Chi godrebbe di una defaillance dei bond?
Finanza/Economia / 1 dicembre 2017

Il problema, al solito, è che si preferisce un approccio soggettivo e quindi emotivo, ad uno oggettivo e basato sulle probabilità. Che mondo bizzarro. Analisti che hanno completamente trascurato la possibilità che le borse sarebbero salite in concomitanza con l’avvio nel 2008/2009 del Quantitative Easing, adesso sono risoluti nel garantirci che i mercati azionari possano crollare con il prossimo avvento del Quantitative Tightening; sorvolando sulla possibilità che l’aumento dei tassi di interesse che sulla carta comporterebbero i minori acquisti di titoli di Stato da parte delle banche centrali, possano indurre gli investitori sul reddito fisso a defilarsi, reinvestendo i proventi in borsa. Se soltanto un decimo dei 50 trilioni di dollari di capitalizzazione del mercato azionario si spostasse sull’Equity, cosa accadrebbe alle quotazioni? proprio sicuri che le borse non apprezzerebbero una qualche defaillance del reddito fisso? Il problema, al solito, è che si preferisce un approccio soggettivo e quindi emotivo, ad uno oggettivo e basato sulle probabilità. E dunque ad esempio si denuncia il tonfo di ieri del settore tecnologico, sacrificato nell’imminenza di una riforma fiscale che risulterebbe poco allettante per un settore già a basso carico fiscale effettivo; trascurando come un setup come quello di ieri – tecnologici in…

Bond oggi: paga ogni mese l’Etf high yield in €. Ed è scontato
Finanza/Economia / 1 dicembre 2017

Distribuisce cedole ogni trenta giorni, come già fanno altri due Etf dello stesso emittente – Pimco – riguardo agli high yield in $. E il sottostante si riferisce a scadenze corte.  La panoramica degli Etf specializzati nel comparto bond high yield si arricchisce di un nuovo prodotto, che va a incrementare una gamma già molto vasta e tale da soddisfare le più diverse richieste del mercato. Dopo quelli “short duration” riferiti all’area del dollaro, con o senza copertura del cambio, ha debuttato nei giorni scorsi un replicante relativo invece all’area euro, pur sempre limitatamente alle scadenze corte e quindi poco esposto al variare dei tassi. E’ il frutto di una collaborazione fra Invesco PowerShares e Pimco, ma porta il marchio di quest’ultima, lo stesso già utilizzato per gli altri due Etf short duration, appunto in dollari. Eccone le caratteristiche: Pimco Eur Short-Term High Yield Corp Ucits Etf – Isin IE00BD8D5H32 – benchmark Bofa Merrill Lynch 0-5 anni Euro high yield 2% constrained index (il che significa che nessun titolo può avere una ponderazione superiore al 2%) – i bond devono essere a tasso fisso e con importo minimo di 250 milioni di euro – valuta di denominazione e di negoziazione…

Alcune ottime azioni da acquistare dopo la caduta
Finanza/Economia / 1 dicembre 2017

Di seguito ci sono alcune società che ho esaminato personalmente, confrontandomi anche con analisti di alcune società importanti come JPM, Craig Ellis e altre. Lo S&P500 sta avendo il suo terzo miglior anno nell’ultimo decennio, il che è sorprendente se pensi che entreremo nel decimo anno del mercato rialzista a marzo. È una grande indicazione che la crisi finanziaria del 2008 è chiaramente nello specchietto retrovisore, rendendo molto difficile trovare titoli a buon mercato da acquistare. Con lo S&P500 in crescita del 16% da inizio anno è sempre più difficile trovare azioni interessanti, come per esempio General Electric – in calo del 42% in un anno. Il nuovo CEO di GE, John Flannery, ha ottenuto il suo incarico e comincerà nel 2018. L’amministratore delegato dice che si concentrerà su assistenza sanitaria, aviazione ed energia per far uscire il conglomerato industriale dall’abitudinarietà pluriennale che sta vivendo. Il piano è abbastanza buono da indurmi a nominare GE una dei miei titoli da acquistare dopo la caduta. Di seguito ci sono alcune società che ho esaminato personalmente, confrontandomi anche con analisti di alcune società importanti come JPM, Craig Ellis e altre. Queste società sono crollate e tutte hanno in comune un denominatore, sono…

Wall Street viaggia a tavoletta, si gode il suo momento magico
News / 1 dicembre 2017

Dow Jones, shopping su Goldman Sachs e Intel. Nyse, CVS Health Corporation in denaro grazie ai rumors. Azioni The Kroger Co. in rally. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street. Giovedì da leoni a Wall Street per la piazza azionaria americana. Il Nasdaq, dopo il netto calo della vigilia, nella sessione odierna di scambi ha subito trovato il rimbalzo chiudendo a 6.873,97 punti (+0,73%), mentre il Dow Jones ha superato in scioltezza la soglia record dei 24 mila punti. L’indice delle large caps, infatti, è stato fotografato al close a 24.272,35 punti (+1,39%), così come l’indice S&P 500 porta a casa un rialzo dello 0,82% a 2.647,58 punti. Dow Jones, shopping su Goldman Sachs e Intel Tra le Blue Chips, Goldman Sachs ha chiuso la giornata di contrattazioni con un +2,66% a $ 247,78, così come si sono ben comportate Intel (INTC), +2,03% a $ 44,84, e United Technologies (UTX), +2,83% a $ 121,50. Fuori dal coro, invece, General Electric Company (GE), -0,97%  a $ 18,30, che ha prestato il fianco ai realizzi dopo il recente rimbalzo dai minimi storici pluriennali.  Nyse, CVS Health Corporation in denaro grazie ai rumors  Al New York Stock Exchange,…

Sindaco di Londra: Trump non è il benvenuto qui
News / 1 dicembre 2017

Il sindaco di Londra ha chiesto al primo ministro britannico Theresa May di cancellare ogni proposta di visita ufficiale del presidente Usa Donald Trump. Il sindaco di Londra ha chiesto al primo ministro britannico Theresa May di cancellare ogni proposta e progetto di visita ufficiale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. I motivi della diatriba Alla base di questa richiesta l’ultimo incidente “social” di Trump che ieri ha condiviso sul suo profilo Twitter alcuni video anti-islamici di un gruppo di estrema destra britannico(video pubblicati da Jayda Fransen appartenente al gruppo di Britain First, ramo del Partito Nazionale Britannico). Senza ricordare nè il suo ruolo a capo della nazione più interetnica del pianeta e nemmeno le possibili reazioni degli altri capi di stato. O, come nel caso del sindaco di Londra, di una città che stato non è ma che è di per sè già vista una capitale del mondo. Sadiq Khan, sindaco di Londra e per di più di origini pakistane afferma che il presidente Trumpha tradito la “relazione speciale” tra il Regno Unito e gli Usa. La replica di Trump Non si è fatta attendere la risposta di Trump il quale ha sottolineato che Theresa May, premier inglese,…

Borse europee deboli, Wall Street schizofrenica
News / 1 dicembre 2017

Piazza Affari mantiene la freccia verde, ma conclude lontana dai massimi. Positivi il comparto bancario e quello assicurativo. Sul fondo Saipem.   La prospettiva di una guerra nucleare esalta le Borse di tutto il mondo trascinate da una Wall Street in preda ad una forte eccitazione. Al di là dell’Oceano JP Morgan e soprattutto Goldman Sachs  sbaragliano il campo facendo segnare massimi assoluti, probabilmente le Banche in America fanno utili come mai accaduto nella storia. Sui mercati accadono cose molte strane, se le Borse americane continuano  a stabilire record significa che l’economia americana è in splendida salute, ma allora perché il dollaro continua a scendere? E perché se in Europa le cose vanno molto peggio l’euro continua a salire? Forse perché il debito pubblico degli Stati Uniti, dopo la riforma fiscale ormai imminente voluta da Trump, raggiungerà vertici inenarrabili? Quel debito come sarà ripagato?. Evidentemente nessuno si pone quella domanda, visto che oggi il Dow Jones è schizofrenico in questo momento sta guadagnando quasi 300 punti, gli acquisti sono frenetici, si compra di tutto a prezzi folli … eppure … eppure questa follia non contagia l’Europa, un’Europa anzi abbastanza depressa con Londra (-0,9%) che ha perso quasi un punto percentuale,…

A Piazza Affari il copione non cambia: le attese per domani
News / 1 dicembre 2017

La seduta odierna è stata una fotocopia di quella di ieri, con l’unica differenza che massimi e minimi oggi sono stati superiori. I market movers di domani. Seduta a due velocità oggi per le Borse europee che dopo la chiusura leggermente positiva di ieri hanno provato inizialmente a spingersi ancora in avanti. Nel pomeriggio però si è avuto un cambio di rotta che ha portato i listini ad azzerare il vantaggio iniziale e a scivolare in territorio negativo. A fine sessione il Ftse100 ha ceduto lo 0,9%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,29% e dello 0,47%. La musica per il Ftse Mib è sempre la stessa Si è distinta in positivo Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato al di sopra della parità, con un rialzo dello 0,19% a 22.368 punti, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 22.558 e un minimo a 22.328 punti. L’indice ha proposto quest’oggi un copione sostanzialmente identico a quello della vigilia, visto che dopo aver tentato di violare la soglia dei 22.500 punti, con la quale si sta misurando da diverse giornate, ha fatto retromarcia, chiudendo circa 200 punti più in basso dei massimi di giornata. Lo…

Idee di investimento per il 2018: come muoversi e cosa preferire
News / 1 dicembre 2017

Il prossimo potrebbe rivelarsi un anno impegnativo per gli investitori che per ottenere rendimento dovranno assumersi dei rischi. Dove cercare le migliori opportunità e come investire nel 2018 secondo Allianz. Ad un mese dalla fine dell’anno, quando mancano ormai poche settimana di Borsa per la conclusione del 2017, come spesso accade in questo periodo si guarda già alle prospettive dei mesi a venire. Si va a caccia di informazioni e indicazioni utili per capire come affrontare il nuovo anno sui mercati finanziari e in questa direzione sono certamente di aiuto le analisi realizzate dalle case di investimento con l’outlook per i prossimi 12 mesi. Necessario adeguato stock picking nel 2018 Quest’oggi ci occupiamo in particolare dello studio di Allianz Global Investments che in questi giorni ha presentato l’outlook e le opportunità di investimento per il 2018. In primis l’idea di Neil Dwane, global strategist della casa di investimento, è che il prossimo anno gli investitori dovranno assumersi dei rischi per ottenere rendimento e sarà fondamentale realizzare un adeguato stock picking tra le varie asset class e anche all’interno di ciascuna di esse. Le attese sulle mosse delle Banche Centrali Il 2018 segnerà la fine delle politiche monetarie ultra-accomodanti portante avanti…

Volkswagen-Fca: tornano rumors di interesse. Ecco perchè
News / 1 dicembre 2017

Tra il 2018 e il 2019 ci sarebbero diverse novità che potrebbero rendere ipotizzabile un interesse, finora negato, di Volkswagen per Fca. L’argomento torna periodicamente alla ribalta, infatti non è la prima volta che le cronache se ne occupano: Volkswagen potrebbe tentare di assorbire Fca. I rumors O almeno questo è quanto sospettato da L’Avvenire che pubblica la notizia arricchendola anche di un altro particolare di primaria importanza: la casa tedesca avrebbe anche il sostituto di Sergio Marchionne attuale numero uno dell’azienda italiana. La testata fa notare come, in teria, la casa di Maranello non abbia ormai identità tricolore da diverso tempo vista al fusione fatta con Chrysler e ancora di più la decisione di sbarcare a Wall Street. Ma l’ipotesi di un matrimonio è da tempo ventilata dagli stessi vertici Fiat i quali, per voce proprio di Marchionne, stanno da tempo proclamando la necessità di fusioni e alleanze per riuscire a sopravvivere in un mercato sempre più affollato e soprattutto abitato da protagonisti che rischiano di essere schiacciato da pochi, grandi nomi. Una necessità che diventa evidente ancora di più se si pensa che il settore auto è al centro di una rivoluzione storica fatta di motori ibridi, motori…

Scuola lavoro contratti apprendistato 
News / 1 dicembre 2017

Job Orienta è la più importante manifestazione italiana dedicata a orientamento, scuola, università, formazione e lavoro. Si svolge a Verona e ha visto in apertura l’evento organizzato da Eni “Oil for brain: scuola_formazione_lavoro”  con la possibilità da parte dei visitatori di sperimentare in modo pratico le tematiche affrontate in questa edizione, collocandole all’interno del mondo del business Eni e scoprendo i mestieri meno noti di una energy company oltre a un workshop per raccontare agli studenti come si svolge un processo di selezione a partire dalla redazione del CV e su quali competenze personali una grande azienda punta. E’ stato illustrato il protocollo d’Intesa per l’alternanza scuola-lavoro siglato con i ministeri dell’Istruzione e del Lavoro. L’alternanza scuola-lavoro prevede il coinvolgimento in Eni di oltre 6.000 studenti nel triennio 2016-2018 per studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori (in questo numero sono esclusi gli studenti che fruiscono del solo programma e-learning). I percorsi formativi si svolgeranno presso siti operativi/sedi direzionali di Eni e i centri di formazione di Eni Corporate University. “In generale – ha detto Oscar Pasquali, del ministero dell’Istruzione – sono 1,5 milioni gli studenti che durante quest’anno scolastico prenderanno parte a programmi di alternanza scuola-lavoro. Qualche anno fa quando non era obbligatoria erano…