Saipem in rosso: banche d’affari caute sul titolo

7 aprile 2018

Il titolo è tornato indietro dopo il rally di ieri, complice la flessione del petrolio. Di scarso aiuto i giudizi espressi da alcuni analisti.

Chiusura negativa per Saipem che, dopo aver messo a segno un rally di quasi il 3% ieri, ha ceduto terreno oggi, registrando una delle peggiori performance tra le blue chips. Il titolo si è fermato a 3,14 euro, con un ribasso dell’1,3% e oltre 7 milioni di azioni scambiate, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 9,5 milioni di pezzi.
Saipem ha pagato pegno alla flessione dei prezzi del petrolio, scesi al di sotto dei 62,5 dollari al barile, e non è stato molto aiutato dalle indicazioni arrivate da Jefferies.
Gli analisti di quest’ultimo hanno confermato la raccomandazione “hold” sul titolo, con un prezzo obiettivo ridotto da 3,8 a 3,4 euro, complice na riduzione delle stime riferite al 2019 per via del taglio delle previsioni sui ricavi nell’offshore drilling.
A mantenere un atteggiamento improntato alla cautela su Saipem è anche Mediobanca Securities che oggi ha confermato il rating “neutral”, con un target price a 3,9 euro.
Gli analisti accolgono con favore la conferma di CAO quale AD del gruppo, visto che la sua figura garantirebbe quella continuità necessaria agli sforzi di ristrutturazione realizzati dal gruppo negli ultimi due anni. 

fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.