Unipol chiude in rosso e snobba le indicazioni di Bca IMI
Finanza/Economia / 12 agosto 2017

Il titolo non è stato in alcun modo aiutato dalle buone notizie arrivate da Banca IMI che continua a consigliarne l’acquisto. Le vendite di oggi a Piazza Affari non hanno risparmiato tra gli altri neanche Unipol che, dopo aver ceduto quasi due punti percentuali ieri, quest’oggi ha continuato a perdere terreno. Il titolo si è fermato a 3,816 euro, con un ribasso del 2,2% e circa 2,5 milioni di azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 6 milioni di pezzi. Unipol non ha beneficiato in alcun modo delle positive indicazioni arrivate da Banca IMI, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione “buy”, alzando il prezzo obiettivo da 4,6 a 4,8 euro. Gli esperti vedono un profilo di rischio più sicuro per l’equity story di Unipol dopo la pulizia del portafoglio bancario e la riorganizzazione del business annunciata a fine giugno. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Supercar: le 10 auto più care al mondo nel 2017
News / 12 agosto 2017

Viaggiano su quattro ruote come le cugine più povere, ma hanno ben poco a che fare con quello che si intende comunemente per auto. Stiamo parlando delle supercar: a distinguerle, oltre al prezzo, anche le prestazioni e il design. Prodotte in numero limitato, per aggiudicarsele bisogna tirar fuori milioni di dollari. Le 10 più care nel 2017? Hanno prezzi compresi tra gli 1,9 e i 3,7 milioni di dollari. Le ha messe in fila il sito The Drive, che ha confermato al primo posto la McLaren P1 LM. Nella top 10 spiccano anche due Ferrari. Ecco la lista completa: 10. Koenigsegg Regera – $1.9 milioni 9. Ferrari LaFerrari Aperta — $2.2 milioni 8. McLaren P1 GTR — $2.59 milioni 7. Bugatti Chiron — $2.6 milioni 6. Pagani Huayra BC — $2.8 milioni 5. Ferrari Pininfarina Sergio — $3 milioni 4. Aston Martin Valkyrie — $3 milioni 3. Lamborghini Veneno Roadster — $3.3 milioni 2. Lykan HyperSport — $3.4 milioni 1. McLaren P1 LM — $3.7 milioni L’articolo Supercar: le 10 auto più care al mondo nel 2017 sembra essere il primo su Wall Street Italia. fonte: http://www.wallstreetitalia.com/feed/

Ministro Lavrov: “C’è un piano russo – cinese per disinnescare la crisi della Corea”
News / 12 agosto 2017

“Esiste un piano comune russo – cinese per disinnescare la crisi nordcoreana, secondo cui la Corea del Nord bloccherà i propri test missilistici mentre gli Stati Uniti e la Corea del Sud smetteranno le esercitazioni su larga scala”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, dopo l’escalation della tensione fra Stati Uniti e Corea del Nord, con la minaccia di Kim Jong Un di attaccare entro Ferragosto la base militare americana di Guam e la violenta risposta del presidente Usa Donald Trump. Non è chiaro se la Russia o la Cina abbiano condiviso questo piano con gli Stati Uniti o la Corea del Sud, secondo quanto scrive Cnbc la risposta probabile è no. Lavrov ha incoraggiato Pyongyang e Washington ad aderire al piano sul doppio congelamento dei test missilistici e delle esercitazioni militari come base per sedersi al tavolo e ricominciare tutto dall’inizio. Per Lavrov il piano potrebbe essere un punto di inizio verso la firma di un documento che sottolinei il rispetto per la sovranità di tutte le parti coinvolte, inclusa la Corea del Nord. Lavrov ha detto anche che il rischio di un conflitto sul programma nucleare della Corea del Nord è molto alto e…

Amazon alla conquista del mercato alimentare. Test per nuova tecnica conservazione cibi
News / 12 agosto 2017

Dopo l’acquisizione della catena di supermercati biologici Whole Foods a giugno 2017, Amazon continua a fare passi avanti nel mercato alimentare. L’azienda di Jeff Bezos avrebbe iniziato i test per lanciare un nuovo modo di conservazione dei cibi che non prevede l’utilizzo del congelatore. La nuova tecnica si baserebbe sulla tecnologia sviluppata per l’esercito statunitense. Si chiama MATS, microwave assisted thermal sterilization, e permetterebbe al colosso delle vendite online di non doversi occupare della refrigerazione dei prodotti. La tecnica prevede che il cibo pronto sia confezionato in pacchetti sigillati di alimenti con acqua pressurizzata. Per poterlo consumare, basta scaldarlo nel forno a micro onde per alcuni minuti per eliminare i batteri. Questa soluzione permetterebbe di mantenere i cibi più saporiti. Amazon ha promesso la consegna dei primi nuovi cibi pronti, come lo stufato di manzo o la frittata di verdure, già per il prossimo anno e l’azienda ha già iniziato trattative per questo obiettivo. I piatti potrebbero essere offerti a prezzi abbastanza economici, soprattutto rispetto al cibo da asporto dai ristoranti. Potrebbero rimanere sugli scaffali anche per dieci anni, il che li renderebbe adatti al modello di consegna di Amazon. La fornitura dei nuovi prodotti si baserebbe sul servizio Amazon…

Politica: Un oracolo di sventura al giorno
News / 12 agosto 2017

  Finora c’era il duo “Cuperlo & Orlando” a tenerci svegli, a dirci ogni 15 minuti che bisognava cercare alleanze a sinistra. Con l’intervista a “Repubblica” di oggi di Francesco Rutelli, abbiamo trovato un altro “oracolo dell’unità” a prescindere o, potremo anche chiamarla “unità a tempo perso, vuoto a perdere”! Quali sono i cespugli o le sterpaglie da unire? Ma certo, quelli dell’accozzaglia, quelli che vogliono la palude, quelli che stanno in Parlamento da trent’anni  ed ai quali gli piace “smacchiare gli giaguari, Portare i tacchini sui tetti, Pettinare le bambole o tenere le Mucche nei corridoi”. Il nostro nuovo oracolo, ha tuonato: “” L’ unica strada da percorrere per il Pd è quella di “un centrosinistra ampio” se non ci si vorrà rassegnare a “sconfitta sicura”. “Il Pd – argomenta – da solo non ha i numeri, è in rotta di collisione coi suoi alleati, sia a sinistra che al centro. I poli sono tre, la legge elettorale è proporzionale. Senza un colpo d’ala, ci attendono sei mesi di urli in campagna elettorale e poi un governo di larga coalizione”. Finiremo di nuovo a destra? “Sto dicendo che se trova un buon candidato premier, Berlusconi può certamente vincere”. Pensa che Renzi dovrebbe aprire…

Settembre e gennaio sono i mesi in cui si trova più lavoro. Ecco dove
News / 12 agosto 2017

Prevedibile, forse, ma ora provato dai dati. Secondo il rapporto dell’osservatorio statistico dei consulenti del lavoro “Le opportunità occupazionali dopo il periodo estivo” i mesi in cui le imprese assumono il maggior numero di lavoratori sono settembre e gennaio. Negli ultimi tre anni, fra settembre e ottobre si è registrato il 21% delle assunzioni annuali, circa 725 mila posti di lavoro, senza considerare i contratti in somministrazione. Quali sono i motivi di questi picchi? Il settore pubblico concentra la gran parte delle assunzioni (il 44,2%) a settembre, insieme all’inizio dell’anno scolastico. I datori di lavoro agricoli scelgono quasi un terzo dei nuovi impiegati a gennaio (29,7%) seguendo i cicli di produzione del settore. A settembre e ottobre aumenta anche il lavoro domestico, a causa delle richieste di assistenza e pulizia da parte delle famiglie che rientrano dal periodo estivo. In autunno il settore privato assume circa 400 mila nuove unità in media ogni anno. La domanda di lavoro dei datori si è rivolta soprattutto (31%) ai giovani fra i 25 e i 34 anni. Nell’anno in corso ci sarà un fattore nuovo che potrebbe comportare un aumento nel numero di assunzioni nel settore privato. L’aumento del Pil previsto per il…

Anche l’Italia è coinvolta nel caso delle uova contaminate
News / 12 agosto 2017

L’allarme è partito alcuni giorni fa ma sembrava non riguardare l’Italia. Le uova contaminate dal fipronil, un insetticida moderatamente tossico per la salute umana, sarebbero state prodotte da alcune aziende nei Paesi Bassi e Olanda. Ma ora la Commissione europea ha detto che ad essere coinvolti sono 15 Paesi europei, fra cui l’Italia, insieme a Svizzera e Hong Kong fra gli Stati fuori dall’Unione europea. Tutti questi Paesi avrebbero importato uova dalle imprese che hanno messo in commercio le uova contaminate. Dal Ministero della Salute spiegano però che le uova non sono state distribuite nel nostro Paese. L’utilizzo illegale del prodotto è quindi per ora confermato solo in Belgio, Olanda, Francia e Germania. Le autorità italiane avrebbero sequestrato prodotti di un’azienda francese che aveva usato le uova di uno degli allevamenti olandesi dove sono state denunciate uova contaminate. La Commissione ha convocato il 26 settembre una riunione con i ministri e le autorità interessate alla vicenda per discutere su come garantire al meglio la sicurezza alimentare. Il fipronil è un insetticida usato contro pulci e zecche che non può però essere utilizzato su animali destinati al consumo umano. Le aziende in questione situate in Belgio e Olanda lo avrebbero usato…

Buoni pasto, si cambia: cumulabili fino a otto e utilizzabili anche negli agriturismi
News / 12 agosto 2017

Da settembre, sarà più facile mangiare e fare la spesa con i buoni pasto. Che potranno essere spesi anche otto alla volta, alla cassa di un supermercato, in un bar o persino in un agriturismo e in un mercato. E’ i risultato dell’entrata in vigore del decreto emanato del ministero dello sviluppo economico e  pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 agosto, in vigore dal 9 settembre prossimo, che rende i buoni pasto spendibili praticamente ovunque. Come riporta Italia Oggi, Il buono pasto si potrà spendere anche negli agriturismi, negli ittiturismi, nei mercatini e negli spacci aziendali. Il suo valore è comprensivo dell’Iva prevista per le somministrazioni al pubblico di alimenti e bevande. I buoni sono utilizzati esclusivamente dai prestatori di lavoro subordinato, a tempo pieno o parziale, anche qualora l’orario di lavoro non prevede una pausa per il pasto, nonché dai soggetti che hanno instaurato con il cliente un rapporto di collaborazione anche non subordinato. Non sono cedibili, né cumulabili oltre il limite di otto buoni, né commercializzabili o convertibili in denaro e sono utilizzabili solo dal titolare. Per essere valido, il buono pasto in forma cartacea deve contenere le seguenti informazioni: codice fiscale – o ragione sociale – del datore di…

Trasferimento fraudolento di beni – Reato presupposto al riciclaggio
News / 12 agosto 2017

A volte, nel tentativo di sfuggire agli adempimenti fiscali, il contribuente viene tentato di simulare talune transazioni immobiliari o addirittura spostare risorse finanziarie in capo al prestanome. In situazioni della specie, si rischia il paradosso della “toppa peggiore del buco”! In base all’art. 11, primo comma, del D.Lgs. n. 74/2000, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, al fine di sottrarsi al pagamento delle imposte sui redditi o dell’IVA, ovvero di interessi o sanzioni amministrative relativi a tali imposte di ammontare complessivo superiore ad euro 50.000, aliena simulatamente o compie altri atti fraudolenti sui beni propri o altrui idonei a rendere in tutto o in parte inefficace la procedura di riscossione coattiva”. Il legislatore con il D.L. n. 78/2010, convertito con legge n. 122/2010, oltre ad aver ridotto la soglia ad euro 50.000 rispetto alla precedente di euro 51.645,69, ha introdotto una circostanza aggravante specifica, qualora le somme al cui pagamento il contribuente intende sottrarsi siano superiori ad euro 200.000. In tale ipotesi, la norma prevede la reclusione da uno a sei anni. La condotta sanzionata consistente nell’alienazione simulata o nel compimento di altri atti fraudolenti sui propri o su altrui beni idonei a rendere…

Nuova tegola per l’Atac, multa dall’Antitrust: “Troppe corse cancellate”
News / 12 agosto 2017

Ancora guai per l’Atac. L’Antitrust ha inflitto una multa da 3,6 milioni di euro alla società di trasporto di Roma a conclusione dell’istruttoria avviata a novembre a causa delle troppe corse cancellate senza avvertire gli utenti. Come si legge in una nota, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha accertato: “una  pratica commerciale scorretta nell’offerta del servizio pubblico di trasporto ferroviario nell’area metropolitana di Roma consistente nella falsa prospettazione, attraverso l’orario ufficiale diffuso presso le stazioni e nel sito internet, di un’offerta di servizi di trasporto frequente e cospicua, a fronte della sistematica e persistente soppressione di molte corse programmate, nonché nella omessa informazione preventiva ai consumatori in merito alle soppressioni previste”. Nel corso del procedimento – spiega l’Authority – sono emerse la “persistenza e la significatività del fenomeno relativo alla mancata effettuazione di molte corse programmate, dal 2010 ad oggi, che nella maggior parte del periodo ha raggiunto un’incidenza ben superiore a quella considerata fisiologica”. Come ricorda in un articolo del Corriere, Lorenzo Salvia: Intanto, in questi giorni il nuovo consiglio d’amministrazione dell’Atac dovrebbe fare chiarezza sul futuro della più grande azienda italiana nel settore del trasporto locale. E proprio oggi i Radicali depositeranno in Campidoglio le firme per il…