Wall Street al tappeto con Apple e petroliferi, panico cripto!

3 febbraio 2018

Dow Jones, Exxon Mobil e Chevron in caduta dopo la trimestrale. Apple scivola sulle proiezioni Q2 2018. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azonaria di Wall Street.

Chiusura d’ottava in forte ribasso per la piazza azionaria di Wall Street che ha mal digerito le trimestrali pubblicate da numerose società quotate. A pagare dazio più di tutti è stato il Dow Jones che va al weekend con uno storno del 2,54% a 25.520,96 punti. Male pure l’S&P 500, -2,12% a 2.762,13 punti, ed il Nasdaq, -1,96% a 7.240,95 punti. 

A penalizzare l’andamento dell’azionario è stato anche l’aumento dei rendimenti dei titoli di Stato americani, così come nel settore delle criptovalute, in linea con il trend della vigilia, è proseguito anche oggi il crollo dei prezzi delle monete virtuali.

Dow Jones, Exxon Mobil e Chevron in caduta dopo la trimestrale

Tra le Blue Chips, nel settore petrolifero, le azioni del colosso Exxon Mobil Corporation (XOM) hanno lasciato sul parterre il 5,49% a $ 84,18 dopo che la società ha riportato, nel quarto trimestre fiscale del 2017, un utile per azione a $ 0,88 rispetto ai $ 1,06 per azione pronosticati in media dagli analisti di Wall Street. Semaforo rosso pure per il fatturato che,  a $ 66,51 miliardi, si è attestato ben al di sotto delle previsioni di consenso posizionate a $ 74,44 miliardi.  

Nello stesso settore, e sempre tra le large caps, non è andata tanto meglio oggi, venerdì 2 febbraio del 2018, alle azioni della Chevron Corporation (CVX) che hanno perso il 5,72% a $ 118,39 dopo aver riportato, nel Q4 2017, un utile per azione a $ 0,73 rispetto ad attese posizionate a $ 1,27. Luce verde invece per il fatturato che, a $ 37,61 miliardi, si è attestato  seppur di poco al di sopra delle previsioni di consenso posizionate a $ 37,54 miliardi.

Apple scivola sulle proiezioni Q2 2018

Tra i titoli ad elevata capitalizzazione, inoltre, la giornata si chiude tutta in rosso anche per Apple (AAPL), -4,34% a $ 160,50, dopo che la società ha battuto le stime sugli utili e sui ricavi del primo trimestre fiscale del 2018, ma ha fornito sul Q2 2018 delle proiezioni che non hanno convinto del tutto la piazza. 

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.