Luxottica sale dopo la trimestrale. i giudizi degli analisti

31 gennaio 2018

Giornata positiva a Piazza Affari per Luxottica, che si colloca tra i pochi titoli del Ftse Mib con segno più i conti preliminari del 2017.

Giornata positiva a Piazza Affari per Luxottica, che in una seduta di realizzi per il Ftse è oggi tra i pochi titoli del paniere delle blue chips che sfuggono alle vendite (+1,76% a 51,94 euro alle 16:30) dopo aver pubblicato ieri i ricavi preliminari del 2017 in linea con le attese e fornito al mercato indicazioni rassicuranti su profitti del 2017 e crescita per il 2018.

I numeri del quarto trimestre

Andando ai risultati dell’ultimo trimestre 2017, Luxottica ha generato nel periodo un giro d’affari di 2,093 miliardi di euro, in aumento del 4,3% a cambi costanti grazie a una accelerazione delle vendite in entrambe le divisioni e alla buona performance di Europa, Nord America, Australia e Brasile. A cambi correnti (-2,3%) il fatturato risente invece del forte apprezzamento dell’euro contro le principali valute concorrenti.

In particolare, il gruppo di Leonardo Del Vecchio ha archiviato nel quarter un -0,4% nella divisione wholesale (ma +4,7% a parità di cambi grazie alla crescita sostenuta di Nord America e Brasile), mentre il canale retail ha chiuso il periodo con una crescita del 4,1% a cambi costanti (-3,3% a cambi correnti) spinta da nuovi negozi e vendite omogenee stabili rispetto al quarto trimestre 2016.

I conti del 2017 e l’outlook per il 2018

Quanto ai risultati annuali, nell’intero esercizio 2017 il giro d’affari di Luxottica ha raggiunto i 9,157 miliardi di euro, in aumento del 2,2% a cambi costanti (+0,8% a cambi correnti). Gli analisti di mercato pronosticavano vendite pari a 9,154 miliardi di euro.

L’outlook per il 2017 è confermato.”Il gruppo”, è statto il commento del presidente esecutivo di Luxottica, Leonardo Del Vecchio, “guarda con fiducia alla crescita dei prossimi 12 mesi”.

Dal management è stato inoltre sottolineato che la generazione di cassa “raggiunge livelli record” e l’utile netto adjusted “è atteso in forte crescita”

I giudizi degli analisti

Alla luce dei conti di Luxottica Banca Akros ha reiterato il giudizio “accumulate” sul titolo con un prezzo obiettivo a 53,3 euro. “Restiamo positivi sull’azione dopo i dati comunicati,” scrive il broker, sottolineando che la società ha sottolineato “il forte cash flow generato anche se non ne ha rivelato il controvalore.”

Ottimismo anche da Bryan Garnier, che ha confermato il rating “buy” con un prezzo obiettivo a 60 euro dopo risultati che giudica “in linea con le attese”.

Anche per Equita (“buy” con target price a 55 euro) le vendite sono state “allineate” alle loro stime e confermano “un trend di miglioramento organico” sia nel retail che nel wholesale.

“Nel complesso,” calcola la sim milanese, “la velocità di uscita del 2017 è decisamente migliore rispetto agli anni precedenti. Alziamo il target a 55, come media ponderata (20-80%) della valutazione stand-alone (50 euro a 21,5 volte il rapporto p/e 2019, da precedente 2018) e combined (57 euro a 21,5 volte il p/e 2020)”.

Più prudente infine il giudizio di Jefferies, che ha optato ancora per il rating “neutral” con prezzo obiettivo a 44 euro e scrivono in relazione ai risultati del quarto trimestre di un “quadro generale misto, con il wholesale che mostra progressi in Nord America e un’ulteriore forza del retail in Asia Pacifico. LensCrafters continua a contrarsi”.

 

 

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.