Si complica l’offensiva di Atlantia su Abertis

16 dicembre 2017

Dal governo Rajoy arrivano nuovi segnali negativi sull’esito del tentativo di Atlantia di acquisire il colosso delle infrastrutture iberico.

Si complica per Atlantia il tentativo dui acquisizione della colosso delle infrastrutture Abertis.

Le parole del ministro

Gli analisti di Banca Imi (rating “add” con target price a 30,2 euro su Atlantia) hanno commentato le ultime dichiarazioni di ieri del ministro dell’Economia spagnolo, Luis de Guindos, che intervenendo ieri sulla vicenda ha confermato il suo dicastero non ha preferenze rispetto alle offerte concorrenti, prospettando tuttavia ulteriori ostacoli e ritardi all’avanzamento del deal.

Nel ricordare che la Cnmv, l’equivalente spagnola della Consob, ha i suoi criteri per giudicare l’offerta di Atlantia, il ministro ha voluto anche sottolineare che in ogni caso ad Atlantia servirà il via libera dell’esecutivo Rajoy, perché l’incorporazione nel deal della Hispasat – la controllata di Abertis nel settore dei satelliti – è ritenuta un asset di rilevanza strategica.

“Le dichiarazioni del ministro dell’Economia spagnolo seguono la richiesta recente di altri due ministri, lavori pubblici e ministro dell’energia, alla Consob spagnola di revocare l’autorizzazione concessa a ottobre al gruppo italiano per lanciare l’opas su Abertis”, commenta Imi, spiegando che si tratta di un segnale che l’ostilità verso Atlantia stia crescendo “con la strada da percorrere per la conclusione del deal che sta diventando sempre più accidentata”.

La previsione quindi è quella di un probabile ulteriore ritardo della procedura di selezione dovuto alla disputa legale derivante dall’autorizzazione amministrativa, che lascia prevedere uno scenario poco incoraggiante per Atlantia, il cui titolo potrebbe “risentire della crescente incertezza sull’esito del deal”.

La previsione di Equita

“Lo scenario di una battaglia legale in Spagna con sospensione delle offerte sarebbe negativo aumentando l’incertezza sulle offerte su Abertis”, confermano anche gli analisti di Equita (rating “buy” con target price a 30,1 euro su Atlantia) nel commentare le ultime preoccupazioni manifestate dai fondi di investimento relativamente alle autorizzazioni all’offerta su Abertis.

Fonti della testata finanziaria Expansion hanno suggerito che nel caso di una conferma dell’autorizzazione iniziale  da parte della Cnmv, il governo spagnolo potrebbe far ricorso al Tribunale amministrativo per chiedere uno stop, e in tal caso anche la valutazione dell’offerta concorrente di Hochtief sarebbe rimandata a dopo il verdetto del Tribunale.

Una lunga contesa che potrebbe durare anni se uno scontro tra esecutivo e autorità di borsa dovesse arrivare fino alla Corte Suprema, dopo diversi anni di cause legali. L’articolo dell’Expansion riporta anche i dubbi sul fatto che le richieste del governo di un’autorizzazione preventiva su Hispasat abbiano una sufficiente base giuridica.

Allo stato attuale, fa notare oggi Milano Finanza, il periodo di accettazione per l’offerta di Atlantia è “sospeso fino a quando l’offerta concorrente presentata da Hochtief non riceverà la luce verde dall’autorità di mercato. Un via libera che non dovrebbe arrivare prima di metà gennaio,” con possibilità di un allungamento dei tempi anche fino a febbraio.

 

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.