Enel arretra malgrado buona notizia del contratto in Giappone

10 febbraio 2018

Il titolo ha continuato a perdere terreno dopo il forte ribasso di ieri, senza trovare sostegno nelle indicazioni positive delle ultime ore. Equita resta buy.

Dopo il netto calo di ieri, quando la giornata si è conclusa con un affondo di oltre tre punti percentuali, anche la seduta odierna non ha riservato nulla di buono per Enel. Il titolo ha terminato le contrattazioni a 4,634 euro, con una flessione dell’1,86% e volumi di scambi molto elevati, visto che a fine giornata sono passate sul mercato oltre 48 milioni di azioni, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 26,5 milioni di pezzi.

Enel non ha beneficiato in alcun modo della notizia diffusi ieri in serata, da cui si è appreso che attraverso EnelX il gruppo si è aggiudicato un nuovo contratto di Demand Response in Giappone per 165 MW.
Gli analisti di Equita SIM parlano di una notizia positiva per Enel, definendo interessante il progressivo della controllata Enercon che continua ad aggiudicarsi progetti worldwide.
La SIM milanese non cambia idea su Enel e rinnova l’invito ad acquistare, con un prezzo obiettivo a 6 euro.

fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.