Saipem strappa un altro segno più. Per Bca IMI ora è da comprare
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Il titolo ha archiviato la quarta seduta consecutiva in salita, beneficiando oggi della promozione di Bca IMI. Anche quest’ultima giornata della settimana si è conclusa con il segno più per Saipem che ha guadagnato terreno per la quarta sessione consecutiva, con un bilancio positivo di quasi il 10%. Dopo il rally di oltre il 6% di ieri, il titolo oggi si è mostrato decisamente più cauto, terminando gli scambi a 4,47 euro, con un lieve rialzo dello 0,29% e circa 9,5 milioni di azioni trattate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a 11,5 milioni di pezzi. Saipem oggi è finito sotto la lente di Banca IMI, i cui analisti hanno migliorato il giudizio sul titolo da “add” a “buy”, con un prezzo obiettivo alzato da 3,9 a 5 euro. Banca IMI ha rivisto al rialzo le stime adjusted per i prossimi due anni dopo la semestrale diffusa dal gruppo e in particolare ha aumentato in media del 25% le previsioni sull’utile per azione. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Poste Italiane ha superato una forte resistenza
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Poste Italiane ha superato con i massimi del 27 luglio a 7,932 euro quelli del 24 maggio e del 15 giugno, allineati in area 7,85, ora supporto in caso di flessioni. Poste Italiane ha superato con i massimi del 27 luglio a 7,932 euro quelli del 24 maggio e del 15 giugno, allineati in area 7,85, ora supporto in caso di flessioni. La rottura di quei livelli permette al titolo di puntare verso il picco record di maggio a 8,436 euro. Sotto 7,55, media mobile a 100 giorni, rischio invece di avvio di cali diretti verso i minimi di luglio a 7,10 euro circa. (AM – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Criptovalute in calo. Bitcoin scende sotto 8.000 dollari
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Nuovo dietro front per le principali criptovalute. Nuovo dietro front per le principali criptovalute. Sul Bitfinex Bitcoin si attesta a 7.880 dollari (-4,10%). Ethereum a 460 dollari (-3,4%). Ripple a 0,4483 dollari (-2,3%) mentre IOTA scende a 0,985 dollari (-4,2%). (CC – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Flash Usa: fiducia Michigan rivista al rialzo oltre le stime
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Il dato definitivo di luglio è stato migliorato da 97,1 a 97,9 punti, in frenata però rispetto alla lettura del mese precedente. L’Università del Michigan ha reso noto che nel mese di luglio il dato finale relativo alla fiducia dei consumatori da essa elaborato si è attestato a 97,9 punti, in rialzo rispetto ai 97,1 punti della versione preliminare, ma in frenata in confronto ai 98,2 della lettura definitiva di giugno. L’indicazione odierna ha battuto le previsioni degli analisti che si erano preparati ad una conferma dell’indagine preliminare a 97,1 punti. fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Il lusso dal 15% annuo: focus su Luxottica e Moncler
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Titoli stabili e poco volatili, il tutto dentro un prodotto che ci permette di proteggerci fino a certi livelli di ribasso e di pianificare il possibile guadagno. Le vacanze estive si avvicinano (alcuni di voi già lo saranno) ed i mercati solitamente aumentano la loro volatilità, anche solo per il fatto che i volumi in questo periodi si fanno più sottili. In quest’ottica proponiamo un certificato di medio termine che ci dovrebbe permettere di andare in vacanza più tranquilli. Prima di affrontare tale argomento, ci sembra doveroso fare un accenno alla situazione di FCA, soprattutto in relazione al nostro recente post “Meglio una FCA oggi che un Cristiano Ronaldo domani”. Il titolo ha chiuso in flessione del -15%: non solo la dipartita improvvisa dell’AD Marchionne, ma soprattutto i risultati trimestrali non sono piaciuti al mercato. Molto brevemente, poiché di parole se ne sono spese fin troppe da parte di chiunque, ci limitiamo a dire che i minimi toccati in chiusura potranno rappresentare dei forti supporti per il prossimo futuro, che siamo ancora sopra la barriera del certificato (13,953€), che le prossime due cedole sono incondizionate e che la barriera è discreta, cioè può anche essere violata perché si prende in…

Ftse Mib, trading range sempre più ridotto
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Il mercato azionario italiano sta attraversando una fase di congestione sempre più accentuata nel breve termine. Il mercato azionario italiano sta attraversando una fase di congestione sempre più accentuata nel breve termine. Dalla fine del mese di maggio, infatti, l’indice FTSEMIB ha dapprima oscillato all’interno di un trading compreso tra i livelli 21.025 e 22.560, mentre successivamente si è mosso con una lateralità ancora più compressa tra i livelli 21.490 e 22.105. Alle quotazioni attuali il mercato si trova esattamente a metà di tutte le aree di congestione appena descritte e non sembra in grado di fornire elementi sufficienti per individuare la prossima direzionalità. Anche tutti i principali indicatori di analisi tecnica sono piatti, così come gli oscillatori sono posizionati intorno ai loro valori intermedi. L’unica nota positiva deriva dal fatto che, come è risaputo, più si prolunga questa fase di compressione della volatilità (cui si aggiungono volumi in drastico calo), maggiore sarà il successivo movimento esplosivo dei prezzi al rialzo o al ribasso. Dal punto di vista operativo, pertanto, scongiurando ovviamente la violazione ribassista dell’importantissimo supporto in area 21.000, potrà essere conveniente accumulare le prime posizioni rialziste al superamento di quota 22.105, mentre per le size più pesanti sarà…

Piazza Affari in una doppia fase laterale. Titoli da monitorare
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Il Ftse Mib sta al momento registrando due tipi distinti di processo laterale. Il primo, più allargato, va da 23.700 a 22.000 punti. Il Ftse Mib sta al momento registrando due tipi distinti di processo laterale. Il primo, più allargato, va da 23.700 a 22.000 punti. Future FtseMib (Fib) – grafico settimanale Il secondo processo laterale, maggiormente ristretto, varia tra i 22.500 punti verso l’ alto e i 21.150 circa in basso. Future FtseMib (Fib) – grafico giornaliero Il primo dura da ben 46 settimane (quasi un anno) mentre il secondo da “sole” 45 sedute (quindi oltre due mesi). Questo sta a testimoniare un paradosso dei mercati finanziari: la persona media è attratta dalle oscillazioni di Borsa, che però avvengono solo molto, molto di rado. Il resto è stasi e movimento laterale. Con l’ulteriore paradosso che, quando, nel 10% del tempo, il movimento veramente parte, chi è dalla parte giusta rimane spiazzato ed esce subito dal mercato perché non abituato. Mentre chi si trova dalla parte sbagliata rimane spiazzato e resta pesantemente in perdita per (nella migliore delle ipotesi) molto tempo, sempre perché non abituato. In psicologia è un effetto che si chiama, generalmente, bias di conferma. Rientrando nel campo…

Le prospettive di crescita in calo fanno crollare Facebook
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Facebook delude gli analisti e gli investitori non riuscendo ad evitare l’incremento dei costi e il calo delle prospettive future dei ricavi, dovuti alle nuove politiche sulla tutela della privacy degli utenti. Un letale mix di aumento dei costi, calo di utenti e conseguente abbassamento delle prospettive di ricavo hanno affossato Facebook in una sola seduta, facendo perdere quasi il 20%. Il calo è arrivato a sfiorare il 25% intraday sulla spinta dei giudizi negativi degli analisti, che parlano di un vero disastro dei conti, dopo mesi di rassicurazioni da parte del management sulla gestione della privacy degli utenti. Difficile dire se i dati di bilancio rilasciati mercoledì siano da soli sufficienti per giustificare un calo simile, oppure  semplicemente dopo la strabiliante corsa che ha visto crescere il valore di Facebook negli ultimi cinque anni, da 55 a 214$, gli investitori incassano i lauti guadagni approfittando delle cattive notizie. Dal punto di vista della dinamica dei prezzi il violento calo di ieri individua livelli di minimo non ancora sufficienti a decretare la fine del trend rialzista di lungo periodo, che ha come ulteriori supporti ulteriori 150.50$ e 135.30, solo una volta violati confermeranno il cambio di tendenza a lungo termine….

Trading mordi e fuggi: attenzione a Buzzi Unicem
Finanza/Economia / 28 luglio 2018

Nel Trading System ShoTrading abbiamo iniziato a seguire questa mattina BUZZI UNICEM (BZU). Trading long/short Azioni Ftse MIB su cicli di breve-brevissimo periodo: nel Trading System ShoTrading abbiamo iniziato a seguire questa mattina BUZZI UNICEM (BZU). Il titolo nelle prima ora di contrattazione presenta volumi e sale in linea con il settore di appartenenza (l’indice Euro Stoxx Construction & Material oggi mostra forza). Secondo il nostro metodo di conteggio ciclico (movimenti per trading veloce di pochi giorni) il titolo è molto vicino a completare il conteggio e di conseguenza generare un segnale di eventuale acquisto. Se ci saranno le condizioni indicheremo dopo metà seduta odierna (27 luglio) la strategia di entrata. Consigliamo sempre di non anticipare gli acquisti prima che ci siano chiari segnali tecnici e conteggio ciclico completo. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml