazione ha altresì esaminato la proposta di manovra finanziaria, che sarà presentata agli istituti finanziatori della Società, ai fini di pervenire ad un accordo con i medesimi per la rimodulazione dell’indebitamento finanziario de Il Sole 24 Ore, funzionale ad assicurarne l’allineamento con il piano industriale del gruppo. Nei prossimi giorni, il Consiglio di Amministrazione proseguirà le interlocuzioni con gli istituti di credito allo scopo di acquisire tutti gli elementi necessari a consentire al Consiglio medesimo di procedere alla approvazione del progetto di bilancio al…

Telecom Italia in rosso dopo conferma esito gara Infratel
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Il titolo ha perso terreno dopo che la Commissione di Infratel ha confermato l’aggiudicazione della gara da parte di Open Fiber. La view di Icbpi. Avvio di settimana in rosso per Telecom Italia che, dopo aver guadagnato poco più di mezzo punti percentuale venerdì scorso, oggi ha perso terreno, chiudendo le contrattazioni a 0,776 euro, con una flessione dell’1,27% e oltre 60 milioni di azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 95 milioni di pezzi. La Commissione di Infratel ha confermato il risultato già noto relativamente al primo bando di gara relativo alla realizzazione e gestione delle infrastrutture di rete in fibra ottica in sei regioni di Italia. Open Fiber si è aggiudicata i 5 lotti e secondo gli analisti di Icbpi l’esito di questa gara era già largamente scontato. Non cambia la strategia suggerita dagli esperti per Telecom Italia che resta da acquistare con un prezzo obiettivo a 1,07 euro.  fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Lo smacco dei ribassisti, frustrati dal Trump Rally
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Ormai un aumento dei tassi a metà mese è un dato di fatto accettato da tutti. Al termine dell’ennesima settimana positiva, un senso di frustrazione serpeggia fra i ribassisti: che confidavano in un crollo di mercato con l’elezione di Donald Trump; poi un ribasso con l’insediamento di Trump, ed infine una correzione dopo il primo discorso al Congresso del neopresidente USA: niente da fare, il denaro sospinge sistematicamente verso l’alto le quotazioni, e il successore di Obama si gode il lustro derivante dall’abbattimento sequenziale di tre soglie millenarie sul Dow Jones. L’aspetto apprezzabile, in ottica bullish, è che la crescita non tumultuosa degli indici di Wall Street avviene in un contesto di bassissima volatilità, secondo alcune metriche ai livelli più bassi dagli anni Ottanta: in un’inversione di ruoli storici, il Dow Jones conquista la palma di mercato “privo di rishio”, mentre il tradizionale, risk-free mercato obbligazionario fa venire i mal di pancia agli investitori con i suoi continui capovolgimenti di fronte. Frutto oltretutto di dati macro così positivi che più brillanti non si può. Ormai un aumento dei tassi a metà mese è un dato di fatto accettato da tutti. Gli investitori si stanno orientando verso addirittura tre rincari del…

Ferragamo sale ancora. La preview di JP Morgan sui conti 2016
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

La banca americana mantiene una view neutrale in attesa dei risultati dell’esercizio 2016. Non si ferma l’ascesa in Borsa di Salvatore Ferragamo che, dopo aver chiuso la giornata di venerdì scorso con un rialzo di quasi due punti percentuali, quest’oggi ha messo a segno la sesta sessione consecutiva al rialzo. Il titolo ha terminato gli scambi a 28,04 euro, con un progresso dello 0,79% e circa 900mila azioni scambiate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 700mila pezzi.  Salvatore Ferragamo oggi è finito sotto la lente di JP Morgan, i cui analisti guardano ai risultati del 2016 in agenda il prossimo 14 marzo. La banca americana si aspetta un utile netto pari a 205 milioni di euro, il 5% al di sopra del consensus, mentre l’Ebitda dovrebbe salire dell’1% a 328 milioni di euro. In attesa dei numeri ufficiali JP Morgan mantiene una view cauta su Salvatore Ferragamo, reiterando la raccomandazione “neutral”, con un prezzo obiettivo a 23,5 euro.   fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

S&P500: come interpretare la fase attuale
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Le ultime due sessioni di mercato hanno mostrato un indice S&P500 in difesa rispetto all’andamento del mese di Febbraio 2017. Le ultime due sessioni di mercato hanno mostrato un indice S&P500 in difesa rispetto all’andamento del mese di Febbraio 2017. Dal massimo storico dell’1 Marzo a 2.401, l’indice sta ora ritracciando fino ai livelli odierni di 2.370, con una correzione di circa l’1,2%. Da Novembre 2016, dopo l’inizio della fase di trend rialzista, abbiamo osservato altre tre correzioni di pari o similare entità (vedi video allegato), che hanno rappresentato in tutti i casi ottime occasioni per posizionarsi long, ragion per cui la correzione attuale dovrebbe essere valutata per ora come evento fisiologico di un mercato che è chiaramente  molto tirato, ma che non evidenzia ancora sintomi di cedimento; l’analisi dovrebbe essere orientata quindi alla ricerca di supporti per entrare a mercato con posizioni in acquisto. Nello specifico i livelli di 2.368, e 2.362, 2.350 potrebbero rappresentare punti ottimali di ingresso, qualora il mercato fornisse ovviamente evidenze grafiche e/o volumetriche a supporto, con primo obiettivo il retest dei massimi storici. Solo se si osservasse una chiusura inferiore a 2.337 si potrebbero valutare operazioni short nel breve, poiché fino a 2.300 i…

Leonardo: nuovo sistema per gestione traffico aereo droni
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Un nuovo sistema in grado di gestire in modo sicuro ed efficace il traffico aereo di droni civili nello spazio aereo urbano, ossia quello che si estende fino a 150 metri di altezza dal suolo. Un nuovo sistema in grado di gestire in modo sicuro ed efficace il traffico aereo di droni civili nello spazio aereo urbano, ossia quello che si estende fino a 150 metri di altezza dal suolo. Si tratta di una delle innovazioni che Leonardo presenterà nel settore della gestione del traffico aereo al salone World ATM Congress 2017, dal 7 al 9 marzo a Madrid. Questa nuova tecnologia coniuga la grande esperienza nei sistemi di Air Traffic Management con le capacità sviluppate nei velivoli a pilotaggio remoto, rispondendo agli attuali requisiti del settore. Il sistema, che consente il controllo del traffico del volo di droni anche oltre la linea di vista, garantisce lo svolgimento in sicurezza di attività effettuate con questo tipo di piattaforma, sempre più diffuse in ambito civile, che includono la protezione del territorio, il monitoraggio delle infrastrutture e ambientale anche in caso di disastri naturali, il telerilevamento, le operazioni di ricerca e soccorso, la fotografia aerea, le registrazioni video. La soluzione è concepita…

Banca Generali: raccolta netta a febbraio €668 milioni
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Banca Generali ha registrato a febbraio il secondo miglior mese di sempre con una raccolta netta di €668 milioni (+45% rispetto al mese precedente), che porta il totale da inizio anno a €1. Banca Generali ha registrato a febbraio il secondo miglior mese di sempre con una raccolta netta di €668 milioni (+45% rispetto al mese precedente), che porta il totale da inizio anno a €1.128 milioni. La raccolta gestita è anch’essa cresciuta ulteriormente a €531 milioni, grazie alla forte domanda per le innovative soluzioni contenitore che hanno rappresentato la quasi totalità dei nuovi flussi gestiti (€494 milioni). Da inizio anno, la raccolta in prodotti gestiti segna un’accelerazione spedita, crescendo del 50% a €850 milioni, con un’incidenza sul totale che sale al 75% contro il 51% dello scorso anno. Il risultato è ancora più significativo considerando che è stato realizzato pressoché integralmente dalle gestioni “contenitore” (finanziarie e assicurative) a quota €847 milioni nel bimestre. L’innovativa gestione patrimoniale BG Solution è infatti risultata anche a febbraio il prodotto più richiesto totalizzando €321 milioni di nuovi flussi, e la polizza multilinea BG Stile Libero €173 milioni. La versatilità dei nuovi prodotti contenitore si dimostra efficiente anche nella protezione del rischio, guadagnando spazi…

Lo smacco dei ribassisti, frustrati dal Trump Rally
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Ormai un aumento dei tassi a metà mese è un dato di fatto accettato da tutti. Al termine dell’ennesima settimana positiva, un senso di frustrazione serpeggia fra i ribassisti: che confidavano in un crollo di mercato con l’elezione di Donald Trump; poi un ribasso con l’insediamento di Trump, ed infine una correzione dopo il primo discorso al Congresso del neopresidente USA: niente da fare, il denaro sospinge sistematicamente verso l’alto le quotazioni, e il successore di Obama si gode il lustro derivante dall’abbattimento sequenziale di tre soglie millenarie sul Dow Jones. L’aspetto apprezzabile, in ottica bullish, è che la crescita non tumultuosa degli indici di Wall Street avviene in un contesto di bassissima volatilità, secondo alcune metriche ai livelli più bassi dagli anni Ottanta: in un’inversione di ruoli storici, il Dow Jones conquista la palma di mercato “privo di rishio”, mentre il tradizionale, risk-free mercato obbligazionario fa venire i mal di pancia agli investitori con i suoi continui capovolgimenti di fronte. Frutto oltretutto di dati macro così positivi che più brillanti non si può. Ormai un aumento dei tassi a metà mese è un dato di fatto accettato da tutti. Gli investitori si stanno orientando verso addirittura tre rincari del…

S&P500: come interpretare la fase attuale
Finanza/Economia / 7 marzo 2017

Le ultime due sessioni di mercato hanno mostrato un indice S&P500 in difesa rispetto all’andamento del mese di Febbraio 2017. Le ultime due sessioni di mercato hanno mostrato un indice S&P500 in difesa rispetto all’andamento del mese di Febbraio 2017. Dal massimo storico dell’1 Marzo a 2.401, l’indice sta ora ritracciando fino ai livelli odierni di 2.370, con una correzione di circa l’1,2%. Da Novembre 2016, dopo l’inizio della fase di trend rialzista, abbiamo osservato altre tre correzioni di pari o similare entità (vedi video allegato), che hanno rappresentato in tutti i casi ottime occasioni per posizionarsi long, ragion per cui la correzione attuale dovrebbe essere valutata per ora come evento fisiologico di un mercato che è chiaramente  molto tirato, ma che non evidenzia ancora sintomi di cedimento; l’analisi dovrebbe essere orientata quindi alla ricerca di supporti per entrare a mercato con posizioni in acquisto. Nello specifico i livelli di 2.368, e 2.362, 2.350 potrebbero rappresentare punti ottimali di ingresso, qualora il mercato fornisse ovviamente evidenze grafiche e/o volumetriche a supporto, con primo obiettivo il retest dei massimi storici. Solo se si osservasse una chiusura inferiore a 2.337 si potrebbero valutare operazioni short nel breve, poiché fino a 2.300 i…