Piazza Affari: rialzo con il fiato corto o sorprese in vista?
News / 4 settembre 2017

Il Ftse Mib si avvicina nuovamente al test di area 22.000, oltre la quale si apriranno ulteriori margini di apprezzamento. Le attese per la prima seduta della nuova ottava. Anche l’ultima seduta della settimana si è conclusa con il segno più per le Borse europee che hanno guadagnato terreno per la terza giornata consecutiva. Il Ftse100 è rimasto indietro con un frazionale rialzo dello 0,11%, mentre hanno mostrato maggiore vivacità il Dax30 e il Cac40 che sono saliti rispettivamente dello 0,72% e dello 0,74%. A guadagnare più degli altri è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib fermarsi a 21.858 punti, con un vantaggio dello 0,87%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 21.885 e un minimo a 21.732 punti. Positivo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha guadagnato lo 0,52% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib di nuovo al test dei massimi dell’anno Il Ftse Mib ha provato in avvio di settimana a guadagnare terreno, salvo poi arretrare con decisione fino ad un passo dall’area dei 21.300 punti, già testata nell’intraday dell’11 agosto scorso. Da questo livello è partito un bel recupero che ha riportato le quotazioni…

Nel 2017 in Italia sono già morte sul lavoro 591 persone, e i casi aumentano 
News / 4 settembre 2017

Gli ultimi sono stati un operaio di 34 anni che è stato travolto e schiacciato da sacchi di granuli di plastica all’interno di un capannone a Mornico al Serio nel bergamasco e altri due lavoratori – di 54 e 61 anni – che a Lucca sono caduti da una gru alta oltre 10 metri mentre installavano delle luminarie. Tutti e tre morti mentre erano al lavoro. Le reazioni della politica Questi ultimi episodi hanno di nuovo sollevato il grande problema delle morti sul lavoro nel nostro paese. Tanto che oggi il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha detto chiaramente che “il nostro Paese non può rassegnarsi a subire morti sul lavoro. è indispensabile che le norme sulla sicurezza nel lavoro vengano rispettate con scrupolo e i controlli devono essere attenti e rigorosi”. Anche il deputato e segretario di Possibile, Pippo Civati, e il deputato dello stesso partito Andrea Maestri hanno sottolineato oggi che “dall’inizio dell’anno sono quasi seicento le persone che hanno perso la vita per incidenti sui posti di lavoro. I dati dell’Inail segnalano un incremento di questi drammi rispetto allo scorso anno”. Sulla stessa linea il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa che osserva come “quella delle morti bianche…