I movimenti laterali anticipano un movimento direzionale

14 luglio 2018

Generalmente i movimenti laterali in Borsa sono l’anticamera di un movimento direzionale.

Generalmente i movimenti laterali in Borsa sono l’anticamera di un movimento direzionale. Dal grafico sottostante si vede infiatti chiaramente come sul future strutturato sull’indice Ftse Mib (il Fib) ad ogni lateralizzazione del trend sia sempre seguito un forte trend al rialzo o al ribasso.

Future FtseMib – grafico settimanale

Ciò quindi è naturale e inevitabile. Ma da che parte sarà il nuovo fronte direzionale? Avremo una salita o una discesa? Solo un segnale chiarirà a noi e a tutti se il movimento 1, stornato dal movimento 2 sarà seguito dal movimento 3, uscendo definitivamente dalla fase laterale compresa tra 23.700 e 22.000 punti base oppure se le resistenze verranno rotte verso l’alto e si andrà dunque oltre i 24.000 punti.

Future FtseMib – grafico giornaliero

Uno dei due scenari sarà sicuramente vero ma noi opteremo per uno dei due solo e solo se avremo le probabilità. Con una specificazione: adesso come adesso il rialzo non ha probabilità conosciute in vista mentre il ribasso non le ha ancora ma potrebbe averle. Siamo a favore del ribasso quindi ma subordinatamente a segnale, com’è necessario che sia.

Per un long si faccia attenzione a Piaggio. La promessa di chiusura settimanale potrebbe infatti portare al superamento delle resistenze di medio periodo con fine del trend negativo e ripresa dei quello positivo. Long dunque a chiusura settimanale sopra i 2,21 euro con stop-loss a 1,965.

Occorre poi tenere un certo grado di prudenza su STMicroelectronics. Ancora presto per uno short sul titolo, ma i supporti sono veramente a portata di mano pertanto attenzione all’eventuale violazione al ribasso dei 18,90 euro.

fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.