WISE acquisisce Aleph leader mondiale nel settore della stampa digitale
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Aleph annuncia la firma di un contratto vincolante per la cessione di una quota di maggioranza del capitale a Wise SGR S. Aleph annuncia la firma di un contratto vincolante per la cessione di una quota di maggioranza del capitale a Wise SGR S.p.A. – in nome e per conto del fondo Wisequity IV. Wise SGR è una società di gestione di fondi di private equity leader nel segmento delle PMI che ha maturato una notevole esperienza nel settore della stampa digitale anche grazie all’investimento in JK Group, azienda leader nella produzione di inchiostri per la stampa digitale, ceduta nel 2015. *Aleph *si sta affermando come azienda leader nel settore della stampa digitale, offrendo non solo stampanti industriali per la stampa inkjet di grandi dimensioni per applicazioni tessili e su altri supporti, ma anche di sistemi di asciugatura, software e materiali di consumo. Negli ultimi 18 anni, Aleph ha installato oltre 400 plotter digitali e fornito ai clienti prodotti correlati in Italia e all’estero. Nel 2015 l’azienda ha lanciato con successo la nuova serie di stampanti a grande formato LaForte e da allora contribuisce all’ulteriore digitalizzazione del mercato tessile. Oltre a sviluppare e produrre prodotti di ultima generazione per tutti…

Prysmian: il commento di Equita sull'accordo con Verizon
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Gli analisti di Equita SIM ricordano che il business Telecom rappresenta il 23% dell’adjusted EBITDA di Prysmian ed è il principale driver di crescita Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per Prysmian che, dopo aver guadagnato oltre un punto percentuale venerdì scorso, oggi si è fermato a 26,84 euro, con un progresso dello 0,15%. Bassi i volumi di scambio visto che a fine sessione sono transitate circa 850mila azioni, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a poco più di 1 milione di pezzi. Prysmian ha firmato un importante accordo di fornitura con l’americana Verizon Communications per supportare l’espansione della rete ottica dell’operatore telefonico che favorirà lo sviluppo dei servizi 5G, migliorando allo stesso tempo la capacità 4G LTE della rete a banda larga. Il contratto ha un valore di circa di 300 milioni di dollari e prevede la fornitura di 17 milioni di km di fibra di cavi, e avrà una durata di 3 anni. Prysmian effettuerà un significativo investimento nel 2018 per adeguare la propria capacità produttiva di cavi ottici in Nord America per supportare sia il progetto Verizon sia la crescita degli investimenti dei principali operatori di telecomunicazioni…

Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,46%
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Euro Stoxx 50 -0,46%;Francoforte (DAX) -0,18%;Parigi (CAC 40) -0,91%;Londra (FTSE 100) +0,05%. Euro Stoxx 50 -0,46%;Francoforte (DAX) -0,18%;Parigi (CAC 40) -0,91%;Londra (FTSE 100) +0,05%. (SF – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

DiaSorin: risultati in crescita nel primo trimestre
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Il Consiglio di Amministrazione di DiaSorin S. Il Consiglio di Amministrazione di DiaSorin S.p.A. (FTSE Italia Mid Cap: DIA), leader globale nella produzione di test diagnostici, riunitosi oggi, ha: – esaminato ed approvato i risultati economici e finanziari consolidati del 1° trimestre 2017; – esaminato ed approvato il nuovo Piano Triennale che verrà presentato alla Comunità Finanziaria in data 26 Giugno 2017; – in ottemperanza alle prescrizioni del vigente Codice di Autodisciplina, ha valutato la sussistenza dei requisiti di indipendenza del Consigliere Fiorella Altruda, nominata con delibera assembleare dello scorso 27 Aprile. FATTURATO: € 157,5 milioni, +26,5% (+24,1% a cambi costanti) EBITDA: € 62,5 milioni, +32,4% (+30,0% a cambi costanti). Incidenza sul fatturato: 39,7% EBIT: € 50,0 milioni, +31,0%. Incidenza sul fatturato: 31,7% UTILE NETTO: € 32,9 milioni, +33,2%. Incidenza sul fatturato: 20,9% POSIZIONE FINANZIARIA NETTA: +€ 114,1 milioni al 31 marzo 2017 (€ 71,2 milioni al 31 dicembre 2016) FREE CASH FLOW: € 43,6 milioni nel 1° trimestre 2017 (+€ 15,2 milioni rispetto al 1° trimestre 2016) – LIAISON/LIAISON XL: saldo netto nel 1° trimestre 2017 pari a +173 unità (+185 installazioni di LIAISON XL e -12 di LIAISON); raggiunte 7.035 unità complessive al 31 marzo 2017, di cui…

Mediaset (+1,1%): domani i conti del trim1
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

In rialzo Mediaset alla vigilia del cda sui conti del primo trimestre 2017: c’è attesa soprattutto per quanto riguarda i dati sulla raccolta pubblicitaria. In rialzo Mediaset alla vigilia del cda sui conti del primo trimestre 2017: c’è attesa soprattutto per quanto riguarda i dati sulla raccolta pubblicitaria. Intanto i sindacati e il comitato di redazione del TG5 si dichiarano sorpresi per le indiscrezioni del fine settimana relative all’ipotesi di trasferimento da Roma a Milano del telegiornale di punta dei canali del gruppo di Cologno Monzese. (SF – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Analisi DAX Xetra
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Siamo anche a 6 candele mensili consecutive al rialzo. Il minimo fatto lunedì 09 marzo 2009 al prezzo di 3588,89 di cash, ha portato alla nascita di un nuovo bull-market, e il massimo storico di questi giorni ne è la testimonianza. Analizzando l’indice con i vari angoli mensili si noterà che l’angolo “0” che parte dal livello “0” di prezzo e tracciato in corrispondenza della data di minimo del 09 marzo 2009 passa dopo 98 mesi sul livello di 12544 punti praticamente sui livelli attuali. Osservare il grafico: La rottura inoltre del massimo del 2015 di 12390,75 di cash, ha fatto girare nuovamente al rialzo la swing-chart-yearly con il bottom del 2016 pari a 8699,29 che funge ora da supporto primario. Il primo target al rialzo si trova nell’area tra 12723,03 e 12836,15 praticamente centrato visto il massimo storico fatto al prezzo di 12762,04, e in estensione fino a 13125 punti. Da notare che oggi siamo a 180 giorni solari dal minimo del 09 novembre 2016 di 10174,92 e a 90 giorni solari dal minimo dell’8 febbraio 2017 di 11479 punti. Siamo anche a 6 candele mensili consecutive al rialzo. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Toro scatenato
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Analizzando il tempo trascorso tra i successivi minimi dei cicli trimestrali, è evidente come le durate siano state regolari e in armonia. Dall’ultimo minimo del febbraio 2016, “concertato” tra tutti i listini azionari, in Europa e negli Stati Uniti, è iniziata una fase che, sinora, registra dinamiche temporali asimmetriche tra le principali piazze azionarie. Analizzando il tempo trascorso tra i successivi minimi dei cicli trimestrali, è evidente come, pur avendo avuto intensità diverse, le durate siano state regolari e in armonia. Caratteristica che, invece, inizia a mancare nella fase attuale con un ciclo temporale che ad oggi (120 giorni circa) è ben oltre la durata media dei due precedenti cicli trimestrali (96 giorni). GRAFICO VOLUMETRICO EUROSTOXX Dal grafico dell’indice EUROSTOXX dell’ultimo anno, è evidente un chiaro trend rialzista che dal minimo dello scorso fine giugno recupera oltre il 35% del valore, rivedendo i livelli dell’agosto 2015. Struttura rialzista che per intensità rispecchia quanto sta accadendo anche sul nostro indice FTMIB, così come per gli altri due principali indici europei, il tedesco DAX e il francese CAC40. Condizione simile anche Oltreoceano, con gli indici S&P500 e DOW JONES che ballano sui massimi storici assoluti, mentre il tecnologico NASDAQ continua a tracciare…

Quattro volte il PIL degli Stati Uniti
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

La straordinaria galoppata dei mercati azionari mondiali prosegue. La straordinaria galoppata dei mercati azionari mondiali prosegue. La settimana passata la capitalizzazione globale delle borse ha sfiorato i 73 trilioni di dollari: una somma di denaro pari a quattro volte il PIL annuale degli Stati Uniti. Merito in parte del “muro di paura” che pazientemente i Tori hanno tirato su negli ultimi otto anni, inducendo un sano livello di scetticismo che ha favorito una crescita lenta, ma costante delle quotazioni azionarie: la volatilità delle 23 borse più sviluppate al mondo, incluse nel MSCI World, è scesa ai livelli più bassi perlomeno degli ultimi vent’anni, favorendo un tranquillo sfondamento dei massimi del 2007 e del 2015. E i trader, si sa, adorano comprare le rotture rialziste. Si dirà: ma il merito è anche dell’andamento confortante del ciclo economico, con i PMI manifatturieri situati oltre l’asticella dei 50 punti nel 90% delle economie mondiali. Vero, ma le borse sono meccanismi anticipatori, e scrutano l’orizzonte, non lo specchietto retrovisore. In effetti un elemento che sta suscitando dibattito, fra gli investitori, è costituito dal pesante ripiegamento del CESI negli Stati Uniti: le sorprese economiche sono state perlopiù negative, nelle ultime settimane, e ciò ha costretto…

Bper Banca: analisi tecnica
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Dopo essere sceso in area 4.27 euro, Banca Bper ha avviato un rimbalzo coinciso con i segnali di ripresa del settore. Dopo essere sceso in area 4.27 euro, Banca Bper ha avviato un rimbalzo coinciso con i segnali di ripresa del settore. Questo rally ha allentato le tensioni ma servirà un ulteriore sforzo per alimentare le possibilità di medio periodo. Una vittoria sopra la resistenza a 5.54 euro (in chiusura) fornirebbe una buona indicazione proiettando obiettivi a 5.85 e 5.93 euro (2° target 6.07 euro). Sul fronte opposto, discese fino a quota 5.0 euro resteranno compatibili con l’ipotesi rialzista; sotto invece potrebbe scattare un primo segnale di incertezza che potrebbe anticipare il ritorno del titolo bancario a 4.90 e successivamente, con quest’ultima rottura, fino a  4.81 euro (livello fondamentale per evitare nuovi ribassi con primo target a 4.61 euro). Il titolo in 6 mesi ha guadagnato il 30%, il 13% in 12 mesi, -24% in 3 anni e +42% in 5 (dal 2000 ad oggi -63%). Williams R: Ipercomprato. Medie mobili esponenziali Il prezzo è collocato al di sopra di Ema20, quest’ultima è superiore a Ema50; entrambe sono superiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto…

Ftse Mib, area di target raggiunta?
Finanza/Economia / 9 maggio 2017

Dopo il risultato del primo turno delle elezioni francesi, il nostro indice, come tutta l’Europa, ha avuto un forte slancio rialzista. Dopo il risultato del primo turno delle elezioni francesi, il nostro indice, come tutta l’Europa, ha avuto un forte slancio rialzista, la vittoria di Emmanuel Macron del partito En Marche!, rispetto a Marine Le Pen del Fronte Nazionale, secondo i sondaggi, sembra ormai scontata, e anche i mercati sembrano pensarla allo stesso modo, ma dove potrebbe arrestarsi questa salita? Quale potrebbe essere dunque l’area di target da monitorare? Come sempre, per individuarla, ricorriamo allo studio dei grafici attraverso l’analisi tecnica. Iniziamo da lontano utilizzando il time frame mensile, possiamo notare come unendo il minimo di Marzo 2009 con quello di Luglio 2012, otteniamo una trendline rialzista (linea verde), tracciando la sua returnline, ovvero la parallela della trendline appena creata, e proiettandola dal massimo del Febbraio 2011, otteniamo un canale rialzista (linee verdi); inserendo nel grafico anche i ritracciamenti di Fibonacci (linee tratteggiate in rosso), prendendo come riferimento tutto l’impulso ribassista, cioè quello iniziato a Maggio 2007 e conclusosi nel Marzo 2009, è interessante sottolineare come la trendline superiore del canale, sia prossima al 50% di Fibonacci, area resa ancor…