Prysmian in rialzo: la preview degli analisti sulla trimestrale
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Il titolo ha guadagnato mezzo punto nel giorno in cui è arrivata una conferma positiva da Kepler Cheuvreux. Anche la seduta odierna si è conclusa con il segno più per Prysmian che, dopo aver guadagnato lo 0,2% ieri, è riuscito a fare un po’ meglio oggi. Il titolo ha terminato le contrattazioni a 24,88 euro, con un vantaggio dello 0,52% e circa 500mila azioni trattate, ben al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 900mila pezzi. Prysmian oggi è finito sotto la lente di Kepler Cheuvreux, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo a 31,5 euro, in vista dei conti del primo trimestre che saranno diffusi il prossimo 10 maggio. Il broker prevede una crescita organica del 4,1% al netto dei cambi rispetto agli ultimi tre mesi del 2017, mentre l’Ebitda adjusted è atteso in salita del 2% a 158 milioni di euro. Gli analisti segnalano che il focus del mercato sarà sulla guidance per l’intero esercizio in corso. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%. *Piazza Affari in rialzo con petroliferi e lusso: FTSE MIB +0,47%. Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde:* a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, Nasdaq Composite +0,4%, Dow Jones Industrial +0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,47%, il FTSE Italia All-Share a +0,55%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,49%, il FTSE Italia STAR +0,07%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l’EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 13 aprile le scorte di petrolio negli USA sono diminuite di 1,071 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un decremento pari a 0,500 milioni di barili. Eurostat ha comunicato che nel mese di marzo il dato relativo all’indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto dell’1,3% su base annuale inferiore alle attese e al dato di febbraio entrambi pari al +1,4%. In crescita dell’1% l’inflazione mensile dopo l’incremento dello 0,2% della lettura precedente. L’indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) cresce dell’1% rispetto a marzo 2017 (consensus +1%). Nel Regno Unito l’Ufficio Nazionale di Statistica…

DeA Capital RE SGR: Fondo Atlantic 1 completa vendita da € 46 mln
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Facendo seguito a quanto già comunicato in data 26 marzo2018, si comunica che Fondo Atlantic 1, fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso, gestito da DeA Capital Real Estate SGR S. Facendo seguito a quanto già comunicato in data 26 marzo2018, si comunica che Fondo Atlantic 1, fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso, gestito da DeA Capital Real Estate SGR S.p.A. e quotato sul segmento MIV di Borsa Italiana, ha perfezionato in data odierna la cessione di un immobile sito in San Donato Milanese (MI) –Via Fabiani 1. Il prezzo divendita è stato di € 46.000.000, oltre imposte di legge. Il prezzo risulta essere inferiore del 9% rispetto al valore stimato dall’Esperto Indipendente del Fondo in data 31 dicembre 2017, pari a € 50.500.000. L’acquirente non ha alcun rapporto di correlazione con DeA Capital Real Estate SGR S.p.A.. Tutta la documentazione relativa alla compravendita sarà a disposizione presso la sede di DeA Capital Real Estate SGR, sul sito internet, sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1info.it. Comunicato svolto ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (UE) n. 596/2014. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Ambromobiliare, Angelo Pistilli sale al 7,68%
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Ambromobiliare, società di consulenza specializzata in servizi di Financial Advisory quotata all’AIM Italia, rende noto, ai sensi dell’articolo 17 del regolamento emittenti, di aver ricevuto in data 17 aprile 2018 dall’azionista Angelo Pistilli comunicazione del superamento della soglia di rilevanza del 5% avvenuto in data 10 aprile 2018. Ambromobiliare, società di consulenza specializzata in servizi di Financial Advisory quotata all’AIM Italia, rende noto, ai sensi dell’articolo 17 del regolamento emittenti, di aver ricevuto in data 17 aprile 2018 dall’azionista *Angelo Pistilli *comunicazione del superamento della soglia di rilevanza del 5% avvenuto in data 10 aprile 2018. L’azionista in oggetto dichiara detenere un ammontare di 201.200 Azioni, pari al *7,68% del capitale sociale *di Ambromobiliare S.p.A. Sulla base delle informazioni disponibili, l’azionariato attuale di Ambromobiliare S.p.A. risulta, pertanto, essere il seguente: |Azionista *|N. azioni |% capitale sociale |Tipo di azionista *||Ambrogest S.p.A. |454.863 |17,37% |Azionista rilevante ||Alberto G. Franceschini |313.716 |11,98% |Azionista rilevante ||Pierluigi Bernasconi| 249.600 |9,53% |Azionista significativo ||Angelo Pistilli |201.200 |7,68% |Azionista significativo||Mercato |1.399.293 |53,44% |Azionisti non significativi||Totale |2.618.672 |100%| | Si comunica inoltre che ai sensi dell’articolo 26 del Regolamento Emittenti AIM Italia il nominativo degli azionisti rilevanti della società è altresì disponibile sul sito dell’Emittente. *Avviso di…

Il VIX in continuo calo fa attivare un setup di medio periodo
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Anche Wall Street corrisponde agli auspici recenti, producendosi in una seduta convincente anzitutto sotto il profilo del saldo finale. Dopo un paio di sedute all’insegna dell’incertezza, Piazza Affari rompe gli indugi e supera l’ultimo diaframma che la separa dal massimo di gennaio; ora nel mirino. Resta da stabilire se l’indice MIB si limiterà al simbolico miglioramento dei massimi annuali, o se si produrrà in un breakout delle resistenze primarie che hanno finora contenuto la borsa italiana. Propenderemmo per la prima ipotesi, ricordando le barriere che fino ad ora hanno contenuto il listino, e che meritano tuttora il dovuto rispetto. Anche Wall Street corrisponde agli auspici recenti, producendosi in una seduta convincente anzitutto sotto il profilo del saldo finale. Vale la pena di notare che, malgrado la debolezza nelle battute conclusive, questa volta il saldo dell’ultima ora non sia risultato negativo. Aspetto forse più interessante, è rappresentato dal nuovo massimo assoluto raggiunto ieri dalla Advance-Decline di NYSE e S&P500: in netto anticipo rispetto all’indice. Segno che lo S&P risulta zavorrato da poche società ad elevata capitalizzazione. Ma l’input più interessante della giornata, riguarda il nuovo e ulteriore ripiegamento della volatilità. Il VIX fa registrare un cedimento per la settima seduta consecutiva….

Telecom Italia: posizioni lunghe sopra 0,80
Finanza/Economia / 19 aprile 2018

Il 37% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 37% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 70% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 20 periodi contro il 73% di venerdí (al di sotto della media mobile a 20 period). Il 48% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 200 periodi contro il 50% di venerdí (al di sotto della media mobile a 20 period). TELECOM ITALIA La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 0,80 con target a 0,92 e 0,95 in estensione. Scenario alternativo Sotto 0,80 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 0,77 e 0,75 di target. Commento tecnico L’RSI è ben direzionato. FTSE MIB La nostra valutazione Posizioni lunghe sopra 22940,00 con target a 23600,00 e 23830,00 in estensione. Scenario alternativo Sotto 22940,00 ci aspettiamo un ulteriore ribasso con 22773,00 e 22550,00 di target. Commento tecnico L’RSI è rialzista e richiede un’ulteriore salita. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Padre della direttiva Bolkestein salva 30 mila imprese balneari italiane
News / 19 aprile 2018

Frits Bolkestein, passato agli onori della cronaca per essere il padre della direttiva europea sulla libera circolazione dei servizi, arriva a Roma a difendere la sua posizione. Facendo però una precisazione che è stata accolta dall’ovazione dei presenti in sala. Con la direttiva Bolkenstein, che non è assolutamente una novità, sono stati rimesse al bando le concessioni per le attività commerciali sul suolo pubblico: negli anni ha già provocato le proteste di ambulanti e venditori e secondo diverse associazioni lobbyste metterebbe a rischio 30.000 imprese balneari italiane. Firmato dodici anni fa, nel 2006, il provvedimento entrerà in vigore solo nel 2020. Per questo se ne parla sono ora. “La direttiva non è applicabile ai balneari perché rientrano nel contesto dei beni e non fra i servizi“, oggetto della direttiva, ha detto il politico olandese, commissario Ue per il Mercato interno, la tassazione e l’unione doganale nella Commissione Prodi dal 1999 al 2004, durante la conferenza “L’Euro, l’Europa e la Bolkestein spiegati da Frits Bolkestein”, a Roma nell’aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati. Alle parole di Bolkestein sono seguiti gli applausi della sala. L’incontro è stato organizzato dall’Associazione “Donnedamare” con l’intento di chiedere spiegazioni direttamente all’autore della direttiva. I 30mila…

Imprenditore cinese è sicuro di battere suo idolo Buffett con le criptovalute
News / 19 aprile 2018

Warren Buffett, si sa, è un investitore che ama il business tradizionale e “concreto”. È uno che sa innovare e reinventarsi ma che preferisce investire in gruppi dai fondamentali solidi e maggiormente associabili all’economia reale, come Heinz e Coca-Cola. Grandi e ricchi finanzieri, come George Soros o la famiglia Rockefeller, lo hanno preceduto investendo nel mondo con grandi potenzialità ma anche rischi – delle criptovalute. Sam Ling, imprenditore cinese il cui idolo e punto di riferimento è sempre stato Buffett, ha intenzione di batterlo proprio sul suo campo – i mercati finanziari – grazie a questo settore innovativo. Ling e il suo partner d’affari hanno speso 2 milioni e 350 mila dollari in un pranzo privato con Buffett nel 2015 nella speranza di ottenere qualche consiglio di investimento e di imprenditoria utile dall’Oracolo di Omaha. Se da un lato Buffett, che vanta un patrimonio del valore di circa $85 miliardi secondo i calcoli di Forbes, ha sempre espresso scetticismo sull’universo delle criptovalute, arrivando a mala pena a riconoscere le potenzialità della tecnologia blockchain, che invece viene riconosciuta dalla maggioranza degli analisti, dal momento che può essere integrata nei settori più disparati dell’economia reale e già esistente, dall’altro Ling è un grande…

Elezioni, fallisce mandato Casellati per formare governo con M5S
News / 19 aprile 2018

ROMA (WSI) – Alla fine il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scelto di affidare l’incarico esplorativo al Presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati che alle 11 salirà al Colle. Ma si capiva che la decisione era più volta a guadagnare tempo che a ottenere effettivamente un risultato concreto. Il MoVimento 5 Stelle ha già risposto di no all’ipotesi di formare un governo con la coalizione di centro destra unita, l’idea che sta portando avanti Casellati. Fallito questo tentativo, per Luigi Di Maio, leader del M5S, rimane in piedi l’ipotesi di formare un governo con la Lega, sempre che Matteo Salvini sia disposto a staccarsi da Forza Italia. Lasciando la Sala degli specchi di Palazzo Giustiniani dopo l’incontro con la presidente del Senato, Di Maio ha risposto “Certo” a un giornalista che gli domandava se si rivolgesse anche al Pd per la formazione del governo. Per Di Maio la coalizione del centrodestra è solo un “artifizio elettorale”. Il centrodestra, ha osservato Di Maio, “si presenta anche a queste consultazioni diviso e il leader Salvini neanche ci viene. Ancora una volta abbiamo ribadito in questa sede che M5S è pronto a sottoscrivere un contratto con la Lega, non con tutto il centrodestra”. “Sono…

Investitori a BofA: picco Borse nel secondo semestre
News / 19 aprile 2018

Secondo il sondaggio diffuso ad aprile da Bank of America Merrill Lynch, il 40% degli investitori si aspetta un picco azionario nella seconda metà del 2018, mentre il 39% pensa che il picco si raggiungerà nel 2019 o dopo. Il 18% crede che i mercati abbiano già raggiunto il picco. Nel sondaggio sono state intervistate 216 persone con $ 646 miliardi di patrimonio gestito. Le allocazioni degli investitori in titoli azionari sono scese al 29%, al minimo di 18 mesi del 29% dal 41% di marzo. Anche l’allocazione alle azioni tecnologiche globali è calata in modo brusco, fino a un minimo di cinque anni. Riguardo l’impatto delle preoccupazioni politiche, il 64% dei gestori di fondi ha affermato di temere l’impatto sul settore tecnologico di un aumento delle norme antitrust, fiscali e sulla privacy e il 38% teme in particolare la minaccia di una guerra commerciale fra Cina e Stati Uniti. Le aspettative per la crescita globale sono scese al livello più basso dal referendum britannico sulla Brexit a giugno 2016, con solo il 5% che si aspetta che l’economia globale sia più forte nei prossimi 12 mesi. Gli investitori vedono anche raggiunto o imminente il picco degli utili, con solo il 20%…