Cofide: utile netto cala a 4,8 mln nel primo trimestre

28 aprile 2018

Il Consiglio di Amministrazione di COFIDE-Gruppo De Benedetti S.

Il Consiglio di Amministrazione di COFIDE-Gruppo De Benedetti S.p.A., riunitosi oggi a Milano sotto la presidenza di Rodolfo De Benedetti, ha approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2018. COFIDE è l’azionista di controllo di CIR-Compagnie Industriali Riunite S.p.A., società a capo di un gruppo industriale attivo principalmente nei settori componentistica auto (Sogefi), media (GEDI Gruppo Editoriale) e sanità (KOS). Il gruppo COFIDE, inoltre, detiene investimenti finanziari in Jargonnant, fondo di private equity specializzato in attività immobiliari, e in Three Hills Decalia, fondo di investimento a supporto della crescita delle piccole e medie imprese europee.

Risultati consolidati
I ricavi del gruppo COFIDE nel primo trimestre 2018 sono ammontati a € 710,1 milioni, in crescita del 4,5% rispetto a € 679,5 milioni nel corrispondente periodo del 2017. L’EBITDA è ammontato a € 84,5 milioni (11,9% dei ricavi), in aumento del 5,4% rispetto a € 80,2 milioni (11,8% dei ricavi) nel primo trimestre del 2017. Il dato beneficia dell’incremento dell’EBITDA del gruppo CIR. Nel primo trimestre 2018 il gruppo COFIDE ha conseguito un utile netto di € 4,8 milioni rispetto a € 8,1 milioni nel precedente esercizio. Tale risultato è stato determinato da un contributo positivo per € 5,5 milioni della controllata CIR (€ 7,4 milioni del primo trimestre 2017) e dalla perdita della capogruppo COFIDE S.p.A. di € 0,7 milioni rispetto a un utile di € 0,8 milioni nel primo trimestre 2017, per effetto di minori proventi della gestione finanziaria. L’indebitamento finanziario netto consolidato del gruppo COFIDE al 31 marzo 2018 ammontava a € 303,9 milioni a fronte di € 303,6 milioni al 31 dicembre 2017. L’indebitamento finanziario netto della capogruppo COFIDE S.p.A. al 31 marzo 2018 era pari a € 29,2 milioni rispetto a € 31,1 milioni al 31 dicembre 2017. La variazione è principalmente dovuta a incassi per disinvestimenti pari a € 8,6 milioni, a impieghi per € 5 milioni e all’esborso per l’acquisto di azioni proprie per € 1 milione.

(RV – www.ftaonline.com)

fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.