Il Ftse Mib rilancia puntando nuovamente i 22500 punti

21 giugno 2018

L’intonazione positiva del indice Ftse MIb non si ferma nonostante la debolezza degli altri indici europei, ma per porre fine all’attuale evoluzione ribassista occorre raggiungere i 22.500 punti, il cui mancato consolidamento aprirebbe scenari interessanti verso 21.740 punti.

Il Ftse Mib nonostante il vistoso recupero registrato il 14 giugno scorso, mostra segnali contrastanti circa la reale volontà dei compratori di confermare, con ulteriori acquisti sul azionario, l’ottimismo generato dalle decisioni prese dalla Bce.

Evidentemente scemato l’entusiasmo dopo le notizie sicuramente positive in materia di tassi, gli operatori prendono coscienza dei problemi aperti, quali l’inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina e il rallentamento della “locomotiva” tedesca ancora perno della ripresa europea. 

Il nervosismo dunque prevale con i valori del nostro indice che oscillano pericolosamente tra i 21.750 e i 22.430 punti, senza convincenti chiusure chiarificatrici del quadro tecnico attuale.

Va comunque sottolineato nel ambito dell’analisi grafica, grazie al indicatore tecnico CCI e alla dimensione relativa delle singole candele, che ad oggi permane  ancora una tendenza ribassista, la cui fine sarebbe decretata al raggiungimento e successivo consolidamento dei 22.800, obiettivo ancora piuttosto arduo da raggiungere vista la rinnovata debolezza degli altri panieri europei, Dax in testa.

L’indicatore di trend CCI infatti riportando valori inferiori allo zero non convalida come rialzista l’attuale fase di recupero ma comunque segnala la presenza di una buona pressione d’acquisto che nei prossimi giorni potrebbe offrire spunti per operazioni interessanti.

Per chi volesse acquistare il Ftse Mib

Attendere il raggiungimento in chiusura dei 22500 punti resistenza essenziale per confermare, una volta consolidata, la fine della tendenza ribassista ancora in essere, con obiettivi successivi di 22.650 e 22.800 punti.

Per chi volesse vendere il Ftse Mib

Attendere il raggiungimento di livelli di prezzo dei 22.500 punti per aprire posizioni “corte”, con stop loss a 22.740  con l’obiettivo ambizioso ma probabile di vedere quotazioni chiudere il “salto” di prezzo a quota 21.390, una volta piegato il supporto dei 21.740 punti e qualora arrivassero conferme di una correzione anche per gli indici Usa.

fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.