Piazza Affari regina nell’ultima settimana
News / 11 dicembre 2017

Una serie di news positive riporta gli acquisti sui mercati europei. Il ns Portafoglio MidCap rimane sui top annuali (+71%) RENDIMENTO PORTAFOGLIO MIDCAP +71.55% FTSE MIB +18.40% La riforma fiscale statunitense, le nuove regole di Basilea IV e l’accordo sulla BREXIT hanno avuto un impatto positivo sui principali mercati azionari del Vecchio Continente che hanno inaugurato la prima settimana del mese di Dicembre all’insegna degli acquisti con Milano, che in scia al settore finanziario, ha fatto registrare una delle migliori Performance a livello internazionale. Sul mercato delle valute è proseguita la debolezza di breve dell’EURO che nei confronti del DOLLARO sembrerebbe aver messo nel mirino la soglia degli 1.17 che rappresentano i minimi delle ultime 3 settimane. Sul mercato della MATERIE PRIME è stata un’ottava all’insegna delle vendite per l’ORO che dopo aver rotto gli importanti supporti situati in area 1.265$ si è spinto fin verso la soglia dei 1250$ livello dove nel breve si potrebbe assistere ad un rimbalzo. E’ stata una settimana positiva per il DAX (+2.2% il saldo) con le quotazioni che non si sono comunque confermati sopra le prime resistenze di breve situate nei pressi dei 13200 punti oltre i quali l’indice tedesco metterebbe in un…

Piazza Affari verso un mini rally di Natale. I livelli chiave
News / 11 dicembre 2017

Il Ftse Mib ha chiuso l’ultima seduta sui massimi di giornata, interrompendo il trading range in atto da metà novembre. Cosa aspettarsi ora? L’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa con una positiva per le Borse europee che, dopo l’andamento contrastato delle giornate precedenti, hanno imboccato tutte la via dei guadagni. Si è mosso in maniera più cauta il Cac40 con un rialzo dello 0,28%, preceduto dal Dax30 e dal Ftse100 che sono saliti rispettivamente dello 0,83% e dell’1%. In luce verde anche la conclusion di Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 22.773 punti, in rialzo dell’1,4%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 22.797 e un minimo a 22.570 punti. E’ preceduto dal segno più anche il bilancio settimanale visto nelle ultime cinque sedute il Ftse Mib ha messo a segno un rialzo del 3,02% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib fuori dal trading range: le attese nel breve Nelle prime due sedute della settimana l’indice delle blue chips ha recuperato terreno, spingendosi in direzione dei 22.500 punti per poi ripiegare verso area 22.200. Da questo livello si è avuto un rimbalzo che proprio in chiusura di ottava ha spinto le…

Tassare il web con una cedolare sul fatturato delle imprese oppure tutte le transazioni digitali?
News / 11 dicembre 2017

Entrerà nel vivo da metà settimana l’esame della manovra alla Camera. Dopo l’assalto alla diligenza, con oltre seimila richieste di modifica presentate dai gruppi a Montecitorio, lunedì 11 scatterà la tagliola delle ammissibilità a cui seguirà martedì il termine per la presentazione degli emendamenti ‘segnalati’ con cui si punta a ridurre sotto il migliaio le modifiche su cui concentrare l’attenzione. L’accordo di massima con il governo prevede che l’esecutivo presenti le sue proposte entro giovedì, quando prenderà il via il voto in commissione Bilancio. L’obiettivo è chiudere tra domenica e lunedì prossimi con il mandato al relatore per l’Aula dove il provvedimento è atteso, al momento, martedì 19 dicembre. Ma non è escluso uno slittamento. L’anticipo della web tax al 2018  Dopo il passaggio al Senato, ammontano a poco più di 60 milioni i fondi a disposizione per apportare modifiche alla manovra nella seconda lettura parlamentare. Montecitorio dovrà quindi recuperare risorse sul lato delle entrate per poter finanziare eventuali correzioni. E proprio dalle modifiche e dall’anticipo della web tax al 2018 potrebbe arrivare parte del gettito necessario. Così come impostata al Senato, prevede un’aliquota del 6% che si applicherebbe solo alla prestazione di servizi immateriali via Internet, riguarderebbe solo le imprese e non il commercio elettronico, e porterebbe nelle casse dello Stato 114…

Oggi il Bitcoin entra nel salotto buono della finanza
News / 11 dicembre 2017

I dieci giorni che hanno preceduto l’ingresso del Bitcoin​ nel mondo della finanza ufficiale hanno visto la criptovaluta inanellare una serie di massimi storici impressionante, fino a superare i 19 mila dollari, raddoppiando così il proprio valore in poco più di una settimana. Ora il grande giorno è arrivato: il bitcoin si affaccia questa domenica sul mercato dei future negli Stati Uniti, una irruzione nel mondo dell’alta finanza che dovrebbe limitare la volatilità della divisa digitale, ovvero l’aspetto che ha suscitato più perplessita tra gli scettici, che paventano un rovinoso sgonfiamento della bolla. I derivati in Bitcoin inizieranno a essere offerti alla mezzanotte, ora italiana, di oggi nel mercato Cboe di Chicago, anche se il primo giorno di operazioni sulla piattaforma sarà lunedi’, quando sarà possibile valutare in concreto l’esito del lancio. Ed è solo l’inizio: entro il 18 dicembre i future in Bitcoin dovrebbero sbarcare sulla più grande piattaforma di trading di derivati del mondo, la Cme, anch’essa con sede a Chicago, e per il prossimo anno è previsto anche il lancio sul mercato dei future del Nasdaq, mentre sono in corso test anche sui listini di Tokyo e Parigi. E le grandi banche frenano “Dato l’interesse senza precedenti per il Bitcoin, è fondamentale fornire ai nostri clienti gli strumenti di…