Piazza Affari: ampio movimento in vista. Al rialzo o al ribasso?
News / 19 marzo 2018

Il Ftse Mib si è fermato in corrispondenza di una resistenza con la quale sta lottando da alcune settimane e da cui dipenderà l’evoluzione del mercato nel breve. I market movers da seguire in avvio di ottava. Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa in positivo per le Borse europee dopo il rialzo messo a segno nella sessione precedente. Il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,29% e dello 0,36%, preceduti dal Ftse100 che si è apprezzato dello 0,49%. Piazza Affari chiude bene la settimana A performare meglio degli altri è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 22.857 punti, in progresso dello 0,63%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo 22.938 e un minimo a 22.685 punti. Anche il bilancio settimanale è preceduto dal segno più visto che l’indice delle blue chips nelle ultime cinque sedute ha guadagnato lo 0,49% rispetto al close del venerdì precedente. In apertura di settimana il Ftse Mib si è spinto a testare la soglia dei 22.850/22.900 punti, per poi indietreggiare fino all’area dei 22.400, da cui è partito un recupero che ha portato nuovamente le quotazioni in aeea 22.850/22.900. Già da metà febbraio il…

Già chiusi 43 negozi in diverse città. Cosa sta succedendo al gruppo Trony
News / 19 marzo 2018

Non ci sono ancora comunicazioni aziendali ufficiali ai media ma solo poche righe di comunicato sindacale. Molti negozi Trony (elettronica di largo consumo) stanno chiudendo in diverse città d’Italia. Cinquecento sarebbe complessivamente il numero di lavoratori senza più un posto. La Dps, la società che controlla un pacchetto di aziende commerciali a insegna Trony, circa 43 in Italia, ha dichiarato fallimento secondo quanto reso noto appunto dai sindacati. Lo rende noto Il Sole 24 Ore: I negozi che oggi sono rimasti chiusi si trovano in Liguria, Piemonte, Lombardia (dove sono a rischio 140 dipendenti con 9 punti vendita fra cui il negozio di San Babila) Veneto, Friuli e Puglia. In quest’ultima regione oggi è scattata la mobilitazione dei lavoratori con un sit-in davanti ad uno dei tre negozi di Bari. I dipendenti che, a Bari, sono coinvolti nelle conseguenze del fallimento sono una trentina ma in tutta la Puglia, dove ci sono 13 negozi Trony, i lavoratori a rischio sono circa 120, una fetta significativa particolarmente provata visto che dopo aver avuto un pesante taglio della busta paga a dicembre, a febbraio non hanno ricevuto gli stipendi. In Puglia l’unico negozio Trony rimasto aperto è quello di Taranto perché è rimasto…