UN PALLONE: Riflessione del momento, senza tempo!
News / 5 giugno 2017

Dall’inserto cultura di oggi del Sole 24 Ore ho preso il passaggio che segue e che ho riportato integralmente. Con la scusa del “pallone”, quello giocato, si passa ad analisi molto più impegnative che vale la pena leggere, non dico condividere, ma almeno leggere. Si parla di  di una libertà perduta ma che io penso al massimo soltanto “smarrita” e di un amore confuso come il mero godimento sessuale. Insomma, anche qua, come sempre ci si costringe a combattere tra due linee di pensiero dove una parla di una vita terrena, normale e che interessa la maggior parte di noi, con tutti i limiti degli errori possibili, l’altra invece, parla dell’ideale forse possibile solo nella fantasia. Dico subito che io faccio parte della prima categoria, anche se mi sforzo di raggiungere come tutti quell’ideale nel quale tutti crediamo BUONA LETTURA —————————————————-UN PALLONE————————————————— Nata a Colonia nel 1929 in un a famiglia alto-borghese protestante, Dorothe SOLLE si dedicò ben presto agli studi umanistici che la condussero alla teologia della quale divenne docente universitaria sia a Magonza sia a New York. La sua fu una concezione di forte impronta sociale.: Cristo vero uomo ci rende presente e operante in noi il Dio…

BANCA D’ITALIA: Le “considerazioni” del Governatore Visco
News / 5 giugno 2017

  L’ultima Relazione che ho letto, fu’ quella dell’ex Governatore ed ormai Defunto C.A. Ciampi, già Presidente emerito della Repubblica. Come ogni anno, i contenuti di queste “Considerazioni finali” non sono dissimili, soprattutto nel perdurare di una grave crisi che va avanti da circa un decennio. Leggere la relazione mette tristezza, induce al pessimismo, perché i problemi sono tanti e le soluzioni, anche solo proposte, raramente si intravedono. Quest’anno è stato diverso, vuoi anche perché abbiamo assistito ad una serie di fallimenti bancari perlopiù provocati dal malaffare, cattiva gestione del credito e clientelismo a go’ go’. Ovviamente, in attesa di una indagine seria e complessiva del sistema bancario con la nomina di una Commissione d’inchiesta parlamentare – della quale almeno a chiacchiere è auspicata da molti –  salvo commentare fatti di cronaca giudiziaria possiamo dire poco, ogni tanto capita di ringraziare qualche fuga di notizia dai Tribunali, per ravvivare il clima. Per tali ragioni quest’anno ho voluto riprendere le vecchie abitudini ed ho dato una sbirciata all’intervento soffermandomi in  particolare su un passaggio riguardante “la causa e gli effetti della crisi degli intermediari”, indicati nella Relazione annuale del nostro Governatore e che riporto integralmente: “Gli effetti della crisi non potevano…

Il mercato non è ancora al sicuro: come posizionarsi ora?
News / 5 giugno 2017

Il Ftse Mib ha avviato un recupero dopo aver avvicinato area 20.500, senza riuscire tuttavia a riposizionarsi sopra i 21.000 punti. I titoli e i temi da seguire in avvio di settimana. Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa in progresso per le Borse europee che, dopo gli spunti positivi di giovedì, hanno continuato a guadagnare terreno. Il Ftse100 si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,05%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,47% e dell’1,25%. Fuori dal coro Piazza Affari che non è riuscita ad allinearsi al sentiment positivo degli altri mercati europei, o meglio lo ha fatto nel corso di buona parte della seduta, per poi arretrare e fermarsi poco sotto la parità. Il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.928 punti, in frazionale calo dello 0,04%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 21.156 e un minimo a 20.862 punti. Ancora una volta è negativo il bilancio settimana visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha ceduto l’1,33% rispetto al close del venerdì precedente. Il Ftse Mib riuscirà a tornare sui massimi dell’anno nel breve? In apertura di settimana le quotazioni del Ftse Mib hanno subito…