Volatilità: una campana che non suona a morto per il Bull Market
News / 19 febbraio 2018

La pesante correzione. Poi il rimbalzo. Cosa succede sui mercati azionari? Gli operatori di mercato hanno accolto con sollievo alla chiusura di Wall Street di venerdì scorso il successo del vistoso, anche se solo parziale rimbalzo settimanale seguìto alla brusca correzione delle due settimane precedenti.  Il bilancio del rimbalzo Lo S&P 500 ha archiviato l’ottava con un saldo positivo del 4,3%, il miglior progresso settimanale dal novembre 2016 (+5,5% se si considera la striscia di 6 sedute positive iniziata venerdì 9 febbraio), recuperando oltre la metà delle perdite provocate dal selloff e tornando a quota 2732,22 punti base. Perfettamente allineato anche l’indice degli industriali, il Dow Jones Industrial Average, salito nella stessa misura del 4,3% nella settimana per raggiungere i 25.219,38 punti, mentre un ritracciamento frazionale dello 0,2% nell’ultima sessione di contrattazioni non ha impedito al Nasdaq di mettersi in bella mostra con un balzo del 5,3% in cinque giorni verso i 7239,47 punti. Bene anche l’Europa, dove lo Stoxx 600 ha segnato un avanzamento settimanale del 3,3% – stando ai dati di FactSet, non accadeva dal dicembre 2016 –  e la giornata di venerdì ha consegnato al Ftse Mib la vetta dell’Europa, con un rialzo dell’1,34% a 22.797 punti, seguito dal Dax di Francoforte (+0,87%), dal Cac di Parigi…

Così cambiano gli assegni. Un vademecum in 10 punti
News / 19 febbraio 2018

Le nuove leggi sull’antiriciclaggio e sul contrasto al finanziamento del terrorismo hanno modificato le regole per l’utilizzo di assegni, contante e libretti al portatore. L’Associazione Bancaria Italiana ha pubblicato un vademecum per orientarsi nella normativa e non commettere errori.  Ecco le 10 cose da sapere e a cui fare attenzione per non sbagliare: È vietato il trasferimento tra privati, senza avvalersi dei soggetti autorizzati (ad esempio banche), di denaro contante e di titoli al portatore (ad esempio assegni senza indicazione del beneficiario) di importo complessivamente pari o superiore a 3.000 euro. Gli assegni bancari, circolari o postali di importo pari o superiore a 1.000 euro devono riportare – oltre a data e luogo di emissione, importo e firma – l’indicazione del beneficiario e la clausola “non trasferibile”. Fai quindi attenzione se utilizzi un modulo di assegno che hai ritirato in banca da molto tempo e verifica se l’assegno reca la dicitura “non trasferibile”. Se la dicitura non è presente sull’assegno ricordati di apporla per importi pari o superiori a 1.000 euro. Le banche, alla luce delle disposizioni di legge, consegnano automaticamente alla clientela assegni con la dicitura prestampata di non trasferibilità. Chi vuole utilizzare assegni in forma libera, per importi inferiori a 1.000 euro,…

La lenta agonia del porto di Taranto
News / 19 febbraio 2018

Debacle nel 2017 per il porto di Taranto. Lo dicono i dati complessivi dell’Autorità portuale di sistema del Mar Jonio. Dati che segnalano un calo del traffico generale, rispetto al 2016, del 12,2 per cento. Si è passati, infatti, da 24,668 milioni di tonnellate del 2016 ai 21,648 milioni di tonnellate dello scorso anno. Arretrano tutti i comparti rilevati ad eccezione del traffico passeggeri, che per la prima volta vede 8546 transiti in considerazione del fatto che, dal 2017, il porto di Taranto è anche sede di approdo degli itinerari della compagnia Thomson Cruises. Pesante anche il dato relativo al traffico ro-ro su cui pure lo scalo aveva puntato: -90,1 per cento da un anno all’altro. Calano anche le navi che hanno toccato lo scalo: -13,3 per cento dicono le statistiche. Il che, in numeri assoluti, vuol dire che si è passati dalle 2262 navi del 2016 alle 1962 dell’anno scorso. Le ragioni di un declino Sul ridimensionamento dell’attività del porto di Taranto pesano due fattori: la stasi che segna i grandi “clienti” dello scalo, a partire dall’Ilva​, e il mancato decollo dei progetti infrastrutturali sui quali pure si è investito. Il molo polisettoriale, la cui banchina è stata ammodernata, e la piattaforma logistica inaugurata qualche…