Gennaio: le migliori azioni S&P500 da comprare ora

21 gennaio 2018

L’unica scelta da fare nel mercato odierno è quella di azioni che ripagano nel tempo.

L’unica scelta da fare nel mercato odierno è quella di azioni che ripagano nel tempo. Wll Ashworth, dalle pagine di InvestorPlace, suggerisce i titoli che, sulla base di quanto avvenuto a gennaio, è il caso di comprare. Ora. 

Berkshire Hathaway Inc. (NYSE: BRK.A , NYSE: BRK.B)

Guardando al rendimento totale, la Berkshire Hathaway ha registrato un saldo del 22% nel 2017, un risultato che colloca la società ai massimi livelli dalla sua creazione nel 1996. A dare una mano in futuro sarà senza dubbio il taglio dell’aliquota sulle società dal 35% al 21%, una mossa che permetterebbe un aumento dei guadagni della società del 12% nel solo 2018. Inoltre Berkshire Hathaway ha annunciato il 10 gennaio che stava espandendo il suo consiglio di amministrazione con l’entrata di altri due dirigenti da 12 a 14. Gregory Abel vice presidente delle operazioni non assicurative e Ajit Jain presidente di quelle assicurative oltre che possibile successore di Buffett in qualità di CEO.

 

Costco Wholesale Corporation (NYSE: COST)

Proprio quando gli investitori stavano iniziando a cancellare il titolo dalla lista degli investimenti, Costo, spesso accusato di essere un dinosauro incapace di adattarsi al mondo delle vendite online, ecco che l’azienda registra un dicembre con vendite comparabili in aumento del 11,5% rispetto allo scorso anno. A questo si aggiunga un +33,3% ottenuto dall’e-commerce, un risultato ancora più incredibile visto che, come detto sopra, l’accusa per Costco era quella di non poter gareggiare contro Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN). Un buon giudizio arriva da Kelly Bania di BMO Capital Markets “Riteniamo che un’accelerazione del business online di Costco sia nelle fasi iniziali e potrebbe continuare a supportare un forte outlook e una valutazione più elevata man mano che la società allarga il suo vantaggio competitivo.

 

Walt Disney Co (NYSE: DIS)

I giorni migliori potrebbero essere in arrivo. La finora ancora potenziale acquisizione delle attività di intrattenimento della Twenty-First Century Fox Inc (NASDAQ: FOXA ) significa che la Disney acquisirà anche i diritti di distribuzione del film originale Star Wars, Episodio IV oltre a tutti quelli prodotti prima del 2015. Al di là dei vari diritti di distribuzione sulla serie, Disney ha recentemente lanciato un servizio di streaming video nel 2019, anche grazie a nuovi contenuti significativi che potrebbero renderla un serio concorrente per Netflix, Inc. (NASDAQ: NFLX)

 

3M Co (NYSE: MMM)

Negli ultimi 4 mesi il titolo è stato al centro di un rally che però non ha scosso gli entusiasmi di Ashworth. Probabilmente alcuni investitori considerano la General Electric Company (NYSE: GE ) il titolo con il miglior valore (17 volte gli utili previsti) ma l’esperto preferisce votare per 3M Co (NYSE: MMM ) il rapporto sia più alto (25). Questo perché secondo le sue analisi la parte migliore del business di 3M è ancora forte e si basa sul fatto che tutti e cinque i segmenti operativi hanno margini salutari e che permetteranno di continuare a pagare dividendi. Nel suo report del terzo trimestre 2017 pubblicato a fine ottobre, la società ha annunciato che il suo margine operativo ha toccato il 25% nel corso del trimestre, il più alto in oltre un decennio.

 

 

Church & Dwight Co., Inc. (NYSE: CHD)

La società è attiva nella vendita di prodotti di consumo, ovvero in un campo che le garantisce la presenza di acquirenti in tutto il modo e per ogni giorno dell’anno. Ashworth sottolinea che nel 2016 le azioni potevano vantare un record invidiabile: un decennio senza mai chiudere in perdita e per di più con un guadagno che in quell’anno fu del 6% % e nel 2017 del 15%. Guardando al report del terzo trimestre 2017 la società ha superato le aspettative degli analisti mentre l’anno fiscale 2017 si preannuncia come un altro anno caratterizzato da un ottimo free cash flow.

 

 

Gap Inc (NYSE: GPS)

Dopo un 2017 che ha visto un guadagno del 55% dall’inizio del 2018 il risultato ha visto una perdita del 5%. Ma per l’esperto, il mercato non sta considerando attualmente il valore reale dell’azienda. E’ pur vero che il brand di Banana Republic ha fatto registrare rendimenti insoddisfacenti da diverso tempo, ma anche in quel caso le cose sembrano leggermente migliorare. Le vendite comparabili nel mese di dicembre sono aumentate del 4%, un miglioramento di 900 punti base rispetto all’anno precedente con Old Navy in crescita del 12% nello stesso mese, decisamente migliore rispetto al negativo del 7% di dicembre 2016.

 

McDonald’s Corporation (NYSE: MCD)

Il titolo ha consegnato alla storia un anno da ricordare co la chiusura del 2017: +45%. La catena di ristoranti ha registrato una crescita delle vendite comparabili in tutti i suoi mercati dirigendosi verso il 2018 con notevole slancio. Talmente notevole da suggerire a Ashworth un’idea folle: McDonald’s potrebbe arrivare ad acquistare Chipotle Mexican Grill, Inc. (NYSE: CMG) e, sfruttando la sua potenza, ne rinnoverebbe gli antichi fasti, quelli che la catena di cibo etnico poteva vantare prima dello scoppio dello scandalo E.coli.

 

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.