Una manifestazione di forza incoraggiante per i Tori?

21 giugno 2018

L’indice MIB nel frattempo permane al di sotto dello spartiacque tecnico costituito dalla media mobile a 200 giorni in area 22500 punti.

Il mercato azionario domestico ha manifestato ieri un vigore quasi eroico, se è vero che è passato da una perdita intraday superiore all’1.7%, anticipata da vistoso gap down; ad una chiusura pressoché immutata rispetto alla seduta precedente. In linea teorica, sembrerebbe una manifestazione di forza incoraggiante per i Tori. Ma è proprio così? abbiamo esaminato tutti i precedenti comparabili, scoprendo come il caso più recente, a maggio dello scorso anno, produsse una reazione benigna ulteriore di appena 24 ore, prima del ritorno della lettera; con la casistica storica che complessivamente suggerisce una ben precisa evoluzione, come discutiamo in dettaglio nel Rapporto Giornaliero di oggi.

L’indice MIB nel frattempo permane al di sotto dello spartiacque tecnico costituito dalla media mobile a 200 giorni in area 22500 punti. In questo contesto, l’onere della prova spetta ancora ai rialzisti; i quali, quantomeno, possono contare sulla tenuta dei supporti di lungo periodo. Venissero meno quelli, Piazza Affari potrebbe essere iscritta di diritto nell’elenco delle borse in formale bear market.

Il resto dei listini europei vivacchia. Il mezzo affondo di ieri, in parte recuperato dopo la conferenza stampa congiunta Merkel-Macron, ha evitato all’Eurostoxx50 il peggio. Ma, come si può notare, permane la sensazione di questa “bandiera” (flag) ribassista; maturata dopo un affondo che minaccia di essere replicato molto presto. Qui si scorge un galleggiamento che per ora evita il peggio. Una performance deludente, ma non ancora da gettar via. I guai sorgerebbero se questo pendio, dall’inclinazione lievemente negativa, fosse sfondato nella parte inferiore. Certo, il fatto che l’estremo inferiore sia stato ripetutamente abbattuto nel corso del primo trimestre, e che viceversa l’estremo superiore non sia stato nemmeno avvicinato durante il recente rally; non giocano di certo a favore. Ma nulla è definitivamente compromesso, allo stato attuale.

Nota. Il presente commento è un estratto sintetico del Rapporto Giornaliero, pubblicato tutti i giorni entro le 8.20 da AGE Italia; pertanto eventuali riferimenti a studi tecnici vanno intesi riferiti ai grafici ivi riportati.

fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.