Buy&Hold: 7 azioni S&P500 con crescita e un prezzo ragionevole
News / 28 gennaio 2018

Gli investitori privilegiano, come parametro di misurazione, il rapporto prezzo-utili (P/E), ma per qualcuno si tratta di un parametro miope. Meglio sostituirlo con il GARP. Gli investitori privilegiano, come parametro di misurazione, il rapporto prezzo-utili (P/E) che, nel caso della media S%P 500 si attesta intorno ai 22 punti. Ma per Will Healy è un parametro impreciso e per dimostrarlo porta un esempio: General Motors Company (NYSE: GM) ha registrato un andamento poco mobile a fronte però di un rapporto P/E a 9 volte gli utili mentre al contrario, Amazon.com, Inc. (NASDAQ: AMZN ) ha visto un aumento del 50% negli ultimi 12 mesi nonostante un P/E sopra 310. Meglio guardare, perciò, secondo lui, a qualcosa più ampio ovvero ad una crescita ad un prezzo ragionevole. In sintesi: GARP. Allstate Corp (NYSE: ALL) Il titolo, con una PEG ratio a 0,69, non avrà il sex appeal di una blockchain o di una società di e-commerce ma le azioni dell’assicuratore Allstate può vantare una crescita del 34% rispetto allo scorso anno corroborata da una strategia di investimento conservatrice.Come ricorda l’analisi, la crescita del titolo Allstate è iniziata alla fine del 2015, quando la società ha modificato la sua strategia di pricing…

Il miliardario cinese Wang Jianlin ha deciso di smontare il suo impero globale
News / 28 gennaio 2018

Aveva trasformato in pochi anni un gruppo immobiliare in un impero che possiede catene cinematografiche, studi di Hollywood e una buona fetta del calcio spagnolo. Oggi il miliardario Wang Jianlin, patron di Dalian Wanda, dopo aver perso il primato di uomo più ricco della Cina, è costretto a smontare il suo regno. Troppi debiti dopo uno sfrenato shopping fuori dai confini cinesi: Pechino, preoccupata dalla fuga di capitali, spinge le conglomerate a fare affari in Cina. La stretta del governo cinese sulle acquisizioni all’estero, che ha causato un calo del 40% degli investimenti diretti esteri nei primi dieci mesi del 2017, si ripercuote sugli asset dei grandi gruppi privati, che sfumano e cambiano rotta. Lo scrivono Bloomberg e Cnn. Wanda cede pezzi del suo impero indebitato L’ultimo pezzo è venuto giù martedì 23 gennaio scorso quando Wanda Hotel Development Company ha annunciato la cessione di alcuni progetti residenziali in Australia, una notizia che ha causato la sospensione delle azioni dell’unità del gruppo alla Borsa di Hong Kong. Inversione di marcia: Wang oggi punta a raccogliere fondi e liberarsi dei debiti accumulati all’estero. Come? Sforbiciando i rami sporgenti: la parola d’ordine è vendere le proprietà in giro per il mondo. E così,…

Intel teme che qualcuno possa trovare nuove falle nei processori
News / 28 gennaio 2018

Il mercato se ne infischia della sicurezza e premia il titolo Intel: la trimestrale (ottima) maschera quanto il gruppo afferma sulle falle attuali e, soprattutto, su quelle future. In una nota che accompagna i risultati, il gruppo afferma infatti che “la visibilità avuta dalla scoperta delle recenti vulnerabilità potrebbe generare un incremento dei tentativi di identificare ulteriori falle da parte di soggetti terzi”. Se i tentativi andassero a segno, aggiunge la società, le future vulnerabilità e le azioni necessarie per arginarle “potrebbero avere effetti negativi sui nostri risultati, sulla relazione con gli utenti e sulla nostra reputazione”. Nel corso della presentazione, il ceo Brian Krzanich ha assicurato che, entro l’anno, saranno disponibili nuovi chip strutturalmente immuni a Spectre e Meltdown. Cioè non protetti grazie agli aggiornamenti ma progettati senza la falla che espone ad attacchi esterni le attuali Cpu. Intanto però, scrive Intel, “potremmo continuare ad affrontare reclami e controversie” che potrebbero avere “un impatto negativo” sui risultati. Anche perché, come già emerso nei giorni scorsi, il gruppo ha confermato su un documento ufficiale quanto scritto in un post nei giorni scorsi: le ultime patch “possono causare prestazioni avverse, riavvii, instabilità e comportamenti imprevisti del sistema, perdita o danneggiamento dei…