Azimut rimbalza, ma Equita taglia stime e tp in vista dei conti
Finanza/Economia / 18 luglio 2018

Il titolo ha rivisto il segno più dopo 4 sedute in calo: la preview degli analisti sui numeri del secondo trimestre. Dopo quattro sedute consecutive con il segno meno arriva il rimbalzo per Azimut che oggi è riuscito a chiudere gli scambi in positivo. Il titolo si è fermato a 13,15 euro, con un progresso dell’1,08% e oltre 900mila azioni trattate, la metà della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a poco più di 1,8 milioni di pezzi. Azimut oggi è finito sotto la lente di Equita SIM che in vista dei conti che saranno diffusi dal gruppo il prossimo 26 luglio, ha fatto sapere di attendersi un secondo trimestre sostanzialmente coerente con il primo. In particolare gli analisti vedono commissioni di gestione stabili, ma un minor contributo dalle commissioni di performance, penalizzate dall`andamento dei mercati. La SIM milanese ha deciso di tagliare le stime annuali di Azimut, scontando il recente trend dei mercati, abbassando leggermente quelle riferite alle management fee del 3% per quest’anno e per il prossimo, mentre le previsioni sulle performance fee scendono del 21% a 75 milioni di euro per il 2018. Le attese sull’utile netto sono state ridotte del 16% per quest’anno e del…

Piazza Affari accelera nel finale con Powell, forti acquisti sul settore torri. FTSE MIB +0,71%
Finanza/Economia / 18 luglio 2018

Piazza Affari accelera nel finale con Powell, forti acquisti sul settore torri. Piazza Affari accelera nel finale con Powell, forti acquisti sul settore torri. FTSE MIB +0,71%. *Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,20%, Nasdaq Composite +0,15%, Dow Jones Industrial +0,03%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,71%, il FTSE Italia All-Share a +0,70%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,68%, il FTSE Italia STAR a +0,97%. *Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, nel suo intervento semestrale alla Commissione Bancaria del Senato USA, *ha minimizzato gli effetti di una eventuale guerra commerciale ritenendo che non possano minare la ripresa globale. Powell ha sottolineato come l’economia sia su livelli massimi da “diversi anni” grazie a un mercato del lavoro solido e a una inflazione stabile intorno all’obiettivo della Fed del 2%. La Fed non è mai stata così vicina dal raggiungere due dei suoi obiettivi politici stabiliti dopo la profonda crisi finanziaria e la recessione di dieci anni fa. Le scelte di politica monetaria dovranno dunque riflettere un’economia in rafforzamento e l’aumento dei tassi non dovrà essere troppo repentino per non indebolire la crescita, ha poi aggiunto…

Ubi Banca: il peggio è alle spalle?
Finanza/Economia / 18 luglio 2018

I prezzi Ubi banca di nuovo a ridosso della resistenza di 3.45 euro, ma questa volta non mancano indizi sulla prosecuzione del rialzo in grado di spezzare i rigidi vincoli del trading range compreso tra 3.16 e 3.40, attivo ormai da oltre due mesi. Ubi Banca consolida il lento recupero delle resistenze più immediate creando i presupposti per un rialzo di più ampia portanta, con obiettivi rispettivamente di 3.70, 4.02 e 4.32, riportando l’interesse sulla società,  che offre comunque notizie positive provenienti dal settore investimenti diretti in società di fondi. Infatti la partecipazione al 25% nella società di gestione cinese Zhong Ou Asset Management continua dare soddisfazioni, essendo stata scelta da Alibaba per allocare l’enorme liquidità che affluisce in Ant Financial Services Group, la società di pagamenti online che gestisce Alipay. Ciò mette in luce le felici scelte del management nello sviluppo del modello di business, non più ancorato a forme tradizionali di attività bancaria, i cui livelli di redditività sono da anni in costante compressione. Per quanto rigurda l’analisi delle configurazioni di prezzo candlestick, si evidenzia il tentativo promettente dei prezzi di oltrepassare, con la preponderanza purtroppo di candele di ridotte dimensioni, il rigidissimo trading range che caratterizza ormai…

Primo principio dell’economia
News / 18 luglio 2018

Primo principio dell’ Economia La borsa si basa fondamentalmente sulle variabili economiche in gioco, una delle equazioni basilari che non tutti sanno è la seguente: Pil= M*V in cui M è la massa monetaria e V è la velocità di transazione della moneta nell’economia. V da un anno all’altro è praticamente costante, se ne deduce che l’economia varia in gran parte della quantità di moneta presente in un’economia. Chi decide l’ammontare di M in un economia? Ovviamente le Banche che essendo private dal 1992 non permettono ai governi di decidere di poter gestire la moneta nel proprio paese. Non ci rendiamo conto che stiamo lasciano in mano il nostro futuro a poche persone che controllano i Pil degli stati attraverso la quantità di moneta. Capite ora il perchè i mercati sono manipolati? Ed il perchè le borse si muovono in base a queste manipolazioni? Partecipa al nostro percorso formativo gratuito con una strategia in regalo, applicabile fin da subito. CLICCA QUI PER ACCEDERE: https://goo.gl/TB3j3V Analisi Eurostoxx Biennale Nell’immagine sottostante mostro il Battleplan Biennale dell’Eurostoxx, il Battleplan sezionail ciclo interessato in tanti sottocicli in modo da poter individuare i massimi e minimi dei sottocicli. In basso invece è presente l’indicatore di…

Crédit Agricole, l’istituto “campione del Mondo” è la nuova banca dell’Inter
News / 18 luglio 2018

“Una partnership strategica importante, che lega due società che incarnano valori comuni“. E’ l’incipit del discorso di Alessandro Antonello, amministratore delegato dell’Inter, presentando l’accordo con l’istituto francese Crédit Agricole, che di fatto diventa la nuova banca della squadra di calcio. L’accordo, siglato presso il Suning Training Center di Appiano Gentile (CO), ha confermato il sostegno del gruppo francese al mondo dello sport italiano e l’attenzione ai suoi valori: “Ricerca dell’eccellenza e sviluppo delle potenzialità dei giovani sono solo alcuni dei nostri punti di contatto – ha spiegato Giampiero Maioli, senior country officer di Crédit Agricole in Italia – perché con i nerazzurri condividiamo anche slancio internazionale e attenzione per il sociale“. Vantaggi anche per i tifosi: “Ci saranno alcune iniziative – prosegue Maioli – e agevolazioni, con anche la possibilità di acquistare l’abbonamento tramite finanziamento“. BANCA “TALISMANO” – Presente anche Javier Zanetti, ex capitano dell’Inter e attuale vice presidente: “Siamo molto soddisfatti di esserci legati a un top partnre così prestigioso”. Una battuta all’arrivo di Luciano Spalletti, tecnico nerazzurro. Maioli, ricordando che l’anno scorso la banca è diventata sponsor della nazionale di calcio francese neo laureatasi campione del Mondo, ha ammiccato al tecnico nerazzurro: “Alessandro e Javier (Antonello e Zanetti,…

Banca Ifis e Yolo lanciano Rendimax, piattaforma tecnologica dedicata alle assicurazioni
News / 18 luglio 2018

Ben il 71% degli attuali possessori di polizze assicurative potrebbe valutare l’acquisto online di prodotti assicurativi e il 67 % sceglierebbe di farlo anche da player non assicurativi (Google, Amazon, ecc). Per andare, dunque, oltre le frontiere del digitale e raggiungere una crescita esponenziale è necessario considerare i nuovi bisogni dei clienti e spingersi verso soluzioni tecnologiche che semplifichino le transazioni e lo scambio con i clienti. Rendimax è l’unica piattaforma multibrand nella quale il cliente può concludere l’acquisto della polizza senza mai uscire dal sito, scegliere soluzioni on demand in assoluta autonomia, pay per use ed innovative selezionate da un team di specialisti del settore. Lanciato da Banca Ifis in collaborazione con Yolo, partner tecnologico e player italiano di riferimento per servizi insurtech e soluzioni tecnologiche per il mercato assicurativo, rendimax assicurazioni si pone come obiettivo di rispondere alle reali esigenze del cliente. Tra le protezioni offerte: Animali: Su la zampa, protezione dedicata agli amici a quattro zampe; Bici: Città sicura in bici e Sport sicuro in bici, per i momenti di svago in città o di allenamento in bicicletta; Casa: CasAssicurata e Proteggi casa, per assicurare ciò che ti sta più a cuore; Città: Sicuro in città on-off, per accendere e spegnere la protezione mentre ti…

Ammutinamento a Westminster: Brexit in alto mare e sterlina affossata
News / 18 luglio 2018

Theresa May è sempre più chiusa all’angola. La premier britannica rischia di subire una sconfitta politica bruciante in parlamento, dopo che il partito dei progressisti all’Opposizione ha confermato che appoggerà un emendamento preparato da uno dei deputati conservatori ribelli, nel tentativo di assicurare che il Regno Unito rimanga a far parte dell’unione doganale anche dopo la Brexit. Uno dei parlamentari del gruppo dei Tories ha anche chiesto un secondo referendum sulla Brexit, data la truffa commessa dal fronte del Leave. In seno al governo ormai si è aperta una frattura profonda tra il gruppo dei “brexiteer” convinti e l’ala più moderata della destra britannica. Com’era prevedibile, il caos a Westminster sta avendo un impatto sui mercati finanziari. Da quando è emerso che il governo May si appresta a uscire sconfitto dal voto per modificare il disegno di legge sull’unione doganale, come conseguenza della decisione dei Labouristi. Analizzando i grafici del Forex, di riflesso, si nota un calo improvviso della sterlina britannica, zavorrata dalle ultime incertezze relative alla Brexit. La moneta inglese è al momento in flessione di circa lo 0,7% a 1,3146 dollari mentre rispetto all’euro è in ribasso dello 0,43% in area €1,1245. Brexit, i piani di May rischiano di…

Goldman Sachs: inizia era Solomon, banchiere che nel tempo libero fa il dj
News / 18 luglio 2018

Dopo dodici anni, cambia il timone di Goldman Sachs. Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, il colosso bancario Usa oggi ha ufficializzato la nomina del presidente David Solomon a nuovo ceo al posto di Lloyd Blankfein, in carica dal 2006. L’incarico del nuovo Ceo diventerà operativo dal primo ottobre, mentre Blankfein resterà come presidente fino a fine anno. Da allora Solomon succederà al capo esecutivo uscente anche come presidente. “David è la persona giusta per guidare Goldman Sachs. Ha dimostrato una comprovata capacità di costruire e far crescere le imprese, identificando modi creativi per migliorare la nostra cultura e ha messo i clienti al centro della nostra strategia”, ha detto Blankfein in una nota. Solomon, 56 anni, è per molti versi una scelta tradizionale. Approdato a Goldman Sachs nel 1999 da Bear Stearns, a partire dal 2006 si è occupato per dieci anni dell’unità investment banking di Goldman. Quando Gary Cohn ha lasciato Goldman Sachs per diventare consigliere economico del presidente Donald Trump l’anno scorso, Solomon è stato promosso presidente insieme al CFO Harvey Schwartz. Gli interessi che Solomon coltiva nel tempo libero rompono gli schemi. Il banchiere lavora infatti part-time come DJ nei club di New York e Miami sotto il nome d’arte “DJ D-Sol” (vedi foto). L’ufficializzazione della nomina di Solomon arriva…

Ue-Giappone: storica intesa libero scambio: i punti principali
News / 18 luglio 2018

È stata soprannominata “formaggio in cambio di auto”. Ha ottenuto oggi il via libera, in qualche modo anche in risposta alle iniziative protezioniste di Donald Trump, lo storico accordo di libero scambio tra Ue e Giappone, la più importante intesa mai negoziata tra le due aree economiche. A firmare il patto – che si chiama formalmente Economic Partnership Agreement (EPA) e  che eliminerà la stragrande maggioranza dei dazi su prodotti e servizi che vengono commerciati fra il paese asiatico e l’Unione Europea – sono stati il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk e il premier giapponese Shinzo Abe. “Con il più grande accordo di commercio bilaterale di sempre, oggi cementiamo l’amicizia giapponese-europea. Geograficamente, siamo distanti. Ma politicamente ed economicamente non potremmo essere più vicini. Con i valori condivisi della democrazia liberale, dei diritti umani e dello stato di diritto” ha scritto in un tweet il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. In base alle prime stime ufficiali, l’intesa, la cui entrata in vigore è prevista il prossimo anno, farà risparmiare un miliardo di euro all’anno alle aziende europee; ma con passare del tempo dovrebbe incrementare in maniera significatica l’export di alcuni prodotti europei, soprattutto alimentari. “L’accordo mette equità e valori al centro. Non c’è protezione…

Powell (Fed) “avanti rialzo tassi”, poi smentisce Trump: “Europa non è nemico Usa”
News / 18 luglio 2018

L’economia americana sta correndo ad un ritmo abbastanza veloce da giustificare un aumento graduale dei tassi d’interesse. È quanto ha detto il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, nel corso della sua testimonianza alla commissione bancaria del Senato dove ha presentato il rapporto sulla politica monetaria Nelle osservazioni che il numero uno della Banca centrale americana ha fornito prima di una sessione di domande e risposte, Powell ha dipinto un quadro ampiamente positivo dell’economia statunitense, che, a suo dire, si sta espandendo ad un ritmo crescente grazie anche al supporto di una politica fiscale aggressiva. Secondo Powell, la forte crescita economica e l’inflazione stabile vicina al 2% danno alla Fed la possibilità di continuare sulla strada dei rialzi, ha aggiunto Powell. “I recenti dati mostrano, insieme a un forte mercato del lavoro, che l’economia americana è cresciuta a un ritmo solido quest’anno”, ha detto nella suo discorso di apertura davanti alla commissione. “Il miglior modo per continuare è andare avanti ad alzare in modo graduale” i tassi, ha continuato Powell che ha sostituito Janet Yellen lo scorso febbraio Sul fronte del mercato del lavoro, Powell ha infine confermato che: “Il tasso di disoccupazione è basso e ci aspettiamo un ulteriore calo”. Per quanto riguarda l‘inflazione, Powell…