Banca Generali: Gian Maria Mossa nominato Ad
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali, riunitosi oggi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel, ha nominato quale nuovo Amministratore Delegato il dott. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali, riunitosi oggi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel, ha nominato quale nuovo Amministratore Delegato il dott. Gian Maria Mossa, già Direttore Generale della banca dal marzo 2016. Il dott. Mossa è stato cooptato nel CDA subentrando al dott. Giovanni Luca Perin, che ha lasciato per impegni legati ad ulteriori incarichi nel Gruppo Generali. Il dott. Mossa, 42 anni, vanta una grande esperienza nel settore finanziario avendo ricoperto rilevanti ruoli in primari gruppi assicurativi e bancari italiani ed internazionali. Il dott. Mossa è entrato in Banca Generali nel luglio del 2013 con la carica di Condirettore Generale a diretto riporto dell’allora AD, dott. Piermario Motta, contribuendo a rafforzare il posizionamento strategico nel private banking e a ridisegnare l’offerta di prodotti e servizi su livelli di eccellenza per l’intera industry. Il Curriculum Vitae del dott. Mossa è disponibile sul sito www.bancagenerali.com nella sezione corporate governance. Il Consiglio ha conferito al dott. Mossa la carica di Amministratore Delegato attribuendogli le deleghe esecutive conformemente a quanto previsto dallo Statuto sociale. Manterrà inoltre il ruolo…

Banca Generali: Gian Maria Mossa nominato Ad
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali, riunitosi oggi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel, ha nominato quale nuovo Amministratore Delegato il dott. Il Consiglio di Amministrazione di Banca Generali, riunitosi oggi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel, ha nominato quale nuovo Amministratore Delegato il dott. Gian Maria Mossa, già Direttore Generale della banca dal marzo 2016. Il dott. Mossa è stato cooptato nel CDA subentrando al dott. Giovanni Luca Perin, che ha lasciato per impegni legati ad ulteriori incarichi nel Gruppo Generali. Il dott. Mossa, 42 anni, vanta una grande esperienza nel settore finanziario avendo ricoperto rilevanti ruoli in primari gruppi assicurativi e bancari italiani ed internazionali. Il dott. Mossa è entrato in Banca Generali nel luglio del 2013 con la carica di Condirettore Generale a diretto riporto dell’allora AD, dott. Piermario Motta, contribuendo a rafforzare il posizionamento strategico nel private banking e a ridisegnare l’offerta di prodotti e servizi su livelli di eccellenza per l’intera industry. Il Curriculum Vitae del dott. Mossa è disponibile sul sito www.bancagenerali.com nella sezione corporate governance. Il Consiglio ha conferito al dott. Mossa la carica di Amministratore Delegato attribuendogli le deleghe esecutive conformemente a quanto previsto dallo Statuto sociale. Manterrà inoltre il ruolo…

Interpump: IPG Holding acquista 2 milioni di azioni
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Interpump Group S. Interpump Group S.p.A. (“Interpump”) rende noto che in data odierna Gruppo IPG Holding S.p.A. (“IPG Holding”), società controllante Interpump, ha acquisito – con una operazione fuori mercato – n. 2.000.000 di azioni ordinarie Interpump da Mais S.p.A.. Per effetto dell’operazione IPG Holding detiene n. 25.406.799 azioni Interpump equivalenti al 23,33% del capitale (23,82% al netto delle azioni proprie). (RV) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Interpump: IPG Holding acquista 2 milioni di azioni
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Interpump Group S. Interpump Group S.p.A. (“Interpump”) rende noto che in data odierna Gruppo IPG Holding S.p.A. (“IPG Holding”), società controllante Interpump, ha acquisito – con una operazione fuori mercato – n. 2.000.000 di azioni ordinarie Interpump da Mais S.p.A.. Per effetto dell’operazione IPG Holding detiene n. 25.406.799 azioni Interpump equivalenti al 23,33% del capitale (23,82% al netto delle azioni proprie). (RV) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Terna: Ferraris sarà il nuovo AD. La view di Equita SIM
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il titolo non ha reagito più di tanto alle indicazioni relative al prossimo CEO del gruppo che prenderà il posto di Del Fante. Avvio di settimana debole per Terna che oggi ha terminato le contrattazioni a 4,49 euro, con un lieve calo dello 0,22% e circa 6,7 milioni di azioni scambiate, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 7,2 milioni di pezzi.  Terna non ha risentito più di tanto delle notizie relative al cambio al vertice del gruppo, dopo che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha proposto quale nuovo AD del gruppo, Luigi Ferraris, attuale CFO di Poste Italiane, in sostituzione di Del Fante.  Gli analisti di Equita SIM ricorda che Ferraris è stato per diversi anni CFO di Enel ed ha seguito l’IPO della società nel 2004. Si tratta quindi da parte di Cassa Depositi e Prestiti di una scelta di un manager che conosce molto bene le dinamiche del settore elettrico e che potrà gestire una struttura solida con un piano di investimenti rilevante, pari a 4 miliardi di euro nei prossimi 5 anni ed ulteriori 5.3 miliardi nei 5 anni seguenti, secondo il piano di sviluppo nazionale della rete.    La SIM…

Terna: Ferraris sarà il nuovo AD. La view di Equita SIM
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il titolo non ha reagito più di tanto alle indicazioni relative al prossimo CEO del gruppo che prenderà il posto di Del Fante. Avvio di settimana debole per Terna che oggi ha terminato le contrattazioni a 4,49 euro, con un lieve calo dello 0,22% e circa 6,7 milioni di azioni scambiate, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 7,2 milioni di pezzi.  Terna non ha risentito più di tanto delle notizie relative al cambio al vertice del gruppo, dopo che il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha proposto quale nuovo AD del gruppo, Luigi Ferraris, attuale CFO di Poste Italiane, in sostituzione di Del Fante.  Gli analisti di Equita SIM ricorda che Ferraris è stato per diversi anni CFO di Enel ed ha seguito l’IPO della società nel 2004. Si tratta quindi da parte di Cassa Depositi e Prestiti di una scelta di un manager che conosce molto bene le dinamiche del settore elettrico e che potrà gestire una struttura solida con un piano di investimenti rilevante, pari a 4 miliardi di euro nei prossimi 5 anni ed ulteriori 5.3 miliardi nei 5 anni seguenti, secondo il piano di sviluppo nazionale della rete.    La SIM…

Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,32%
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Euro Stoxx 50 -0,32%;Francoforte (DAX) -0,35%;Parigi (CAC 40) -0,34%;Londra (FTSE 100) +0,07%. Euro Stoxx 50 -0,32%;Francoforte (DAX) -0,35%;Parigi (CAC 40) -0,34%;Londra (FTSE 100) +0,07%. (SF) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Moncler in rosso malgrado le indicazioni degli analisti
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il titolo ha perso terreno non riuscendo a beneficiare del giudizio positivo di Kepler Cheuvreux che ha rivisto target price e stime. La seduta odierna ha imposto una battuta d’arresto per Moncler che, dopo tre sedute consecutive al rialzo, ha rivisto il segno meno. Il titolo si è fermato a 19,91 euro, con un ribasso dell’1,63% e oltre 1,1 milioni di azioni transitate sul mercato, sostanzialmente in linea con la media giornaliera degli ultimi tre mesi. Moncler quest’oggi non ha beneficiato delle positive indicazioni arrivate da Kepler Cheuvreux, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo rivisto verso l’alto da 21 a 22 euro.  Il broker ritiene che la strategia di Moncler di investire nel retail potrebbe favorire ancora una volta una crescita di ricavi e utili superiore quest’anno. Anche in ragione di ciò gli analisti hanno deciso di migliorare le stime sul fatturato e sull’utile per azione rispettivamente del 2% e dell’1% per l’anno in corso e per i prossimi due.   fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

STMicroelectronics: analisi tecnica
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il raggiungimento di quota 14.85 euro, livello che STMicroelectronics non aveva più toccato da oltre 9 anni, ha momentaneamente frenato la corsa dei prezzi. Il raggiungimento di quota 14.85 euro, livello che STMicroelectronics non aveva più toccato da oltre 9 anni, ha momentaneamente frenato la corsa dei prezzi. Il titolo si è mostrato molto reattivo negli ultimi mesi (+110% in 6 mesi) e l’ipotesi rialzista dovrebbe sfociare nel superamento (in chiusura) dell’ostacolo a 14.88 euro; ciò permetterà ai corsi di raggiungere i primi obiettivi a 15.13 ed in area 15.44 euro. Flessioni fino a 13.80 euro resteranno compatibili con l’ipotesi rialzista, sotto 13.50 euro (in chiusura) invece il trend positivo perderebbe forza ma non sarebbe comunque compromesso, introducendo però l’affondo verso 12.88 e 12.72 euro. Il titolo in 6 mesi ha guadagnato il 110%, il 184% in 12 mesi, il 109% in 3 anni ed il 126% in 5 (dal 2000 ad oggi -74%). Williams R: Comprare. Medie mobili esponenziali: il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

STMicroelectronics: analisi tecnica
Finanza/Economia / 21 marzo 2017

Il raggiungimento di quota 14.85 euro, livello che STMicroelectronics non aveva più toccato da oltre 9 anni, ha momentaneamente frenato la corsa dei prezzi. Il raggiungimento di quota 14.85 euro, livello che STMicroelectronics non aveva più toccato da oltre 9 anni, ha momentaneamente frenato la corsa dei prezzi. Il titolo si è mostrato molto reattivo negli ultimi mesi (+110% in 6 mesi) e l’ipotesi rialzista dovrebbe sfociare nel superamento (in chiusura) dell’ostacolo a 14.88 euro; ciò permetterà ai corsi di raggiungere i primi obiettivi a 15.13 ed in area 15.44 euro. Flessioni fino a 13.80 euro resteranno compatibili con l’ipotesi rialzista, sotto 13.50 euro (in chiusura) invece il trend positivo perderebbe forza ma non sarebbe comunque compromesso, introducendo però l’affondo verso 12.88 e 12.72 euro. Il titolo in 6 mesi ha guadagnato il 110%, il 184% in 12 mesi, il 109% in 3 anni ed il 126% in 5 (dal 2000 ad oggi -74%). Williams R: Comprare. Medie mobili esponenziali: il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più rialzista possibile. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml