5 azioni per difendere il portafoglio dalla prossima correzione

2 febbraio 2018

Mentre il mercato vive una delle più lunghe fasi della sua storia senza una correzione superiore al 5%, è tempo di privilegiare titoli in grado di resistere meglio della media del mercato ad eventuali tempeste in arrivo.

Mentre il mercato vive una delle più lunghe fasi della sua storia senza una correzione superiore al 5%, suggerisce Lee Jackson dalle pagine di 24/7 Wall St., vale la pena di considerare come opzione a difesa del portafoglio un riassetto delle allocazioni che prediliga titoli capaci di resistere meglio della media del mercato ad eventuali tempeste in arrivo. Per trovarne qualcuna, l’analista ha quindi deciso di rivolgersi alle indicazioni di BOFA Merrill Lynch, selezionando 5 delle società coperte dal broker con il rating “buy” che pagano un buon dividendo e presentano i più bassi livelli di volatilità, caratteristiche che ne fanno scelte da privilegiare mentre aumenta il livello di nervosismo degli investitori. Ecco i nomi.

American Electric Power Co. Inc. (NYSE: AEP)

Particolarmente apprezzato degli analisti di Bofa è American Electric Power, annoverato tra le top picks del broker nel settore delle utility companies e inserito dunque nella Merrill Lynch US 1 list. La società, che gestisce una rete di distribuzione elettrica con oltre 5,3 milioni di clienti in 11 stati USA, paga ai suoi azionisti un generoso dividendo che rende ai prezzi correnti il 3,63%. Merrill Lynch ritiene però anche che l’azione abbia anche un buon potenziale upside, fissando un target price a 75 dollari rispetto a una quotazione di 68,35 dollari. Da notare che il giudizio della banca americana è in linea con le attese del consenso, che indica un prezzo obiettivo a 74,07 dollari.

Coca-Cola Co. (NYSE: KO)

Nel settore della grande distribuzione alimentare, rappresenta un’opzione di sicuro appeal Coca-Cola, che unisce a tradizionali caratteristiche difensive e a un ottimo dividendo (dividend yield del 3,12%), un forte brand e un ricco mix prodotti, con vendite generate per oltre il 40% fuori dai confini domestici. Sull’azione, che è una delle partecipazioni di maggiore peso nel portafoglio di Warren Buffett, gli analisti di Merrill Lynch indicano un target price a 52 dollari, più ottimista rispetto a quello di 49,87 dollari fornito in media dagli esperti di mercato. Il titolo Coca-Cola scambia attualmente intorno ai 47,4 dollari per azione.

Colgate-Palmolive Co. (NYSE: CL) 

Nello stesso settore, gli esperti della banca americana consigliano anche un acquisto di Colgate Palmolive, altro titolo della grande distribuzione che garantisce tradizionalmente buoni dividendi ai suoi azionisti. Con una cedola che rende ai prezzi attuali il 2,14%, il gruppo, che genera oltre la metà dei ricavi (52%) in economie emergenti e a rapida crescita – con quote significative in Brasile, Russia, India e Cina – potrebbe inoltre ricevere ulteriore impulso dalla debolezza del dollaro. Merrill Lynch indica sull’azione un target price a 83 dollari, che implica un buon margine di apprezzamento dalla quotazione attuale di 74,67 dollari. Il prezzo obiettivo fissato dalle banche d’affari che coprono il titolo si posiziona in questo caso poco sopra il prezzo attuale, a 76,64 dollari.

Wal-Mart Stores Inc. (NYSE: WMT)

Si merita una segnalazione anche il colosso del retail Walmart, che dopo alcuni anni di difficoltà sta tornando a crescere grazie ai frutti delle sue nuove strategie nel settore delle vendite online, come l’acquisizione del sito di e-commerce Jet.com: la società, che vanta 260 milioni di clienti in 28 Paesi e 11.535 store distribuiti sotto 72 brand, ha generato nell’anno fiscale 2017 ricavi a 486 miliardi di dollari. Sul titolo, anche in questo caso inserito nella US 1 list di BOFA Merrill Lynch, viene fissato un target price a 120 dollari, che si confronta con una quotazione attuale di circa 107,7 dollari. Il dividend yield offerto agli azionisti è del 1,9%

Exxon Mobil Corp. (NYSE: XOM)

Suggerito infine un acquisto della compagnia petrolifera Exxon Mobil, altra tipica azione da dividendo avendo incrementato la sua cedola per 75 anni consecutivi su base split-adjusted. Su Exxon, che offre in questo momento uno yield del 3,55%, Merrill Lynch suggerisce un target price a 102 dollari, significativamente superiore tanto alla quotazione del titolo di 86,78 dollari che al target medio indicato dagli analisti (88,95 dollari).

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.