Mediaset poco mosso. Rumors su accordo con TIM entro fine 2018
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Gli analisti parlano di una notizia positiva per due motivi principali: non cambia la view sul titolo. Chiusura in lieve progresso oggi per Mediaset che, dopo il rally di quasi il 3% registrato venerdì scorso, si è fermato poco al di sopra della parità oggi. Il titolo ha terminato gli scambi a 3,38 euro, con un rialzo dello 0,24% e poco più di 4 milioni di azioni transitate sul mercato, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 5,3 milioni di pezzi. Il presidente di Mediaset, Confalonieri, ha sottolineato che la perdita del controllo dell’assemblea di Telecom Italia da parte di Vivendi non cambia nulla per l’azienda di Cologno Monzese, perché la società francese rimane azionista col 29% ed ha i diritti di voto congelati al 10%.Per quanto riguarda il controllo di Mediaset, secondo Confalonieri la società non sarà venduta fino a quanto Silvio Berlusconi non uscirà di scena, poi deciderà la famiglia. Infine, secondo il Sole 24 Ore, potrebbe arrivare già questa settimana un accordo con Telecom Italia per la trasmissione dei canali Free-to-air di Mediaset nel bouquet di Timvision. Le fees riconosciute alla società del Biscione sarebbero però di gran lunga inferiori rispetto…

Exor segna nuovi massimi di sempre. Gli analisti restano bullish
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Il titolo si è fermato poco oltre i 65 euro, su livelli mai visti prima, sostenuto anche dalle indicazioni di Kepler Cheuvreux. Prosegue l’avanzata in Borsa di Exor che, dopo il rally di oltre il 3% messo a segno venerdì scorso, quest’oggi ha continuato a guadagnare terreno, occupando la terza posizione nel paniere del Ftse Mib. Il titolo ha terminato gli scambi sui top intraday a 65,08 euro, nuovi massimi di sempre, con un progresso del 2,29% e poco meno di 300mila azioni scambiate, al di sotto della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 450mila azioni. Exor oggi è finito sotto la lente di Kepler Cheuvreux, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione “buy” sul titolo, con un prezzo obiettivo alzato da 66 a 72 euro. Questa mossa è stata decisa per tenere conto delle forti performance di Ferrari, Fca e CNH Industrial: gli analisti segnalano che Exor scambia ad uno sconto del 24% rispetto al proprio net Asset value.  fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari sui massimi dal 2008 con Ferrari, STM e petroliferi. FTSE MIB +0,86%
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Piazza Affari sui massimi dal 2008 con Ferrari, STM e petroliferi. Piazza Affari sui massimi dal 2008 con Ferrari, STM e petroliferi. FTSE MIB +0,86%. Mercati azionari europei positivi. Wall Street in rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,6%, Nasdaq Composite +1,0%, Dow Jones Industrial +0,8%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,86% (massimi da ottobre 2009), il FTSE Italia All-Share a +0,84% (massimi da settembre 2008), il FTSE Italia Mid Cap a +0,71%, il FTSE Italia STAR a +0,70%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, l’indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori nel mese corrente nell’eurozona, è diminuito a maggio per il quarto mese consecutivo attestandosi a 19,2 punti da 19,6 punti precedenti (consensus: 21,2). Il Dipartimento dell’Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a marzo in Germania gli ordinativi industriali sono diminuiti dello 0,9% rispetto al mese precedente, al di sotto delle attese degli analisti fissate su un incremento pari allo 0,5%. A febbraio gli ordinativi erano scesi dello 0,2% (dato rivisto da +0,3%). Ferrari (+3,73% a 118,05 euro) estende il rally di venerdì (+7,71%) e tocca un nuovo massimo storico a 118,70 euro. Alla fine della…

Gruppo Green Power, Volteo Energie scende all’1,53%
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Gruppo Green Power (“GGP”), società che opera nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica quotata all’AIM Italia, comunica, ai sensi dell’art. Gruppo Green Power (“GGP”), società che opera nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica quotata all’AIM Italia, comunica, ai sensi dell’art. 17 del Regolamento Emittenti AIM Italia, di aver ricevuto in data odierna comunicazione dal socio Volteo Energie Srl avente ad oggetto la riduzione della propria partecipazione dal 5,54% all’1,53% del capitale sociale dell’Emittente, per effetto di una riduzione del numero di azioni GGP possedute da n. 165.359 a n. 45.550. Per effetto di tale operazione Volteo Energie Srl non rappresenta più un azionista rilevante di GGP. Il nuovo azionariato dell’Emittente alla data odierna è il seguente: |Azionariato Gruppo Green Power |n. azioni |% ||GGP Holding Srl () |1.521.470 |51,00% ||Tre Bi Srl () |646.200 |21,66% ||Barzazi David |106.265 |3,56% ||Barzazi Christian |105.265 |3,53% ||Mercato |604.080 |20,25% ||TOTALE |2.983.280 |100,00%| (*) società detenute pariteticamente da David Barzazi e Christian Barzazi. I fratelli Barzazi, direttamente e indirettamente, detengono il 79,75% delle azioni di GGP (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

CNH e Carraro toniche con il settore
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Positiva CNH Industrial (+1,9%) in scia alle buone performance a New York di Caterpillar (+2,8%) e Deere&Co (+2,3%). Positiva CNH Industrial (+1,9%) in scia alle buone performance a New York di Caterpillar (+2,8%) e Deere&Co (+2,3%). Della positiva impostazione del settore beneficia anche Carraro (+5,9%), tra i maggiori produttori mondiali di sistemi di trasmissione per macchine agricole e movimento terra. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Future Dax, prezzi a ridosso del target, alzato il supporto/stop
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

I prezzi hanno raggiunto un picco a 12909.50 portandosi in forte avvicinamento al target di quota 12910/915. I prezzi hanno raggiunto un picco a 12909.50 portandosi in forte avvicinamento al target di quota 12910/915. Il segnale long verrebbe da questo momento interrotto dalla semplice violazione di quota 12895, senza attendere alcuna conferma. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Soltanto gli Stati Uniti vantano un’economia in salute
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Tagli alle imposte, boom degli utili per azione, ripresa economica sincronizzata, deregulation, geopolitica: sono però temi del passato. Malgrado il vistoso, e convincente rimbalzo di venerdì, Wall Street chiude la settimana in territorio negativo, ostentando tuttora una contrazione rispetto alla chiusura del 2017. Un andamento che fa aggrottare le sopracciglia agli investitori, persuasi a mantenere le posizioni a fronte di un contesto generale idilliaco: gli utili per azione crescono del 21%, almeno sei punti oltre le rosee aspettative della vigilia; la ripresa economica rallenta, ma si mantiene ancora robusta; e i fattori geopolitici avversi incominciano a diradarsi, nel momento in cui c’é chi candida Donald Trump a premio Nobel per la pace, grazie agli sviluppi benigni in Corea del Nord e Iran. Tagli alle imposte, boom degli utili per azione, ripresa economica sincronizzata, deregulation, geopolitica: sono però temi del passato. Su cui peraltro ci sarebbe da fare alcuni rilievi. Sorvolando per amor di brevità, sono i fattori che spiegano la bella performance dei mercati del 2017; non quelli che indicano la strada al 2018. Ora i temi su cui gli investitori dovrebbero soffermarsi, sebbene naturalmente appaiano riluttanti a farlo, sono il Quantitative Tightening globale, che provocherà una contrazione dei bilanci…

Future Dax, prezzi in reazione dopo il test del primo supporto
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Dall’ultimo commento i prezzi sono scesi fino a 12818 prima di risalire a 12873. Dall’ultimo commento i prezzi sono scesi fino a 12818 prima di risalire a 12873. Confermiamo i supporti a sostegno del segnale rialzista a 12822/827 ed a 12795/800. Il target rialzista principale è confermato a 12910/915. Per chi non è già esposto, accumuliamo long in caso di nuovi arretramenti a 12837 e fino a 12805. Stop in chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 12795. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Volkswagen: posizioni corte sotto 180,00
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Il 28% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 28% delle azioni che compongono lo STOXX 600 ha registrato un rialzo ieri. Il 74% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 20 periodi contro il 82% di mercoledí (al di sotto della media mobile a 20 period). Il 58% delle azioni scambia al di sopra della media mobile a 200 periodi contro il 61% di mercoledí (al di sotto della media mobile a 20 period). VOLKSWAGEN La nostra valutazione Posizioni corte sotto 180,00 con target a 167,00 e 159,00 in estensione. Scenario alternativo Sopra 180,00 ci aspettiamo un ulteriore rialzo con 186,00 e 192,50 di target. Commento tecnico L’RSI manca di un momentum. FTSE MIB La nostra valutazione Posizioni corte sotto 24558,50 con target a 23680,00 e 23443,00 in estensione. Scenario alternativo Sopra 24558,50 ci aspettiamo un ulteriore rialzo con 24910,00 e 25200,00 di target. Commento tecnico Gli investitori devono rimanere cauti perché questi livelli possono suscitare un realizzo di profitti. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Future Dax, alzati i supporti da venerdì
Finanza/Economia / 8 maggio 2018

Da venerdì stiamo seguendo un segnale di rialzo con obiettivo principale a 12910/915. Da venerdì stiamo seguendo un segnale di rialzo con obiettivo principale a 12910/915. I supporti a sostegno del segnale sono stati alzati stamane a 12822/827 ed a 12795/800. Per chi non è già esposto, accumuliamo long in caso di arretramenti a 12837 e fino a 12805. Stop in chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 12795.  fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml