Amazon potrebbe sbarcare presto in Arabia Saudita

2 gennaio 2018

I due colossi tecnologici statunitensi Apple​ e Amazon​ potrebbero prossimamente sbarcare in Arabia Saudita. Le due compagnie al momento vendono i loro prodotti nel paese ma non in maniera diretta, bensì attraverso terze parti. Tuttavia, l’agenzia Reuters riporta che ci sarebbe il concreto interesse da parte di entrambe a investire e condurre in prima persona i propri affari nel paese. Secondo la classifica di Alexa, Amazon è il 23esimo sito più visitato dell’Arabia Saudita (dati di dicembre 2017), fatto che dimostra come i sauditi guardino con interesse ai servizi di questa azienda.

Per Amazon sbarcare nel paese attraverso la piattaforma di cloud computing Amazon Web Service (AWS) significherebbe entrare in un mercato caratterizzato da aziende medio-piccole del settore in questione. Negli ultimi anni, il governo saudita ha alleggerito sempre di più la regolamentazione del mercato, in modo da cercare di rendere la propria economia non esclusivamente dipendente dal petrolio. Uno degli effetti di questa politica è stato quello di aumentare l’accessibilità di internet e dei prodotti tecnologici alla popolazione, specialmente i più giovani.

La trattativa perché Amazon apra una base in Arabia Saudita è ancora nella sua fase iniziale, e non è noto quando potrebbe sbarcare direttamente nel paese. Tuttavia, alcuni passi per aumentare la propria presenza nell’area sono già stati fatti. All’inizio del 2017, ad esempio, l’azienda ha acquisito Souq.com, un sito di e-commerce con sede a Dubai molto forte nella penisola araba.

fonte: http://www.agi.it/economia/rss

Nessun commento

I commenti sono chiusi.