Chiusura borse europee: Euro Stoxx 50 -0,27%
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

Euro Stoxx 50 -0,27%;Francoforte (DAX) -0,35%;Parigi (CAC 40) -0,10%;Londra (FTSE 100) +0,35%. Euro Stoxx 50 -0,27%;Francoforte (DAX) -0,35%;Parigi (CAC 40) -0,10%;Londra (FTSE 100) +0,35%. (SF – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Borsa italiana poco mossa: Ftse Mib -0,03%
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

Borsa italiana poco mossa: Ftse Mib -0,03%. Borsa italiana poco mossa: Ftse Mib -0,03%. Mercati azionari europei incerti. Wall Street in lieve rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee, S&P 500 +0,10%, Nasdaq Composite +0,09%, Dow Jones Industrial +0,05%. A Milano il Ftse Mib ha terminato a -0,03%, il Ftse Italia All-Share a +0,02%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,46%, il Ftse Italia Star a +0,52%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata odierna segnaliamo che negli USA l’indice Empire State Manufacturing a luglio è sceso a scende a 9,8 punti dai precedenti 19,8, deludendo le attese fissate a 15. Nell’eurozona l’inflazione finale a giugno si è attestata a +1,3% a/a, in linea con consensus e dato preliminare. Secondo quanto comunicato dall’Ufficio nazionale di statistica di Pechino, il Pil della Cina è cresciuto del 6,9% nel secondo trimestre 2017 come nei primi tre mesi dell’anno (e contro il 6,8% del quarto trimestre 2016). Il dato è superiore al 6,8% del consensus del Wall Street Journal. *Telecom Italia (+1,24%) prova a risalire la china *dopo il -2,72% di venerdì con cui il titolo ha annullato buona parte dei progressi visti nelle sedute precedenti. L’accelerazione ribassista accusata nel pomeriggio…

In due anni e mezzo distribuita ricchezza per 15 trilioni
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

La partecipazione al bull market resta pressoché corale. Se questi sono gli effetti nefasti del “Sell in May…”, che mese di maggio sia tutto l’anno. Wall Street accantona le incertezze e sale venerdì ad un nuovo massimo storico: lo fa in pompa magna, con S&P500, Dow Jones, Russell 2000 e NYSE A/D Line su nuovi picchi assoluti, e con il Nasdaq ad un passo dalla vetta. Naturalmente in ottica prospettica non necessariamente questa impresa è da salutare con favore; ma la circostanza appunto sottolinea come l’analisi stagionale vada collocata nel giusto contesto: nell’Outlook per il secondo semestre – pagina 96 e seguenti – appunto abbiamo evidenziato come un semestre tipicamente infausto (maggio-ottobre), risulti di tutt’altro tenore quando si proviene da setup benigni, come quelli registrati lo scorso inverno. Rimandiamo al rapporto strategico per il secondo semestre, per i dettagli delle performance su cui possiamo contare. La partecipazione al bull market resta pressoché corale. Il MSCI World raggiunge un nuovo massimo storico, e la capitalizzazione complessiva delle borse mondiali sale 77 trilioni di dollari: il 102% del PIL. Risale al 2014 il momento in cui il precedente picco assoluto del 2007 fu ritoccato: sono passati tre anni e mezzo e quella…

Telecom Italia: come comportarci?
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

Il titolo azionario Telecom Italia mostra attraverso il quadro tecnico interessanti informazioni per pianificare la nostra operatività. Il titolo azionario Telecom Italia mostra attraverso il quadro tecnico interessanti informazioni per pianificare la nostra operatività. Dal punto di vista grafico, è possibile individuare in maniera chiara e precisa quelli che sono i punti dove lavorare, sia per quanto riguarda investimenti di breve che lungo termine. All’interno di questa video analisi osserveremo le dinamiche di prezzo fornite dal titolo, attraverso il grafico giornaliero. Saranno fornite ipotesi su quello che potrebbe essere il comportamento del titolo nelle prossime sedute, e quali punti prendere in considerazione per investimenti di breve e lungo termine. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Volume Cluster: un approccio innovativo
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

Il Volume Cluster è una tipologia di grafico che più di altri accende un faro sulla reale attività del mercato. Il Volume Cluster è una tipologia di grafico che più di altri accende un faro sulla reale attività del mercato, permettendo di vedere quel che realisticamente accade in fase di scambio volumetrico e il perché della formazione di un prezzo. Scendendo più nel dettaglio, il “Volume Cluster” è “plotting” che da al trader la possibilità di vedere come gli operatori scalino i prezzi e come in funzione di essi, posizionino i volumi da tradare. Sapere in anticipo se il mercato è più venduto che comprato, leggendo i valori dentro ogni singola barra, dà all’operatore maggior consapevolezza sulla situazione del sentiment sottostante, ponendolo in condizioni di vantaggio per condurre in porto le sue operazioni. In sintesi, solo usando il “Volume Cluster”, alimentato da un flusso dati Tick by Tick di indiscussa qualità, punto di forza della nostra piattaforma, ci si può permettere il lusso di tradare il mercato in “real time”. Il “Volume Cluster” consente al trader: di vedere realisticamente lo scontro tra le correnti rialziste e ribassiste presenti sul mercato, rappresentate da istogrammi orizzontali di diverso colore, inserito in un…

Bond oggi: quattro in dollari con yield fino all’8,6%
Finanza/Economia / 18 luglio 2017

La debolezza della valuta ridà “appeal” alle emissioni nel biglietto verde. Una loro selezione impostata su un parametro: prezzo sulla pari.  Ha finalmente trovato il punto di arrivo? Il cross euro/dollaro si è fermato sulla forte resistenza degli 1,14, che più volte negli anni scorsi ha segnato il traguardo di movimenti ribassisti per il biglietto verde. Poi l’ha leggermente superata, chiudendo venerdì a 1,1469. Difficile dire se gli 1,14 faranno da barriera, sebbene la forza del movimento sia apparsa molto più decisa rispetto al passato. Una rottura è quindi ipotizzabile, ma con margini sempre minori di proseguimento del trend, benché alcuni analisti non escludano punte fino a 1,20. In questo quadro il ricollocamento su obbligazioni in $ comincia a riscuotere interesse, nonostante occorra pure considerare tutto quanto sta avvenendo attorno al rialzo dei tassi da parte della Fed. Ecco allora una selezione di quattro emissioni con quotazioni più prossime possibili alla parità.  Per chi opera sul Mot Gira attorno a 100, pur essendo scesa sotto nei giorni scorsi, la quasi esordiente Banca Imi senior tasso fisso: cedola 3% – scadenza 5/7/2023 – Isin XS1639080933 – lotto 2.000 Usd – importo 300 milioni di Usd. E’ inevitabilmente esposta al rialzo dei…

Migranti, ecco le Ong finanziate dalla fondazione di Soros
News / 18 luglio 2017

Il sito web di Luca Donadel, il videoblogger salito alla ribalta per un video che mostrava in modo accattivante come le navi delle Ong operino a poca distanza dalle coste libiche, torna a occuparsi del tema dell’immigrazione: questa volta, però, l’indagine punta a svelare il coinvolgimento di George Soros nelle organizzazioni che appoggiano la “politica dell’accoglienza” in Italia. Secondo quanto si legge sul sito, una fitta mappa di organizzazioni attive nel Mediterraneo (come la Moas) così come altre impegnate a fare opinione per garantire una società più aperta nei confronti degli stranieri, hanno ricevuto fondi dalla Open Society Foundations di George Soros (vedi foto). Si tratta dello stesso finanziere che, nel 1992 si rese protagonista di una speculazione contro la lira che mise il Paese sull’orlo della bancarotta. “Il filo logico che lega la maggior parte delle associazioni, anche le più piccole, è il legame più o meno diretto con la Open Society Foundations di George Soros”, scrive l’autrice del pezzo, Francesca Totolo, “il filantropo finanzia con ingenti somme l’attività delle stesse o le sostiene nello sviluppo di alcuni progetti”. Senza speculare sulle ragioni che stanno alla base di tali finanziamenti, va riconosciuto che la ricerca ha messo in evidenza come…

Boeri: pensione a 70 anni o saltano conti dell’Inps
News / 18 luglio 2017

ROMA (WSI) – Lo stop all’aumento dell’età pensionabile per l’adeguamento alla speranza di vita dal 2019 non piace al presidente dell’Inps Tito Boeri che definisce il blocco pericolosissimo e ricorda al governo e ai sindacarti che se non si alzerà l’asticella dell’età pensionabile a 70 anni, i conti dell’Inps rischiano di saltare. Nel corso di una lunga intervista a Il Sole 24 ore, il numero uno dell’istituto nazionale di previdenza sociale sottolinea come la cifra da spendere per lo stop ammonta a circa 141 miliardi da qui al 2035 contro 1,2 miliardi ipotizzati qualche giorno fa da fonti vicine al dossier previdenziale oggetto del tavolo di confronto tra governo e sindacati nelle ultime settimane. Sono 141 miliardi di spesa in più che, secondo Boeri, si tradurranno in un aumento del debito pensionistico implicito italiano, “dato che l’uscita prima del previsto non verrebbe compensata, se non in minima parte, da riduzioni dell’importo delle pensioni”. Un tale esborso maggiore del genere sarebbe deleterio, tenuto conto che nel 2017 la spesa per previdenza e assistenza è stimata al 20,2% del Pil. Se si aggiunge quella sanitaria, si raggiunge il 23%: si tratta di risorse destinate alla popolazione anziana, mentre “l’Istat ci ha ricordato…

Turismo: visite record nel 2017, buone notizie per Pil
News / 18 luglio 2017

L’estate del 2017 sarà da incorniciare per il settore del turismo: lo rivela un’analisi della Coldiretti secondo la quale la stagione sarà la migliore del decennio. Già la prima parte dell’anno aveva, con i suoi 369 milioni di turisti internazionali, segnato il record degli ultimi 12 anni: un incremento del 6% rispetto all’anno scorso. Secondo Confesercenti, il turismo è un settore chiave per l’economia italiana, la terza dell’area euro, con un valore, tra contributi diretti, indiretti ed indotti, superiore all’11% del Pil. Nonostante l’euro in rafforzamento due stranieri su tre decidono di visitare l’Italia innanzitutto per il suo patrimonio agroalimentare; per gli italiani, invece, prevale la combinazione di ambiente, cultura e buon cibo. Non per niente l’Italia è leader nel turismo enogastronomico: forte di quasi 60mila aziende agricole biologiche, 292 specialità Dop/Igp, 22mila agriturismi, 10mila agricoltori in vendita diretta con Campagna Amica. Il trend del turismo in crescita è allargato anche tutti il blocco dell’Europa mediterranea con visite in crescita del 9% quest’anno per Spagna, Grecia ed Italia (nel 2016 l’incremento era stato solo dell’1%). La percezione di maggiore sicurezza rispetto ad altri Paesi concorrenti sta giocando a favore dell’Italia, spiega Coldiretti, che nota come anche gli italiani preferiscano restare nei più…

Cina: Pil batte attese, ma Shanghai cede 2,5%. Dubbi di Schroders
News / 18 luglio 2017

Le notizie positive sulla crescita del Pil non sono bastate. Il mercato di Shanghai, seppure in recupero nel finale (-0,89%), è arrivato a perdere fino al 2,5%. L’indice delle Small Cap ChiNext ha accusato una contrazione di addirittura il 5,1% e ora è del 16% sotto i livelli di inizio anno, ai minimi da gennaio 2015. La paura di una stretta delle autorità di regolamentazione dei mercati ha spinto i grandi azionisti a ridurre in fetta la propria esposizione e questo ha gettato gli investitori nel panico. Secondo alcuni analisti sentiti da MarketWatch, il ribasso della Cina continentale deve essere ricondotto al fatto che Banca centrale della Cina ha iniettato 140 miliardi di yuan (20,68 miliardi di dollari) sul mercato interbancario, la più importante manovra di questo tipo dallo scorso 6 giugno. “Se tutto va bene, non c’è bisogno di iniettare liquidità. Ma se la banca centrale lo fa, deve esserci una ragione profonda” ha spiegato Hao Hong, managing director e capo della ricerca a Bocom International. Secondo gli economisti interpellati da Marketwatch, il rosso della borsa di Shanghai sarebbe stato più profondo se oggi il governo non avesse annunciato un Pil in rialzo del 6,9% nel secondo trimestre,  meglio delle stime degli analisti (6,8%) e confermando il…