Banca Centrale Europea – Dal 2018 controlli “armonizzati”
News / 21 agosto 2017

Banca Centrale Europea – Dal 2018 controlli “armonizzati”   Un vecchio politico ormai defunto era solito ripetere che “a pensare a male si fa peccato ma spesso si indovina[1]” . A voler interpretare il nuovo corso del sistema dei controlli interni in ambito bancario alla luce delle più recenti indicazioni della BCE, sembra poter dire: “Avete sbagliato tutto negli anni passati, adesso i controlli li facciamo noi”. Finora l’occhio della Banca centrale era rivolto soltanto ad un numero limitato di istituti o gruppi bancari a livello europeo con più di 30 miliardi di asset ma a breve, le stesse regole saranno estese a 3200 banche, comprese quelle medio piccole. Insomma, con stress test e livelli minimi patrimoniali estesi alla maggioranza delle banche sul territorio italiano, numero 462 , delle quali ben 355 afferenti a banche di credito cooperativo il panorama complessivo è destinato a mutare. Con controlli sistematici di tale portata, svolti preventivamente, non ci dovrebbero essere più sorprese a vedere banche che falliscono nell’arco di una settimana. In pratica, stante alle prime indicazioni, si pensa ad un “approccio più deciso nella supervisione”, privilegiando in primo luogo, immagino, la correttezza e la trasparenza dei bilanci laddove effettivamente in grado, di…

Piazza Affari: avanti con i long, ma attenti ai temporali estivi
News / 21 agosto 2017

La salita del Ftse Mib per il momento viene frenata dall’ostacolo dei 22.000 punti, la cui rottura aprirebbe nuovi scenari rialzisti. I market movers da seguire in avvio di settimana. Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è chiusa in calo per le Borse europee che, dopo le vendite di giovedì hanno continuato a perder terreno, pur fermandosi a distanza dai minimi intraday. Il Ftse100 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,87% e dello 0,64%, mentre il Dax30 è calato dello 0,31%. Diversa la conclusione di Piazza Affari che è stata l’unica a chiudere gli scambi in positivo, con il Ftse Mib fermatosi sui massimi di giornata a 21.814 punti, con un progresso dello 0,12%, dopo aver toccato un minimo a 21.565 punti. In luce verde anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime quattro sedute (martedì il mercato italiano era chiuso per festività), il Ftse Mib ha guadagnato il 2,15% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib respinto ancora da area 22.000: le attese nel breve In apertura di settimana l’indice delle blue chips ha messo a segno un bel recupero spingendosi a poca distanza dall’area dei 21.800 punti. Nelle giornate di mercoledì e giovedì le quotazioni…