Italgas: possibile consolidamento integrale di Toscana Energia
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

Sulla gestione operativa della società, già in mano ad Italgas, gli analisti non si aspettano grandi modifiche. Il Cda di Toscana energia, società in cui Italgas ha il 48%, ha deliberato una modifica dei patti parasociali che consente ai comuni di ridurre la propria quota ed a Italgas di crescere fino a prenderne il controllo. I 90 consigli comunali dovranno ora decidere sulla delibera del Cda, che dovrà essere approvata dall’assemblea del 28 giugno. Una eventuale quota di Toscana Energia potrebbe poi essere ceduta con un’asta.Secondo gli analisti di Equita SIM si tratterebbe di una notizia positiva perchè permetterebbe ad Italgas di prendere il controllo di Toscana Energia, consolidandola integralmente, e di poter in futuro crescere acquisendo altre quote di minoranza.Sulla gestione operativa della società, già in mano ad Italgas, gli analisti non si aspettano grandi modifiche.Confermata la view cauta sul titolo, con una raccomandazione “hold” e un prezzo obiettivo a 5,2 euro. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari sotto la parità e spread in rialzo: male bancari e lusso, bene oil e auto
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,18%, il FTSE Italia All-Share a -0,17%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,18%, il FTSE Italia STAR a +0,35%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,18%, il FTSE Italia All-Share a -0,17%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,18%, il FTSE Italia STAR a +0,35%. Lo spread tra rendimenti di BTP e Bund decennali accelera nel finale di seduta e termina a 256 bp dai 232 di metà mattinata (chiusura ieri a 246).Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 1 giugno si sono attestate a 222 mila unità, inferiori alle attese fissate a 223 mila unità e da 223 mila unità della settimana precedente (rivisto da 221 mila). Eurostat ha reso noto il dato finale relativo al PIL dell’eurozona nel primo trimestre 2018, fissandolo a +0,4% su base trimestrale, in linea con la lettura preliminare ma inferiore alla lettura del quarto trimestre pari a +0,6%. Su base annuale il Pil è cresciuto del 2,5%, pari alle attese e alla lettura preliminare, dal +2,7% del quarto trimestre 2017. In Germania l’Istituto di Statistica (Destatis) ha reso…

Piazza Affari sotto la parità e spread in rialzo: male bancari e lusso, bene oil e auto. FTSE MIB -0,18%.
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

Mercati azionari europei incerti. Mercati azionari europei incerti. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 invariato, Nasdaq Composite -0,6%, Dow Jones Industrial +0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,18%, il FTSE Italia All-Share a -0,17%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,18%, il FTSE Italia STAR a +0,35%. Lo spread tra rendimenti di BTP e Bund decennali accelera nel finale di seduta e termina a 256 bp dai 232 di metà mattinata (chiusura ieri a 246). Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 1 giugno si sono attestate a 222 mila unità, inferiori alle attese fissate a 223 mila unità e da 223 mila unità della settimana precedente (rivisto da 221 mila). Eurostat ha reso noto il dato finale relativo al PIL dell’eurozona nel primo trimestre 2018, fissandolo a +0,4% su base trimestrale, in linea con la lettura preliminare ma inferiore alla lettura del quarto trimestre pari a +0,6%. Su base annuale il Pil è cresciuto del 2,5%, pari alle attese e alla lettura preliminare, dal +2,7% del quarto trimestre 2017. In Germania l’Istituto di Statistica (Destatis) ha…

Prysmian cala. La view di Equita dopo acquisizione General Cable
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

La SIM milanese lascia invariato il target price perchè la chiusura del deal è compensata dall’impatto dello stacco del dividendo. Brutta giornata per Prysmian che, dopo aver archiviato la sessione di ieri con un lieve rialzo dello 0,2%, è stata colpita dalle vendite oggi. Il titolo si è fermato a poca distanza dai minimi intraday a 24,55 euro, con un ribasso dell’1,72% e circa 950mila azioni scambiate, poco sotto la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 1 milioni di pezzi. Ieri Prysmian ha comunicato che ha portato a termine l’acquisizione di General Cable e, come previsto dall’accordo di fusione stipulato tra le parti il 3 dicembre 2017, ha acquistato tutte le azioni ordinarie di General Cable in circolazione per un corrispettivo in denaro pari a 30 dollari per azione. Gli analisti di Equita SIM, che su Prysmian mantengono invariato il rating “hold”, segnalano che il target price a 29 euro, che scontava il deal con General Cable all’80%, resta invariato perché la chiusura del deal è compensata dall’impatto dello stacco del dividendo. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Dax in calo su segnali rallentamento economia
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

Dax in calo su segnali rallentamento economia. Dax in calo su segnali rallentamento economia. L’ufficio distatistica Destatis ha diffuso i dati di aprile sugli ordini all’industria inGermania che mostrano un calo del 2,5% sul mese precedente a fronte di attesedi una crescita dello 0,8%. Anche su base annua si registra un calo, contenutoallo 0,1%, comunque distante dal +2,9% di marzo (attese di +3,6%). Il Dax hatoccato in avvio un massimo a 12915 punti circa, vicino a quello del 5 giugno a12925 punti, avviando poi una discesa che lo ha riportato in area 12760. Leoscillazioni delle ultime sedute hanno quindi dato luogo sul grafico intradayad un potenziale doppio massimo, figura ribassista che troverebbe conferma aldi sotto del minimo del 6 giugno a 12729 punti. In quel caso rischio di avviodi una correzione estesa di tutto il rialzo visto dai minimi di marzo, conprimo supporto a 12605 circa, sulla media mobile a 200 giorni, poi a 12503,base del gap rialzista del 27 aprile. La violazione anche di quei livellirenderebbe probabile la ricopertura di un altro gap, quello del 5 aprile, a12011 punti. Solo la rottura decisa di 12925 allontanerebbe il rischio diflessioni favorendo invece il ritorno in are 13200, sui massimi del…

Lululemon Athletica:la “mid cap”che punta a diventare grande
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

Lululemon è una azienda diventata famosa negli Usa vendendo abbigliamento sportivo per lo yoga che ha recentemente presentato dati di bilancio impressionanti ,tali da far crescere le quotazioni in soli 2 mesi di oltre il 50 per cento. Nel settore dei grandi rivenditori statunitensi specializzati in abbigliamento sportivo spicca Lululemon athletica, azienda capace di attrarre l’interesse degli investitori mettendo a segno progressivamente forti incrementi di vendite grazie non solo ai canali tradizionali, ma soprattutto a quello on line cresciuto del 60 per cento e tali da fare aumentare il valore di borsa oltre il 50 per cento in due mesi e di una volta e mezza in un anno. Non mancano analisti che ritengono la crescita dei corsi ormai eccessiva, in quanto gli utili viaggiano ad una velocità molto più bassa dei prezzi rischiando, con le pubblicazioni delle prossime trimestrali, di tornare bruscamente su valori più consoni ai fondamentali qualora le vendite dovessero fisiologicamente rallentare. Dunque in ragione di queste considerazione è possibile eventualmente approfittare in futuro di nuovi ribassi consistenti per aprire posizioni lunghe, inserendo in portafoglio comunque una società con prospettive di crescita forti nel tempo e il cui successo commerciale può presto farla diventare preda dei grandi…

Future FtseMIB, segnale ribassista a 1-2 sedute
Finanza/Economia / 8 giugno 2018

Future FtseMIB : Ci aspettiamo un’estensione del ribasso fino a 21530/550 (target) tra oggi e domani. Future FtseMIB : Ci aspettiamo un’estensione del ribasso fino a 21530/550 (target) tra oggi e domani. Le resistenze sono disposte a 21820/840 e 21940/960. Accumuliamo short da prezzi non inferiori a 21750 ed in caso di rialzi ino a 21920. Stop in chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 21960.  fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Governo italiano dovrebbe seguire esempio Portogallo
News / 8 giugno 2018

Ora che al governo ci sono M5S e Lega, due partiti assolutamente contrari alle politiche di austerity e favorevoli a un rilancio della crescita attraverso investimenti pubblici e spese in deficit, l’Italia potrebbe pensare di seguire la strada del Portogallo, la cui ripresa è diventata uno dei pochi esempi di successo nel Sud d’Europa. Tra i cosiddetti PIIGS, dopo la disastrata Grecia, il Portogallo era forse quello messo peggio all’apice della crisi del debito sovrano. Senza poter ricorrere ai vantaggi fiscali dell’Irlanda – che con una corporate tax ultra bassa del 12,5% si può permettere di attirare investimenti aziendali – il Portogallo è riuscito a ottenere una crescita sostenibile dopo anni di austerity imposta dalla Troika, grazie a un incremento delle esportazioni e a un maggiore consolidamento fiscale. Sono due obiettivi che anche l’Italia dovrebbe puntare a raggiungere. Il governo portoghese, nato da un’alleanza tra socialisti e comunisti, ha fatto ricorso a misure liberali per rilanciare l’economia, ma queste sono state accompagnate da una serie di cuscinetti sociali, che hanno garantito welfare per tutti anche a sostegno dei meno abbienti e dei disoccupati (sulla falsa riga di quanto vorrebbe fare il M5S). Ora che al governo ci sono M5S e Lega,…

Putin cita Einstein e minimizza rischi Guerra Mondiale
News / 8 giugno 2018

“La comprensione che una terza guerra mondiale potrebbe essere la fine della civiltà dovrebbe impedirci di compiere passi estremi sull’arena internazionale, i quali sono estremamente pericolosi per la civiltà moderna”, parola di Vladimir Putin. Il presidente russo è intervenuto sul tema in occasione della sessione annuale di domande e risposte con i cittadini russi. “La minaccia della distruzione reciproca ha sempre frenato i partecipanti all’arena internazionale, impedito alle principali potenze militari di fare mosse affrettate e costretto i partecipanti a rispettarsi reciprocamente”, ha poi precisato evocando anche la celebre frase di Albert Einstein su questo argomento (“La quarta guerra mondiale sarà combattuta con pietre e bastoni”). Questo incontro speciale con il leader del Cremlino mette in contatto il presidente con la base, che per l’occasione avrebbe inviato, secondo RT, oltre 2 milioni di domande.   La Russia, nonostante le affermazioni del presidente, è stata molto attiva sullo scacchiere internazionale, sostenendo militarmente Bashar al-Assad in Siria, così come nell’annessione della Crimea, il cui referendum è ritenuto illegale dalle forze occidentali. A tal proposito, Putin ha ricordato come le “sanzioni unilaterali”, di cui la Russia è bersaglio, “non risolvono i problemi”. Il presidente ha ribadito che lo scopo delle azioni della Russia…

Stockman vede nero su Wall Street: “S&P 500 rischia di perdere 50%”
News / 8 giugno 2018

Dopo i nuovi record toccati ieri da Nasdaq, David Stockman, ex direttore dell’Ufficio di Gestione e Bilancio sotto la presidenza Ronald Reagan, notoriamente pessimista sui mercati, ritocca al ribasso le stime sull’azionario Usa. La colpa – dice – è della politica portata avanti dall’amministrazione Trump, in particolare in materia di politica fiscale. “Quello di oggi è un mercato temerario, troppo caro: guardando avanti vedo solo rischi” ha detto alla CNBC. Entrando nel dettaglio delle sue previsioni: “L’S & P 500 potrebbe facilmente scendere a 1.600 punti a fronte di utili per azione medi che potrebbero scendere a 75 $ nella prossima recessione”, ha avvertito Stockman, secondo cui alla base dei recenti rialzi ci sono i tagli alle tasse voluti dal presidente Donald Trump. E a proposito degli incentivi fiscali, Stockman afferma: “Se nel breve periodo, i tagli alle tasse favoriscono le operazioni di buy-back, nel lungo termine finiranno per aumentere il deficit” conclude l’esperto, che cita tra le altre cause della fase discendente della Borsa, la fine delle politiche monetarie espansive. Ricordiamo che ieri, Il DJIA ha guadagnato 346,41 punti, l’1,4%, a quota 25.146,39. L’S&P 500 ha aggiunto 23,55 punti, lo 0,9%, a quota 2.772,35. Il Nasdaq Composite è salito di 51,38 punti, lo 0,7%, a quota 7.689,24. L’articolo Stockman vede nero…