Piazza Affari in ascesa, FCA e bancari protagonisti: FTSE MIB +1,37%
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

Piazza Affari in ascesa, FCA e bancari protagonisti: FTSE MIB +1,37%. Piazza Affari in ascesa, FCA e bancari protagonisti: FTSE MIB +1,37%. Mercati azionari europei positivi. Wall Street in deciso progresso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,1%, Nasdaq Composite +1,6%, Dow Jones Industrial +1,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,37%, il FTSE Italia All-Share a +1,29%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,80%, il FTSE Italia STAR +0,60%. *Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA i nuovi cantieri residenziali sono saliti *a marzo passando a 1319 mila unita’ da 1295 mila unita’ (+1,9% m/m). Il dato e’ superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore pari a 1270 mila unita’. In crescita anche le licenze edilizie a 1354 mila unita’ da 1321 mila unita’ (consensus 1330 mila unita’), +2,5% m/m. Negli USA la produzione industriale a marzo ha evidenziato una crescita dello 0,5% rispetto al mese precedente. Il dato ha battuto le attese (+0,3%) risultando però inferiore al +1% della rilevazione precedente (rivisto dal +0,9%). In Germania e’ stato reso noto che l’indice Zew, che misura la fiducia degli investitori istituzionali in merito alle aspettative sull’economia del paese…

Fmi: Pil globale 2018 in crescita ma aumentano rischi
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

Il Fondo monetario internazionale ritiene che l’economia globale possa crescere del 3,9% nel 2018, con il Pil delle principali economie destinati a espandersi per il secondo anno consecutivo. Il Fondo monetario internazionale ritiene che l’economia globale possa crescere del 3,9% nel 2018, con il Pil delle principali economie destinati a espandersi per il secondo anno consecutivo. La ripresa sarà sostenuta da un forte slancio, da un cima di mercato favorevole, da condizioni finanziarie accomodanti e dalle ripercussioni interne ed internazionali della politica fiscale espansiva negli Stati Uniti. Il Fmi spiega nel World Economic Outlook che l’economia globale continuerà a correre nonostante le tensioni commerciali tra Stati Uniti, Cina e altri Paesi. Un aumento dei dazi e delle barriere commerciali potrebbe tuttavia danneggiare il sentiment di mercato. (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Intesa: broker e S&P confermano valutazioni dopo accordo NPL
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

Intesa Sanpaolo (+1,3%) in verde dopo l’accordo con Intrum sugli NPL. Intesa Sanpaolo (+1,3%) in verde dopo l’accordo con Intrum sugli NPL. Tutti i broker confermano i giudizi (complessivamente positivi) sul titolo. Anche S&P comunica che l’operazione non avrà impatto sul rating BBB e sull’outlook stabile attribuiti alla banca. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Williams (Fed): inflazione a 2% o sopra nel 2018-2020
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

John Williams, presidente della Fed di San Francisco, ritiene probabile che l’inflazione negli Stati Uniti salirà al target del 2% quest’anno e si manterrà su tale livello o anche sopra per “un altro paio d’anni”. John Williams, presidente della Fed di San Francisco, ritiene probabile che l’inflazione negli Stati Uniti salirà al target del 2% quest’anno e si manterrà su tale livello o anche sopra per “un altro paio d’anni”. Nel corso di un intervento alla banca centrale spagnola, Williams ha sottolineato la necessità di alzare i tassi di interesse per prevenire un surriscaldamento dell’economia.Attualmente il tasso ufficiale Usa si trova nell’intervallo 1,50% -1,75%: secondo la maggior parte dei membri del comitato di politica monetaria della Fed arriverà al 3,1%/ 3,6% entro il 2020. (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Ferrari: una strategia da 10% in otto mesi
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

Continua la nostra ricerca di profitto anche in un contesto internazionale così difficile come quello attuale dovuto alle tensioni in Siria. Continua la nostra ricerca di profitto anche in un contesto internazionale così difficile come quello attuale dovuto alle tensioni in Siria. Probabilmente tali tensioni si trasformeranno in turbolenze di mercato fin dalla giornata di lunedì. La nostra scelta questa volta si è quindi focalizzati su un titolo che ha dimostrato una volatilità storica inferiore a quella del mercato ed è uno dei brand più conosciuti e prestigiosi al mondo: Ferrari. In particolare abbiamo analizzato un Bonus Cap che su un eventuale ripiegamento del titolo potrebbe regalarci un bel 10% da qui a fine anno. Partiamo dal vedere un po’ di analisi tecnica: Un primo supporto di breve si trova a 96€, ma i supporti più importanti sono sicuramente a quota 86,25€ ed ancor più in basso a 82,70€. Per individuare meglio quest’ultimo livello ed anche dove è posta la barriera è necessario spostarsi indietro fino a maggio dell’anno scorso come nella figura qui sotto: Attualmente il titolo dista il 21% ed è acquistabile a 103€ con un rendimento potenziale di 6,8% (10% annuo). Se però il titolo dovesse tornare…

Intesa Sanpaolo: posizioni lunghe sopra 2,94
Finanza/Economia / 18 aprile 2018

Il 64% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo venerdí. Il 64% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo venerdí. Il 73% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 20 periodi contro il 68% di giovedí (al di sotto della media mobile a 20 period). Il 50% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 200 periodi contro il 49% di giovedí (al di sotto della media mobile a 20 period). INTESA SANPAOLO La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 2,94 con target a 3,11 e 3,23 in estensione. Scenario alternativo Sotto 2,94 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 2,85 e 2,71 di target. Commento tecnico L’RSI ha rotto al rialzo una linea di tendenza negativa. FTSE MIB La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 22714,00 con target a 23600,00 e 23830,00 in estensione. Scenario alternativo Sotto 22714,00 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 22410,00 e 21840,00 di target. Commento tecnico L’RSI è sopra la sua zona di neutralità al 50%. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

L’Italia e la sfida delle B Corp
News / 18 aprile 2018

B Corp ha associato un logo per identificare aziende sostenibili. L’obiettivo di una B Corp non è solo il profitto ( è anche il profitto), ma quello di avere ricadute benefiche sui dipendenti, la società e la natura circostante. L’Italia è tra i Paesi europei con il maggior numero di aziende certificate B Corp. In tutto il mondo sono oltre 2000 le B Corp. Operano su oltre 130 settori. I Paesi in cui operano sono più di 50. In seguito alla diffusione delle B Corp, l’Italia dal 2016 ha introdotto una nuova forma giuridica: “Società Benefit”. In tal modo si è evitato il continuo tentativo da parte di imprenditori illuminati di definire nello Statuto costitutivo delle società di obiettivi intangibili e sostenibili, tentativo spesso naufragato perchè i notai non riconoscevano questo stato. Ulteriori approfondimenti sul tema sono disponibili sul blog dell’autore: BuyMarket – Finanza.   Questo scritto è redatto a solo scopo informativo. Può essere modificato in qualsiasi momento. NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate. L’articolo L’Italia e la sfida delle B Corp sembra essere il primo su Wall Street Italia. fonte: http://www.wallstreetitalia.com/feed/

Macron: “rischiamo guerra civile in Unione Europea”
News / 18 aprile 2018

Il presidente francese Emmanuel Macron sfida populisti ed euroscettici nel suo discorso al Parlamento europeo. Traccia il quadro di un progetto europeo che “non è datato, ma certamente fragile” e sostiene che sposare la democrazia liberale e i suoi valori è l’unica soluzione possibile per rispondere ai pericoli che si trova di fronte l’Unione. Pericoli molto seri, secondo Macron, che ha detto: “Non possiamo far finta di essere in un tempo normale, c’è un dubbio sull’Europa che attraversa i nostri Paesi, sta emergendo una sorta di guerra civile europea, ma non dobbiamo cedere al fascino dei sistemi illiberali e degli egoismi nazionali”. Macron ha invitato i parlamentari europei a rilanciare il progetto europeo attorno a una nuova sovranità che va “reinventata” a partire da elementi come sicurezza e difesa, sfida climatica, salute alimentare, dimensione sociale, regolamentazione dei giganti del web. Solo così si potrà ricostruire la fiducia dei cittadini europei per i governi e per l’Ue. Per il presidente francese, è importante restare uniti di fronte alle sfide che arrivano dalla Russia o dagli Usa sul commercio. Macron si è soffermato anche sulla necessità di dotare la zona euro di una propria capacità di bilancio. Risorse comuni che potrebbero essere…

Giappone, scoperta quantità “semi infinita” di terre rare
News / 18 aprile 2018

Una scoperta potrebbe assicurare il rifornimento per centinaia di anni delle “terre rare”, gli elementi utilizzati per fabbricare i telefoni e anche le auto elettriche. Gli scienziati di un gruppo di ricerca composto da rappresentanti di università, imprese e istituzioni governative hanno trovato questi metalli necessari per costruire prodotti high-tech nelle acque giapponesi intorno all’isola di Minamitorishima. Sul fondo del mare, hanno scoperto che il fango era ricco di “alcuni degli elementi più importanti nella società moderna”. Gli studiosi hanno in seguito isolato un’area di 2.500 chilometri quadrati dell’isola del sud del Giappone, che potrebbe contenere 16 milioni di tonnellate di questi preziosi elementi. In uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, i ricercatori hanno suggerito che la loro scoperta “ha il potenziale per fornire questi metalli su una base semi-infinita al mondo”. Prendendo il disprosio, un elemento utilizzato per produrre componenti nei reattori nucleari, come esempio, gli autori dello studio hanno suggerito che il volume trovato potrebbe durare per 730 anni. Ad oggi è la Cina a fornire il mondo di terre rare. La scoperta potrebbe rivelarsi vantaggiosa per il Giappone, che ha dovuto affrontare gravi carenze di approvvigionamento in passato, quando la Cina ha limitato le esportazioni dei…