Diritti calcio Lega e Serie A: Sky battuta (per ora) da Mediapro

6 febbraio 2018

Gli spagnoli di Mediapro si aggiudicano i diritti tv della Lega di Serie A ma la guerra non è ancora finita.

Gli spagnoli di Mediapro si aggiudicano i diritti tv della Lega di Serie A ma la guerra non è ancora finita.

Il caso 

Infatti da Sky non hanno accettato il verdetto che suona quasi una beffa in virtù della cifra ovvero 1miliardo e cinquanta milioni, (cifra minima richiesta dalla Lega, ma che nell’offerta spagnola vedeva l’aggiunta di un mille euro che, a conti fatti, è stato determinante oltre che provvidenziale. Infatti con quest’offerta Mediapro potrà produrre le immagini in esclusiva di diverse manifestazioni calcistiche per poi distribuirle ai vari operatori come Sky. Dalla Tv di Murdoch hanno già fatto sapere di essere pronti a ricorrere contro la decisione con una motivazione specifica: il bando per aggiudicarsi i diritti per il prossimo triennio (2018-2021) era rivolto esclusivamente agli “intermediari indipendenti” mentre secondo quanto appurato dai legali del gruppo, Mediapro sarebbe un operatore della comunicazione ovvero un soggetto che, per volontà del bando stesso, non avrebbe potuto vedersi aggiudicare la totalità dei diritti. Tradotto in cifre si parla di 380 partite. A confermare l’inammissibilità della domanda anche la volontà di Mediapro di creare un canale tematico con annessa vendita di spazi pubblicitari. Si creerebbe perciò una sorta di monopolio che permetterebbe a Sky anche di ricorrere in seno all’Antitrust.

Ct Nazionale: arriva il traghettatore

Nel comunicato ufficiale al termine dell’Assemblea si legge “L’Assemblea della Lega Serie A, riunitasi alle ore 11.30 per l’apertura della busta presentata alle ore 9.36 di oggi per il Pacchetto Global dall’intermediario indipendente Mediapro, ha verificato che l’offerta depositata, pari a 1.050.001.000 euro, è superiore al prezzo minimo richiesto dall’Invito ad Offrire e conseguentemente procederà alla comunicazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, come previsto dall’Invito stesso ai fini dell’assegnazione dei diritti in oggetto”. 

Intanto continua l’odissea per riuscire a trovare il prossimo allenatore della nazionale di calcio per il dopo-Ventura. Trattative ancora serrate permettono di dare come certo solo il nome del traghettatore, Luigi Di Biagio. Il CT attualmente all’Under 21 guiderà infatti gli azzurri, secondo le volontà del commissario della FIGC Roberto Fabbricini e del suo vice Alessandro Costacurta, nelle due amichevoli previste a marzo contro Argentina (il 23 a Manchester) e Inghilterra (il 27 a Londra) senza però abbandonare la guida della nazionale minore che allena dal 2013. 

 

 

 

fonte: http://www.trend-online.com/prp/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.