Erg: UniCredit avvia la cessione dell’intera partecipazione
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

UniCredit S. UniCredit S.p.A. (“UniCredit”) comunica di aver avviato la cessione, attraverso una procedura di accelerated book-building, di massime 6.012.800 azioni ordinarie, pari a circa il 4% del capitale sociale di ERG S.p.A. (“ERG” o la “Società”) e corrispondenti all’intera partecipazione detenuta da UniCredit nella Società in (l’”Offerta”). Le azioni saranno collocate presso investitori qualificati italiani e istituzionali esteri. Il bookbuilding avrà inizio immediatamente, UniCredit si riserva il diritto di chiudere anticipatamente l’Offerta e/o di variarne i termini in qualsiasi momento. Gli esiti dell’Offerta saranno comunicati al termine della stessa. Citigroup, Morgan Stanley e UniCredit Corporate & Investment Banking sono state incaricate da UniCredit quali joint bookrunner dell’Offerta (i “Joint Bookrunner”). (RV – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari in rialzo con Telecom, industriali e petroliferi: FTSE MIB +0,52%
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

Piazza Affari in rialzo con Telecom, industriali e petroliferi: FTSE MIB +0,52%. Piazza Affari in rialzo con Telecom, industriali e petroliferi: FTSE MIB +0,52%. *Mercati azionari europei positivi. Wall Street in netto rialzo: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,7%, Nasdaq Composite +1,7%, Dow Jones Industrial +2,0%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,52%, il FTSE Italia All-Share a +0,49%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,31%, il FTSE Italia STAR +1,15%. *Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l’indice grezzo dei prezzi alla produzione *ha evidenziato, nel mese di marzo, un incremento dello 0,3% su base mensile dopo l’incremento dello 0,2% della rilevazione precedente (consensus +0,1%). Su Base annuale il PPI è salito del +3% dal +2,8% precedente (consensus +2,9%). Negli Stati Uniti a febbraio le scorte all’ingrosso hanno fatto segnare un incremento pari all’1%, superiori alle attese fissate su un indice dello 0,8%. In Italia l’Istat ha comunicato che nel mese di febbraio 2018 l’indice destagionalizzato della produzione industriale registra una diminuzione dello 0,5% rispetto al mese precedente (consensus +1,0%). Corretto per gli effetti di calendario, a febbraio 2018 l’indice è aumentato su base annua del 2,5% (consensus +4,8%). In…

Utility in rosso su debolezza obbligazionario
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

Le utility ritracciano dopo il progresso di ieri: Snam (-1%), A2A (-1,3%), Terna (-0,5%), Enel (-0,3%). Le utility ritracciano dopo il progresso di ieri: Snam (-1%), A2A (-1,3%), Terna (-0,5%), Enel (-0,3%). Il settore è penalizzato dalla debolezza dell’obbligazionario eurozona. (SF – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Bene i petroliferi, greggio sui massimi da fine marzo/inizio aprile
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

Petroliferi in verde grazie al rally del greggio che sale sui massimi da fine marzo/inizio aprile. Petroliferi in verde grazie al rally del greggio che sale sui massimi da fine marzo/inizio aprile. I future giugno 2018 segnano per il Brent 70,05 $/barile, per il WTI 64,75 $/barile. Bene Tenaris (+1,8%) e Saipem (+1,5%) che recupera dopo il -1,88% di ieri in scia alla decisione di Consob di avviare un procedimento amministrativo sanzionatorio in relazione alla documentazione d’offerta dell’aumento del capitale sociale realizzata nei mesi di gennaio e febbraio 2016. In verde Eni (+0,8%): il titolo tocca i massimi da maggio 2017 nel giorno dell’investor day a New York. Ben comprata Saras (+1,9% a 1,92 euro) grazie a Macquarie che conferma il target sul titolo a 2,30 euro ma migliora il giudizio da neutral a outperform. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Focus arredamento: nel 2017 crescono i finanziamenti erogati
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

La casa ha sempre più un ruolo centrale per le famiglie e rispecchia la personalità di chi ci abita: la scelta dei colori, dell’arredamento, l’organizzazione degli spazi, ma anche il modo di “viverla” sono unici. La casa ha sempre più un ruolo centrale per le famiglie e rispecchia la personalità di chi ci abita: la scelta dei colori, dell’arredamento, l’organizzazione degli spazi, ma anche il modo di “viverla” sono unici. Cosa preferiscono gli italiani? In assoluto sono orientati sugli stili moderno o scandinavo, con il soggiorno che diventa l’ambiente principale; sono soddisfatti della propria abitazione, sempre più luogo dove rifugiarsi dalla frenesia e dallo stress della vita quotidiana, anche se vorrebbero una casa che permetta di risparmiare sui costi di manutenzione e che sia polifunzionale. Domotica e smart home e il mix tra un arredamento low-cost *e oggetti importanti di design* sono tra i maggiori trend di innovazione. Sono questi i principali risultati dell’ultimo Osservatorio Compass sul settore dell’arredamento realizzato in occasione della settimana del design milanese, da cui emerge il forte interesse degli italiani per il comparto, con la crescita dei finanziamenti erogati nel 2017 che hanno superato € 1,7 miliardi (+5,4% sul 2016), e con un importo medio…

Si intensifica la distribuzione a Wall Street
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

Sedute come quella di ieri a Wall Street, a ragione indispongono gli investitori. Sedute come quella di ieri a Wall Street, a ragione indispongono gli investitori. D’altro canto, lo S&P non fa altro che riproporre uno schema comportamentale da tempo consolidato: alternare ad aperture brillanti, sessioni di chiusura in tono minore. Convenzionalmente, si ritiene che la prima ora di contrattazioni sia di appannaggio dei piccoli investitori, e in generale di un pubblico tanto disinformato quanto emotivo: laddove l’ultima ora di scambi sia dominata dalle mani forti. Il confronto fra i saldi realizzati dal mercato (USA) in queste due finestre temporali, cumulato, da’ vita ad un indicatore (“Smart Money Index”) che punta ad evidenziare l’accumulazione ovvero la distribuzione in atto sul mercato. La figura conferma le sensazioni: lo SMI è in caduta libera, e questo sottolinea la distribuzione in atto. In particolare, nella parte inferiore del grafico si può notare il tasso di variazione a 100 giorni di quello che è alternativamente noto come “Last Hour Indicator”. Letture particolarmente depresse, come quella recente, hanno non di rado intercettato massimi di mercato, sebbene obiettivamente il track record sia distante dal 100% di successo. Resta la sensazione di un mercato provvidenzialmente contenuto dai…

Con la Juventus un +16% a fine anno
Finanza/Economia / 11 aprile 2018

Dopo le vacanze pasquali torniamo ad occuparci di certificati d’investimento. Dopo le vacanze pasquali torniamo ad occuparci di certificati d’investimento. Questa volta lo facciamo su un titolo che solitamente non trattiamo mai, anzi, ad essere sinceri è un settore da cui normalmente ci teniamo alla larga. Il settore è quello delle squadre di calcio e la squadra in questione è la Juventus.

Strappo Salvini-Di Maio, Renzi può tornare in gioco
News / 11 aprile 2018

ROMA (WSI) – Scintille tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio nella trattativa per la formazione del nuovo governo. Da una parte il leader della Lega che apre ai cinque Stelle, dall’altra i pentastellati che però fanno muro contro la coalizione di centrodestra in cui Silvio Berlusconi ha ancora voce in capitolo. “C’è il 51% di possibilità di fare un governo tra centrodestra e Cinquestelle.(…)  Potete immaginare un governo con noi e Berlusconi. Sono molto fiducioso che si formerà un governo e sarà un governo del cambiamento. Dovete solo darci del tempo. Solo noi a Palazzo Chigi possiamo garantirvi che quel cambiamento si farà”. Così il segretario del Carroccio in visita in Friuli Venezia Giulia. Immediata la risposta del leader del M5s, che scrive su Twitter: “C’è lo 0% di possibilità che il Movimento 5 stelle vada al governo con Berlusconi e con l’ammucchiata di centrodestra”. “Di Maio, in questo momento, mi interessa meno di zero”, ha poi replicato a margine di un comizio a Spilimbergo (Friuli Venezia Giulia) Matteo Salvini che sull’ipotesi di una terza figura che provi a formare un governo afferma: “Premier terzo? Quarto, quinto, dodicesimo, ma chi lo vota? I voti in Parlamento da dove arrivano? Dal centrodestra…

Datagate Facebook, Zuckerberg non gradirà domande del Congresso Usa
News / 11 aprile 2018

Il confondatore e amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg è atteso martedì davanti al Congresso degli Usa per testimoniare sullo scandalo dei dati degli utenti del social network utilizzati dalla società Cambridge Analytica, sulle fake news e sulle presunte ingerenze della Russia nella campagna elettorale Usa per le elezioni presidenziali del 2016. La diretta dal Congresso partirà alle 20.15 italiane, le 14.15 ora locale, e sarà disponibile sul sito del Commissione del Senato Usa oppure su questo altro collegamento. Il Financial Times ha preparato una preview dell’evento, con un elenco delle sei domande davanti a cui Zuckerberg si troverà di fronte e che con probabilità non piaceranno al fondatore di Facebook. La prima riguarda la possibilità che il Congresso guardi all’interno dei sistemi pubblicitari di Facebook. Se al Congresso fosse concesso l’accesso ai sistemi di Facebook, potrebbe essere in grado di avere un quadro più dettagliato delle influenze della Russia, oltre a saperne di più su chi è stato il target di Cambridge Analytica. “Perché non hai segnalato la fuga di dati prima?” è la seconda domanda scomoda per Zuckerberg. Facebook ha realizzato che Cambridge Analytica aveva, nelle sue parole, “dati impropriamente ottenuti” nel 2015 ma non ha fatto niente per cambiare…

Salone Risparmio, Gregorini: il successo dei certificati quotati
News / 11 aprile 2018

In occasione della nona edizione del Salone del Risparmio organizzato da Assogestioni, come ogni anno Wall Street Italia ha intervistato i protagonisti del mondo del risparmio gestito e della consulenza finanziaria italiana. Il Salone del Risparmio si svolge presso MiCo – Milano Congressi, il centro congressi più grande d’Europa. A seconda del contesto di mercato, esiste sicuramente il tipo di certificato adatto, ha spiegato Nevia Gregorini responsabile prodotti quotati per BNP Paribas CIB. I certificati stanno attirando un sempre maggiore interesse. Tra i consulenti finanziari ci si divide tra chi è più ottimista e chi lo è meno sulle potenzialità di mercato. I primi si stanno concentrando sui certificati alternate di investimento che rimborsano anticipatamente se l’indice si trova sopra il valore iniziale a determinare date, “con coupon anche importanti” e con un cuscinetto di protezione delle perdite del 30%. Chi invece ha una visione di mercato più laterale si sta orientando più verso sui cash collect certificate che pagano coupon se il sottostante è sopra il livello di barriera: non hanno effetto di memoria ma hanno una possibilità molto alta di pagare un coupon e, cosa che interessa molto i consulenti, hanno un’ottimizzazione fiscale. Con l’arrivo della MiFid 2, sono…