Piazza Affari arretra: semplice storno o correzione più netta?
News / 5 febbraio 2018

Scattano vendite più copiose per il Ftse Mib dopo il secondo attacco, fallito, all’area dei 24.000. Quanto c’è da preoccuparsi? I market movers da seguire in avvio di settimana. Nessun segnale di ripresa per le Borse europee che venerdì non sono riuscite ad approfittare in alcun modo del ritracciamento dell’euro-dollaro e dei buoni dati macro arrivati dall’America. Gli indici hanno continuato a muoversi in ribasso, lungo la via già imboccata nelle sessioni precedenti, terminando gli scambi in rosso. A tenere testa alle vendite meglio degli altri è stato il Ftse100 che ha limitato le perdite ad un calo dello 0,63%, mentre è andata decisamente peggio al Cac40 e al Dax30 che si sono mossi di pari passo, cedendo rispettivamente l’1,64% e l’1,68%. Settimana negativa a Piazza Affari Non è stata tanto migliore la conclusione di Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 23.202 punti, in flessione dell’1,44%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 23.561 e un minimo a 23.184 punti. Negativo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha lasciato sul parterre il 2,74% rispetto al close del venerdì precedente. In apertura di settimana il Ftse Mib si è…

Cosa chiede l’Italia delle startup ai partiti per far volare l’innovazione (e il Paese)
News / 5 febbraio 2018

Dopo cinque anni di politiche sulle startup, i principali protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione si riuniranno il 5 febbraio a Roma dove proporranno ai rappresentanti dei partiti candidati a governare il Paese alcune azioni necessarie a far crescere un settore dell’economia italiana di cui molto si è parlato in questi anni, qualcosa è stato fatto, ma che stenta a crescere a differenza di quanto avviene nel resto d’Europa.  Allo Startup Day, organizzato da Agi che si terrà al Tempio di Adriano alle 11.00, saranno presenti i dirigenti dei maggiori fondi di investimento, associazioni di investitori e acceleratori di startup italiani. 40 protagonisti, tra cui è prevista la partecipazione del ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda. .  Sei anni fa il fenomeno delle startup cominciava a strutturarsi in tutta Europa. Allora Paesi come la Francia, la Spagna, e in qualche misura anche la Germania partivano da condizioni simili. Ma oggi mentre in quei Paesi si investono in aziende innovative, capaci di generare fatturato e posti di lavoro altamente qualificati, miliardi di euro, in Italia gli investimenti sono rimasti ancorati intorno ai cento milioni l’anno, 110 nel 2017. Per ovviare allo stallo della crescita di queste imprese, e degli investimenti, gli operatori incontreranno i rappresentanti delle istituzioni per proporre soluzioni. Già, ma…