Antiriciclaggio & informazioni fiscali: la maglia del controllo si allarga!
News / 30 ottobre 2017

Antiriciclaggio & informazioni fiscali: la maglia del controllo si allarga!   Mentre in passato la utilizzazione di dati ed informazioni da parte della Guardia di finanza nell’esercizio dell’attività istituzionale era limitata ai – ex comma 6, art.36 del D.lgs 231/07. Abolendo l’obbligo di “registrazione” in apposito archivio sia pure cartaceo (Registro della clientela da parte dei professionisti), la vecchia disposizione era destinata certamente ad essere modificata. Uso dei dati a fini fiscali Il nuovo articolo 9, comma 9, aggiornato dal D.lgs 90/17 che ha ratificato la IV Direttiva Europea sul contrasto al riciclaggio ed in vigore dal 4 luglio u.s., consente oggi alla Guardia di finanza di utilizzare in modo diretto, per finalità fiscali, le informazioni acquisite in sede di ispezioni e controlli antiriciclaggio anche nel quadro di “sviluppi investigativi” scattati in conseguenza di una Segnalazione di operazione sospetta. In altri termini, con questi nuovi poteri, non è necessario acquisire tali dati attraverso l’attivazione delle potestà ispettive previste dal Dpr 633/1972 (IVA) e 600/73 (imposte dirette). Sos – Esigenza di riservatezza Il mio personale auspicio riguarda la conservazione delle necessarie cautele per osservare quella esigenza di riservatezza, ahimè più volte violata anche nel periodo più recente. Il nuovo 3° comma…

Banche malate: Commissione Parlamentare d’inchiesta, lavori in corso!
News / 30 ottobre 2017

Banche malate: Commissione Parlamentare d’inchiesta, lavori in corso!   “Una rete di complicità fatta di offerte di impiego e consulenze. Dirigenti controllori di Bankitalia passati in corsa ai vertici delle banche controllate. Quel che sta già emergendo non è un bello spettacolo. Detto questo, la commissione d’inchiesta che presiedo non guarderà in faccia nessuno, deve essere chiaro, non rispetterà santuari. Ma i processi e le attribuzioni delle responsabilità penali, in uno stato di diritto, si fanno nei tribunali e non nelle aule parlamentari”. Quello che avete appena letto lo ha affermato in una intervista al quotidiano “Repubblica”Pier Ferdinando Casini, presidente della Bicamerale sulle banche.  Nel settembre del 1999, lasciato volontariamente il Corpo della Guardia di finanza per occuparmi di “soldi sporchi” nell’ambito di un Gruppo bancario, il mio primo interlocutore fu proprio un ex ispettore della Banca d’Italia, opportunamente allocato in una posizione di vertice. Queste persone poi, erano le stesse che al momento opportuno, cioè quando arrivavano le verifiche ispettive – il cui inizio si conosceva con qualche mese di anticipo – tenevano i rapporti con l’Organo di vigilanza centrale. Insomma, un conflitto di interessi a cielo aperto, permanente, direi quasi istituzionale. Il lavoro da fare è immane e…

Nuovi record per l’azionario mentre l’Euro vira al ribasso
News / 30 ottobre 2017

Una BCE “colomba” spinge sempre più in alto i mercati azionari RENDIMENTO PORTAFOGLIO MIDCAP +68.27% FTSE MIB +17.83% Le decisioni prese in settimana dalla BCE che prosegue, seppur a ritmo ridotto, la sua politica monetaria espansiva ha influito positivamente sui principali mercati azionari che chiudono l’ultima ottava del mese di Ottobre all’insegna dei rialzi nonostante la crisi politica in Spagna, dopo la dichiarazione d’indipendenza della Catalogna, continua a veder salire sempre più l’asticella del nervosismo. Sul mercato delle valute prosegue il trend ribassista dell’EURO che nei confronti del DOLLARO rompe i primi supporti situati sulla soglia degli 1.17 chiudendo nei pressi degli 1.16 Tra le MATERIE PRIME l’ORO testa i primi supporti situati in area 1170 $ l’oncia mentre il WTI, dopo aver brekkato i 52.5$, apre le porte per un ritorno sui massimi del 2017 in area 55 $ al barile. Ottava all’insegna degli acquisti per il nostro indice principale (saldo +1.42%) con i prezzi che dopo aver segnato i top annuali sui 22900 punti chiude le contrattazioni nei pressi dei 22650 punti; nel breve non cambia la view sul FTSE Mib la cui impostazione rimane sempre al rialzo e primi segnali di debolezza arriverebbero solo sotto la soglia…

Piazza Affari alle prese con una bella sfida: cosa aspettarsi?
News / 30 ottobre 2017

Il Ftse Mib ha testato nuovamente i top dell’anno dove è a rischio la formazione di un doppio massimo: le attese nel breve e i market movers da seguire in avvio di settimana. Chiusura di settimana in positivo per le Borse europee che dopo gli spunti rialzisti di giovedì. hanno continuato a guadagnare terreno anche prima del week-end. Il Ftse100 si è accontentato di un rialzo dello 0,25%, mentre sono riusciti a fare meglio il Dax30 e il Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,64% e dello 0,71%. Ftse Mib respinto nuovamente dai massimi dell’anno Nota stonata Piazza Affari che no è riuscita a sintonizzarsi con l’andamento positivo degli altri mercati. Il Ftse Mib si è fermato a 22.665 punti, con un calo dello 0,62%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 22.899 e un minimo a 22.597 punti. Positivo il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha guadagnato l’1,43% rispetto al close del venerdì scorso. Sulla scia del recupero avviato già sul finire dell’ottava precedente, il Ftse Mib ha continuato a spingersi in avanti, arrivando proprio nelle ultime due sedute a mettere sotto pressione i precedenti massimi dell’anno segnati nell’intraday del 3…

L’Italia si è scoperta una grande esportatrice di zucche
News / 30 ottobre 2017

Volano le esportazioni di zucche Made in Italy, che fanno registrare un aumento record del 16%. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in occasione del ‘Zucca day’ che si festeggia in tutta Italia nei mercati di Campagna Amica con lezioni di cucina e intaglio delle zucche per prepararsi ad Halloween, ricorrenza del quale l’ortaggio è simbolo. La crescita della produzione nazionale è pari a 40 milioni di chili all’anno. Si tratta per la quasi totalità di prodotti destinati al consumo alimentare anche se cresce la coltivazione di varietà di zucche a scopi ornamentali o da “competizione”, con esemplari che possono arrivare anche a 400 chili di peso. Numerose le varietà autoctone da preservare: dalla zucca marina di Chioggia alla zucca violina di Ferrara, dalla zucca di Castellazzo Bormida in Piemonte alla zucca lardaia di Siena.  Un ortaggio versatile Regina indiscussa delle tavole invernali nella versione dei famosi tortelli, la zucca è uno dei prodotti più versatili della cucina italiana e può essere utilizzata sia per le preparazioni salate che per quelle dolci ma anche abbinata a pasta, carne, formaggi e torte. E c’è anche chi le usa per fare la birra. Nel corso del tempo si sono differenziate principalmente due tipologie di utilizzo, una relativa alla…