Energica: il network si allarga all’Irlanda
Finanza/Economia / 12 gennaio 2018

Energica Motor Company ha concluso oggi un nuovo accordo commerciale: le moto elettriche italiane saranno infatti disponibili anche per il mercato irlandese. Energica Motor Company ha concluso oggi un nuovo accordo commerciale: le moto elettriche italiane saranno infatti disponibili anche per il mercato irlandese. La casa costruttrice di moto elettriche ad elevate prestazioni sta ampliando velocemente il proprio network, ed è fiera di poter aggiungere l’Irlanda, in particolare Dublino, alla rete vendita. Le moto Energica saranno disponibili proprio a Dublino presso NextCar Limited. “Siamo orgogliosi di aprire l’anno con un nuovo accordo commerciale”, afferma Livia Cevolini, CEO Energica Motor Company S.p.A. “Con l’ingresso dell’Irlanda stiamo completando l’affermazione del nostro brand su tutto il territorio europeo”. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Carim, l’assemblea nomina il nuovo cda
Finanza/Economia / 12 gennaio 2018

L’Assemblea dei soci di Cassa di Risparmio di Rimini ha proceduto oggi alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Collegio Sindacale. L’Assemblea dei soci di *Cassa di Risparmio di Rimini *ha proceduto oggi alla nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del nuovo Collegio Sindacale. Il Presidente è Guido Corradi, mentre diventa Vice Presidente *Roberto Ghisellini *entrambi appartenenti alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma. Entrano in Consiglio di Amministrazione anche Andrea Mora, Matteo Bianchi, Massimo Tripuzzi anch’essi appartenenti alla lista di espressione Crédit Agricole Cariparma e Matteo Guaitoli nonché Attilio Gardini appartenenti alla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Il Direttore Generale rimane Giampaolo Scardone. Il Presidente del Collegio Sindacale è Paolo Alinovi, con Stefano Lottici e Luca Mariani sindaci effettivi, i primi due appartenenti alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma e il terzo nominato dalla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini mentre sindaci supplenti sono Angelo Gilardi e Claudio Venturini, il primo appartenente alla lista presentata da Crédit Agricole Cariparma e il secondo nominato dalla lista presentata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini. Il nuovo Consiglio di Amministrazione e il Direttore Generale avvieranno l’implementazione del Piano Industriale,…

Saipem spicca il volo: ecco cosa ha alimentato lo shopping oggi
Finanza/Economia / 12 gennaio 2018

Il titolo è stato il migliore del Ftse Mib, con un rally che lo ha riportato poco sopra i 4 euro. A salire sul podio tra le blue chips quest’oggi è stata Saipem che, dopo due sedute consecutive in calo, ha vissuto una giornata decisamente scoppiettante. Il titolo, archiviata la sessione di ieri con un calo di oltre un punto percentuale, quest’oggi si è riscattato con decisione, fermandosi a poca distanza dai massimi intraday. Saipem ha terminato le contrattazioni a 4,032 euro, con un rally del 3,65% e volumi di scambio intensi, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 18 milioni di azioni, rispetto alla media degli ultimi tre mesi pari a circa 7 milioni di pezzi. Saipem è schizzato in avanti nel giorno in cui è stato siglato l’accordo quadro tra Italia e Iran per l’apertura di linee di credito fino a 5 miliardi di euro, da destinare a progetti di investimento. A beneficiarne potrebbe esserne anche Saipem che intanto oggi ha sfruttato anche la promozione arrivata da Bernstein, i cui analisti hanno cambiato strategia sul titolo da “underperform” a “market perform”, con un prezzo obiettivo alzato da 3,1 a 3,5 euro, già superato dalle valutazioni…

Petroliferi in rialzo
Finanza/Economia / 12 gennaio 2018

Ancora in rialzo nel pomeriggio i maggiori titoli petroliferi di Piazza Affari. Ancora in rialzo nel pomeriggio i maggiori titoli petroliferi di Piazza Affari. *Eni *guadagna lo 0,69%, *Saipem *il 3,29% e *Tenaris *il 2,33 per cento. A incoraggiare i corsi contribuiscono ancora gli apprezzamenti con il *Brent *in rialzo dello 0,6% e il *WTI *in crescita dell’1,16% in queste ore. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Atlantia: Madrid fa resistenza su OPAS Abertis
Finanza/Economia / 12 gennaio 2018

Debole Atlantia (-1,1%): il ministro dell’energia spagnolo, Alvaro Nadal, ha affermato che i legali del governo di Madrid stanno valutando la possibilità di fermare l’OPAS del gruppo italiano su Abertis, nonostante la decisione di lunedì scorso della CNMV. Debole Atlantia (-1,1%): il ministro dell’energia spagnolo, Alvaro Nadal, ha affermato che i legali del governo di Madrid stanno valutando la possibilità di fermare l’OPAS del gruppo italiano su Abertis, nonostante la decisione di lunedì scorso della CNMV. L’omologa spagnola della Consob ha infatti convalidato l’autorizzazione da essa stessa concessa a ottobre all’OPAS, in contrasto con le richieste del 7 dicembre 2017 dei ministeri dell’energia e dello sviluppo. Nadal ha puntato l’attenzione su Hispasat, società attiva nei satelliti per telecomunicazioni del gruppo Abertis, un asset considerato strategico che passerebbe sotto il controllo di Atlantia. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Wall Street al gran recupero, porta a casa pure gli interessi
News / 12 gennaio 2018

Dow Jones, acquisti su Chevron grazie a BMO Capital Markets. Nyse, Delta Air Lines supera esame conti trimestrali. KB Home in rally sul Big Board. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street. Dopo il lieve calo della vigilia, la piazza azionaria di Wall Street è tornata prontamente sul sentiero rialzista e su nuovi massimi. A conclusione della giornata di scambi, infatti, il Nasdaq ha guadagnato lo 0,81% a 7.211,78 punti con a ruota il Dow Jones, +0,81% a 25.574,73 punti. Bene pure l’ampio indice S&P 500 che al suono della campanella ha guadagnato lo 0,70% a 2.767,56 punti. Dow Jones, acquisti su Chevron grazie a BMO Capital Markets  Tra le Blue Chips, nel settore petrolifero, le azioni del colosso Chevron (CVX) hanno guadagnato il 3,04% a $ 132,57 dopo che gli analisti di BMO Capital Markets hanno rivisto al rialzo la raccomandazione sul titolo da ‘Market Perform’ ad ‘Outperform’. Nyse, Delta Air Lines supera esame conti trimestrali Al New York Stock Exchange, nel settore del trasporto aereo, le azioni della  Delta Air Lines (DAL) oggi, giovedì 11 gennaio del 2018, hanno guadagnato il 4,73% a $ 58,50 dopo che la società ha riportato, nel quarto…

Piazza Affari con il vento in poppa: la rotta resterà al rialzo?
News / 12 gennaio 2018

Il Ftse Mib si è spinto sui top di agosto 2015, vivendo la settima seduta consecutiva in salita. I marker movers di domani. Chiusura a due velocità oggi per le Borse europee, alcune delle quali hanno risentito più di altre della debolezza del dollaro. Il Dax30 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,59% e dello 0,29%, mentre il Ftse100 è salito dello 0,19%. Il Ftse Mib punta dritto ai 24.000 punti In rialzo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato le contrattazioni a 23.305 punti, con un progresso dello 0,64%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 23.323 e un minimo a 23.130 punti. L’indice si è spinto sui massimi di agosto 2015, mettendo a segno la settima seduta consecutiva al rialzo, senza mostrare al momento alcun segnale di cedimento. Il prossimo target per il Ftse Mib è in area 23.500, superata la quale ci sarà spazio per ulteriori apprezzamenti in direzione dell’importante ostacolo dei 24.000 punti che almeno in prima battuta dovrebbe frenare l’ascesa dei corsi. Vista la strada percorsa nelle ultime giornate non è da escludere che l’indice possa concedersi da subito una pausa prima di nuove salite. In tal caso il primo sostegno da…

Milan-Inter: niente soldi per gestire San Siro. Stadio nel caos
News / 12 gennaio 2018

Il Milan ha confermato di avere disdetto il contratto per la gestione dello stadio in accordo con l’Inter. L’Inter, però, parla di una decisione unilaterale. La situazione economica dei club milanesi non è delle migliori. La ciliegina sulla torta è stata messa proprio in queste ore. Il caso Meazza Il Milan ha confermato di avere disdetto il contratto con M-I Stadio,l’ex Consorzio San Siro Duemila che gestisce l’omonimo stadio. Nella lettera, inviata a Palazzo Marino prima di Natale, si parla di un’uscita di scena prevista per metà giugno. Conseguenza: o la rinegoziazione delle condizioni attuali di gestione dell’impianto oppure il peso di una gestione che cadrebbe in toto sulle spalle dell’Inter, a sua volta anch’essa in bolletta. Poche ore dopo la risposta ufficiale dell’Inter che chiede la convocazione di una riunione urgente tra tutte le parti dal momento che le sue finanze non le permettono di assumersi da sola la responsabilità della gestione del Meazza. La situazione è resa ancora più surreale da un particolare: il Milan parla di scissione concordata con l’Inter, i nerazzurri, invece, sottolineano che la scelta dei rossoneri è stata del tutto unilaterale.  La tormentata storia del Milan… Il nebuloso patron del Milan aveva suscitato da subito…

Pirelli dice addio a Mediobanca. Corale il buy degli analisti
News / 12 gennaio 2018

Il gruppo ha ceduto l’intero pacchetto detenuto in Mediobanca nell’ambito del piano per la riduzione del debito. Diverse banche d’affari invitano a puntare sul titolo. La seduta odierna si è conclusa in recupero per Pirelli che, dopo aver lasciato sul parterre quasi due punti e mezzo percentuali ieri, è riuscito a risalire la china oggi, mostrando una migliore performance rispetto a quella dell’indie Ftse Mib. Il titolo si è fermato a 7,88 euro, con un progresso dell’1,68% e oltre 2 milioni di azioni scambiate, in linea con la media giornaliera degli ultimi tre mesi. Conclusa con successione la cessione di circa l’1,78% di Mediobanca Pirelli ha ritrovato la via dei guadagni dopo aver reso noto nella tarda serata di ieri di aver concluso con successo la cessione di 15.753.367 azioni ordinarie detenute in Mediobanca, corrispondenti a circa l’1,78%, con diritto di voto e rappresentante l’intera partecipazione detenuta direttamente dalla società della Bicocca. L’operazione è avvenuta tramite accelerated bookbuilding riservato a investitori qualificati in Italia e investitori istituzionali all’estero.I proventi complessivi netti per Pirelli derivanti dall’operazione ammontano a circa 152,8 milioni euro e il perfezionamento dell’operazione avverrà il 15 gennaio prossimo. Il commento di Bca IMI e di Equita SIM Dopo…

Piazza Affari: il 2018 continua a sorridere
News / 12 gennaio 2018

Petroliferi in grande spolvero, ma le luci sono sempre puntate sulla galassia Agnelli che polverizza ogni record. Giornata da dimenticare per il lusso.  Il crollo del dollaro e l’impennata del petrolio hanno favorito il nostro indice di riferimento, in progresso anche Londra (+0,2%), mentre Parigi (-0,3%), e soprattutto Francoforte (-0,6%), han dovuto cedere alle vendite nonostante l’ottima apertura di Wall Street. Situazione del tutto analoga a quella della vigilia per il nostro Ftse Mib (+0,64%) che ha registrato un ugual numero di titoli che hanno concluso le contrattazioni col segno più e col segno meno (19), due quelli rimasti invariati. E’ del tutto evidente che i guadagni hanno avuto un “peso” diverso. Ancora in ascesa il comparto bancario, oggi però è stata Unicredit (+1,82%) a far segnare la miglior performance del settore, rialzo a doppia cifra da inizio anno anche per Ubi Banca (+1,26%) e Banco BPM (+1,19%). Frecce verdi anche per Intesa (+0,61%) e Bper Banca (+0,49%), termina invariata Mediobanca. Oggi però è stata una grande giornata soprattutto per i titoli petroliferi, ai primi due posti della classifica troviamo infatti Saipem (+3,65%) che torna a superare quota 4 euro (non accadeva dal 16 maggio scorso) e Tenaris (+2,55%) che supera…