Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,43%
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Euro Stoxx 50 -0,43%;Francoforte (DAX) -0,22%;Parigi (CAC 40) -0,38%;Londra (FTSE 100) -0,71%. Euro Stoxx 50 -0,43%;Francoforte (DAX) -0,22%;Parigi (CAC 40) -0,38%;Londra (FTSE 100) -0,71%. (SF – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Alitalia: nessun impatto su operatività e programmazione voli
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Alitalia ribadisce che non vi è stato e non vi sarà alcun impatto dell’attuale situazione sull’operatività e sulla programmazione dei voli operati dalla Compagnia. Alitalia ribadisce che non vi è stato e non vi sarà alcun impatto dell’attuale situazione sull’operatività e sulla programmazione dei voli operati dalla Compagnia. I voli e i servizi si svolgeranno come previsto e senza alcuna modifica. I biglietti già acquistati sono quindi pienamente utilizzabili e sul sito web e tutti i canali di vendita della Compagnia sono disponibili e prenotabili tutti i voli futuri. I frequent flyer Alitalia possono continuare ad accumulare e spendere, come di consueto, le miglia per i voli e i servizi della Compagnia. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Borsa italiana in netto calo dopo la BCE: Ftse Mib -1,15%
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Borsa italiana in netto calo con bancari e petroliferi: Ftse Mib -1,15%. Borsa italiana in netto calo con bancari e petroliferi: Ftse Mib -1,15%. Mercati azionari europei in ribasso. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, Nasdaq Composite +0,2%. A Milano il Ftse Mib ha terminato a -1,15%, il Ftse Italia All-Share a -0,95%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,46%, il Ftse Italia Star a +0,57%. Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della BCE ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%. Quanto alle misure non convenzionali di politica monetaria, il Consiglio direttivo conferma che intende proseguire gli acquisti netti di attività, condotti al nuovo ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione. Mario Draghi, presidente della BCE, durante la conferenza stampa ha affermato che, nonostante il fatto che la ripresa ciclica nell’area dell’euro sia sempre più…

Riforma fiscale Trump: gli effetti sulle aziende
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Ieri Trump ha festeggiato i suoi primi 100 giorni di presidenza annunciando la riforma fiscale, la più imponente dell’ultimo secolo: sebbene i dettagli siano ancora poco chiari e tutt’altro che definitivi, gli effetti sulle società quotate negli States e sulle aziende del resto del mondo saranno enormi, con conseguenze sul dollaro, su tutto il sistema internazionale dei cambi e a ruota sui tassi d’interesse. Ieri Trump ha festeggiato i suoi primi 100 giorni di presidenza annunciando la riforma fiscale, la più imponente dell’ultimo secolo: sebbene i dettagli siano ancora poco chiari e tutt’altro che definitivi, gli effetti sulle società quotate negli States e sulle aziende del resto del mondo saranno enormi, con conseguenze sul dollaro, su tutto il sistema internazionale dei cambi e a ruota sui tassi d’interesse. Saranno proprio questi dettagli a chiarire le conseguenze sul mercato.Certamente tra le imprese che beneficeranno del taglio delle aliquote dal 35% al 15% ci sono quelle società che attualmente pagano aliquote elevate: a godere maggiormente della spinta della riforma saranno quelle società con una redditività stabile o in miglioramento. Per esempio Charles Schwab, UnitedHealth e SVB Financial Group. (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Digital Magics: ok soci all'emissione di 1.643.278 warrant
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

L’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti di Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana (simbolo: DM), si è riunita in data odierna, a Milano presso la sede sociale, sotto la Presidenza del Dott. L’Assemblea Ordinaria e Straordinaria degli Azionisti di Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana (simbolo: DM), si è riunita in data odierna, a Milano presso la sede sociale, sotto la Presidenza del Dott. Alberto Fioravanti. L’Assembla, in sede ordinaria, ha deliberato quanto segue: approvazione del Bilancio d’Esercizio chiuso al 31 dicembre 2016 e copertura perdita d’esercizio. L’esercizio 2016 si è chiuso con un Valore della Produzione pari Euro 2,9 milioni (Euro 2,6 milioni al 31/12/2015), EBITDA pari a Euro 333 mila (Euro 190 mila nel 2015) in crescita, risultato netto negativo per Euro 3,2 milioni (negativo per Euro 1,2 milioni al 31/12/2015) che verrà coperto mediante utilizzo, per corrispondente importo, della “Riserva da sovrapprezzo delle azioni”; conferma dell’Amministratore Dott. Stefano Molino, cooptato in data 13 febbraio a seguito delle dimissioni del Dott. Michele Novelli; Stefano Molino è Partner di Innogest SGR S.p.A. (tra i più importanti fondi italiani di venture capital…

La Polonia da oggi riceverà il gas naturale dagli Stati Uniti
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

La Polonia ha firmato il suo primo accordo per l’acquisto di gas naturale liquefatto da un fornitore statunitense. La Polonia ha firmato il suo primo accordo per l’acquisto di gas naturale liquefatto da un fornitore statunitense, un passo che aiuterà gli sforzi del paese a ridurre la propria dipendenza dalle consegne provenienti dalla Russia. La ditta che fornirà il gas è la Cheniere Energy (LNG), la quale fornirà le prime forniture di giugno a un terminale di gas naturale liquefatto (LNG) a Swinoujscie sulla costa baltica, costruito lo scorso anno. Il primo ministro Beata Szydlo ha detto che l’accordo aiuta la Polonia a ridurre la sua dipendenza dalle consegne provenienti dalla Russia. Il paese ha cercato di ridurre la sua dipendenza da Mosca, perchè la Russia ha usato il combustibile come strumento per la pressione su alcuni paesi della regione in passato. Il terminale Swinoujscie ha una capacità annua iniziale di cinque miliardi di metri cubi di gas naturale, ma questo potrebbe presto salire a 7,5 miliardi di metri cubi – circa il cinquanta per cento del consumo di gas corrente della Polonia. L’impianto costa 720 milioni di euro (785 milioni di dollari). Tra i passi più importanti c’è stata…

Lettera finanziaria. In fotocopia alla precedente
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Ancora un apertura, prevista, negativa, un pò più della precedente, ma con risultato finale ancora in sostanziale parità. Ancora un apertura, prevista, negativa, un pò più della precedente, ma con risultato finale ancora  in sostanziale parità. Questa volta, l’aiuto nella seconda parte della seduta è arrivato da Fca, che dopo aver sostato per più sedute in area 9/9,50 è scattata fin sopra i 10,50, dopo gli eccellenti risultati del gruppo, in particolare di Ferrari e Maserati.  Si parla inoltre di scorporo di Jeep e Ram e questo ha ulteriormente messo le ali al titolo. Mantenere e coprire però dal rischio oscillazioni. Mercati in generale un pò più calmi e previsti anche oggi, almeno in apertura, moderatamente negativi. Sempre in ulteriore allungo le due promesse/scommesse 2017/2018, cioè Elen, ormai sui 32 euro e che va mantenuta, nel suo zoccolo duro, accumulato su nostre indicazioni mediamente fra i 10/11 e 14/15 euro nel 2015/2016, per lo meno fino allo stacco dividendo previsto in 0,40 euro. La parte più veloce nel recupero dai minimi del 2016 a 3,50, la sta facendo Tamburi, ora ben sopra i 5 euro, e che sembra aver preso piano piano il testimone, proprio da Elen, come avevamo consigliato…

A Piazza Affari c'è spazio per ulteriori rialzi?
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

La vittoria al primo turno delle elezioni francesi del candidato centrista e filoeuropeo Macron ha portato una ventata di ottimismo sui mercati. La vittoria al primo turno delle elezioni francesi del candidato centrista e filoeuropeo Macron ha portato una ventata di ottimismo sui mercati, inclusa Piazza Affari, che ha aperto lunedì mattina in forte rialzo, proseguito poi nelle giornate di martedì e in parte mercoledì. A livello grafico su timeframe giornaliero abbiamo completato il pattern testa e spalle rovesciato, di implicazione rialzista, con un break deciso di area 20130 ed un movimento che ha raggiunto il massimo a 20.560 punti. In realtà già nella giornata di martedì il mercato ha fatto fatica a muoversi con decisione a rialzo e c’è stato bisogno di andare a testare i supporti in aria 20.300 punti per vedere nuovi acquisti. Se ci spostiamo su un grafico orario notiamo che il mercato sta trovando una resistenza per ora importante in area 20.500, tanto da formare un pattern a doppio massimo decrescente. È difficile quindi per ora ipotizzare nuovi rialzi e se il mercato rompesse con decisione il livello di 20.300 punti (minimo di swing precedente), potremmo assistere ad un’ulteriore discesa, con primo target di 20.000…

Giappone: tassi e situazione macro
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Questa notte la Bank of Japan (BoJ) ha deciso di non intervenire sui tassi di interesse, lasciando così la propria politica monetaria ultra- espansiva invariata. Questa notte la Bank of Japan (BoJ) ha deciso di non intervenire sui tassi di interesse, lasciando così la propria politica monetaria ultra- espansiva invariata. Ad accompagnare la comunicazione uno statement contenente indicazioni contrastanti:  da una parte infatti la banca centrale prevede per il medio periodo una crescita stabile (anche grazie alla preparazione delle olimpiadi di Tokyo 2020 ), dall’altra individua una serie di incognite (come le nuove politiche protezioniste americane, la Brexit ed altre situazioni geopolitiche considerate sensibili) che rappresentano un elemento fortemente destabillizante. La BoJ sta continuando ad iniettare nel mercato enormi quantità di denaro attraverso il Quantitative Easing con l’obiettivo di riportare l’inflazione al target del 2%. I risultati però faticano a concretizzarsi dal momento che le ultime rilevazioni hanno mostrato una crescita dei prezzi ferma allo 0,3%. Vero è che da settembre la BoJ ha modificato la proria direzione adottando una “yield targeting strategy” di cui ancora però non si sono visti i risultati. Quello che invece appare chiaro, e proccupante, sono gli effetti di tali politiche sul debito pubblico, al…

Nokia: fine del consolidamento
Finanza/Economia / 28 aprile 2017

Sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target. Pivot point (livello di invalidazione): 4,70. La nostra valutazione: posizioni lunghe sopra 4,70 con target a 5,20 e 5,35 in estensione. Scenario alternativo: sotto 4,70 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 4,15 e 3,70 di target. Commento tecnico: l’RSI è misto a una tendenza al rialzo. Codice ISIN: IT0005236606 Tipo: Call Strike: 5 EUR Scadenza: 13.09.2017 Denaro: 0.0380 EUR Lettera: 0.0395 EUR Delta%: 47 kV: 565 fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml