Italia: immatricolazioni auto +18,16% a marzo
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

La Motorizzazione ha immatricolato – nel mese di marzo 2017 – 226. La Motorizzazione ha immatricolato – nel mese di marzo 2017 – 226.163 autovetture, con una variazione di +18,16% rispetto a marzo 2016, durante il quale ne furono immatricolate 191.411 (nel mese di febbraio 2017 sono state invece immatricolate 184.278 autovetture, con una variazione di +6,46% rispetto a febbraio 2016, durante il quale ne furono immatricolate 173.100). Nello stesso periodo di marzo 2017 sono stati registrati 460.814 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +4,76% rispetto a marzo 2016, durante il quale ne furono registrati 439.861 (nel mese di febbraio 2017 sono stati invece registrati 409.159 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di -4,59% rispetto a febbraio 2016, durante il quale ne furono registrati 428.860). Nel mese di marzo 2017 il volume globale delle vendite (686.977 autovetture) ha dunque interessato per il 32,92% auto nuove e per il 67,08% auto usate. Le immatricolazioni rappresentano le risultanze dell’Archivio Nazionale dei Veicoli al 31.03.2017, mentre i dati relativi ai trasferimenti di proprietà si riferiscono alle certificazioni di avvenuto trasferimento di proprietà rilasciate dagli Uffici Provinciali della Motorizzazione nel mese di marzo 2017 e rappresentano le…

GALA, da domani vietati ordini senza limite di prezzo
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Borsa Italiana comunica che da domani 4 aprile 2017 e fino a successiva comunicazione sulle azioni ordinarie GALA (GALA – Isin IT0004999451) non sarà consentita l’immissione di ordini senza limite di prezzo. Borsa Italiana comunica che da domani 4 aprile 2017 e fino a successiva comunicazione sulle azioni ordinarie GALA (GALA – Isin IT0004999451) non sarà consentita l’immissione di ordini senza limite di prezzo. Le azioni GALA verranno pertanto negoziate nel settore AI1X del segmento MA1 della piattaforma Millennium. (GD – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Luxottica in rosso. Equita riduce peso in portafoglio
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Il titolo ha terminato gli scambi sui minimi intraday, anche se la SIM milanese ha mantenuto una view bullish malgrado il minor peso assegnato al titolo. Avvio di settimana in calo per Luxottica che, dopo aver chiuso la sessione di venerdì scorso fermandosi sulla parità, quest’oggi ha ceduto il passo alle vendite. Il titolo ha terminato gli scambi sui minimi intraday a 51 euro, con un ribasso dell’1,45% e quasi 300mila azioni passate di mano a fine sessione, ben al di sotto della media giornaliera pari a circa 800mila pezzi. Luxottica è stato penalizzato dalla negativa intonazione del mercato e proprio quest’oggi gli analisti di Equita SIM hanno deciso di ridurre il peso del titolo nel loro portafoglio principale a Piazza Affari. Una decisione presa alla luce di una certa prudenza sulle prospettive di breve dei consumi in Nord America e del confronto più difficile per il gruppo nella prima parte dell’anno. La view su Luxottica resta in ogni caso positiva, visto che la SIM milanese mantiene invariata la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo a 57 euro.  fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,80%
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Euro Stoxx 50 -0,80%;Francoforte (DAX) -0,45%;Parigi (CAC 40) -0,71%;Londra (FTSE 100) -0,55%. Euro Stoxx 50 -0,80%;Francoforte (DAX) -0,45%;Parigi (CAC 40) -0,71%;Londra (FTSE 100) -0,55%. (SF – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Starbucks, Johnson CEO da oggi
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Sottotono anche Starbucks a New York: l’azione cede lo 0,63% e si riporta a 58,02 dollari per una capitalizzazione complessiva di 85,09 miliardi. Sottotono anche Starbucks a New York: l’azione cede lo 0,63% e si riporta a 58,02 dollari per una capitalizzazione complessiva di 85,09 miliardi. Da oggi è diventata efficace l’assunzione anche dell’incarico di amministratore delegato (chief executive officer) da parte di Kevin Johnson, già presidente (president) e COO. Il CEO uscente e manager storico di Starbucks Howard Shultz manterrà l’incarico di chairman dell’azienda. (GD – www.ftaonline.com -) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Gli istituzionali italiani continuano a coprire il portafoglio
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

In termini di performance spicca l’Equity (+7%), che ha nettamente battuto il mercato obbligazionario (+2% nel primo quarto di quest’anno). Gli investitori sono contagiati da una sindrome da iperattività; esemplare la settimana passata, che secondo BoA Merrill Lynch ha visto flussi in entrata sia verso i fondi obbligazionari (9.6 miliardi di dollari) che verso i fondi azionari (6.5 miliardi). Così, giusto per non sbagliare. Ma sono stati i mercati azionari a brillare fino ad ora, con quasi cinque trilioni di dollari di capitalizzazione guadagnati nel primo trimestre – come a dire, l’intero PIL del Giappone – a fronte di 1500 miliardi di dollari di maggior valore generato sui mercati obbligazionari globali. In termini di performance spicca l’Equity (+7%), che ha nettamente battuto il mercato obbligazionario (+2% nel primo quarto di quest’anno). Il dollaro è sceso del 2% nel primo trimestre ma, a dispetto di correlazioni non più così confortanti per gli investitori, ad avvantaggiarsene non sono state le materie prime, scese del 5% nei primi tre mesi dell’anno. Anche Piazza Affari, per una volta, ha brillato nel trimestre appena concluso; merito soprattutto della straordinaria performance nel mese di marzo: il migliore (+8.75%) degli ultimi 19 anni. Da quando esiste il…

Luxottica Group: rebound atteso
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Sotto 49,50 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 48,10 e 47,10 di target. Pivot point (livello di invalidazione): 49,50. La nostra valutazione: posizioni lunghe sopra 49,50 con target a 53,40 e 54,50 in estensione. Scenario alternativo: sotto 49,50 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 48,10 e 47,10 di target. Commento tecnico: l’RSI prospetta un nuovo movimento rialzista. Codice ISIN: IT0005235756 Tipo: Call Strike: 52.5 EUR Scadenza: 15.06.2017 Denaro: 0.1810 EUR Lettera: 0.1850 EUR Delta%: 44 kV: 463 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Telecom Italia: continuazione del rebound
Finanza/Economia / 4 aprile 2017

Sotto 0,81 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 0,78 e 0,76 di target. Pivot point (livello di invalidazione): 0,81 La nostra valutazione: posizioni lunghe sopra 0,81 con target a 0,86 e 0,88 in estensione. Scenario alternativo: sotto 0,81 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 0,78 e 0,76 di target. Commento tecnico: l’RSI è rialzista e richiede un ulteriore rialzo. Codice ISIN: IT0005183816 Tipo: Call Strike: 1 EUR Scadenza: 19.12.2019 Denaro: 0.0155 EUR Lettera: 0.0165 EUR Delta%: 46 kV: 210 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Wall Street: settore auto traballa, barra dritta sulle Blue Chip
News / 4 aprile 2017

Dow Jones, Du Pont e Caterpillar in discesa. Vendite sulle major del settore auto. Nyse, Accenture completa acquisizione Arismore. Nasdaq, azioni NovoCure Limited in rally. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street. La piazza azionaria di Wall Street ha aperto il mese di aprile del 2017 con una giornata di scambi che è stata archiviata in territorio negativo. In particolare, il Nasdaq ha chiuso con un ribasso dello 0,29% a 5.894,68 punti, mentre il Dow Jones ha perso un frazionale 0,06% a 20.650,21 punti. Semaforo rosso pure per l’S&P 500 che  è stato fotografato al close a  2.358,84 punti con un ribasso dello 0,16%.  Dow Jones, Du Pont e Caterpillar in discesa Tra le grandi capitalizzazioni, a togliere punti al Dow Jones oggi, lunedì 3 aprile del 2017, sono stati gli ordini in lettera su titoli come Du Pont (DD), -0,81% a $ 79,68, Caterpillar (CAT), -0,49% a $ 92,31, e Cisco Systems (CSCO), -0,65% a $ 33,58, mentre si sono mosse in controtendenza UnitedHealth Group Incorporated (UNH), +0,96% a  $ 165,58, Verizon Communications (VZ), +0,90% a $ 49,19, ed Intel (INTC), +0,25% a $ 36,16. Vendite sulle major del settore auto Dopo il rilascio…

Per i sondaggi Trump rischia di essere il peggior presidente
News / 4 aprile 2017

Mentre le quotazioni di sua moglie Melania sono in netto aumento, quelle di Donald rischiano la caduta verticale. Oltre al record peggiore tra tutti. Donald Trump ha diviso l’opinione pubblica ancora prima della sua elezione ufficiale; la sua impronta politicamente scorretta ha ha giocato a favore del candidato stesso che ha raccolto attorno a sé gli arrabbiati per una politica lassista sui diritti dei lavoratori (paradossale vista la storia del candidato stesso) ma anche i delusi dai partiti troppo asfittici nella loro azione ormai datata e priva di ogni mordente. Showman ma non politico Abile mattaotre dello show business, non sembra però riuscire ad esserlo altrettanto tra le mura, da lui odiate, della Casa Bianca. Odiate di sicuro da Melania Trump, moglie del presidente la quale, da subito, aveva avvertito di non voler abitare nella prestigiosa dimora per evitare un trasferimento al figlio minore del neoeletto. Almeno questa è stata la motivazione ufficiale. In molti invece sussurrano che la coppia viva ormai da tempo come separati i casa, il che ha permesso alle quotazioni dell first lady, di saire. Infatti al momento dell’elezione di Trump Melania era gradita solo al 36% della popolazione, numero che, adesso, dopo le numerose fotografie…