Piazza Affari resta ingessata: la musica cambierà con le banche?
News / 30 luglio 2018

Il Ftse Mib continua a muoversi tra supporti e resistenze, senza fornire segnali direzionali interessanti. Cosa aspettarsi nel breve? Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è chiusa in positivo per le Borse europee che dopo gli spunti rialzisti di giovedì, si sono spinte ancora in avanti prima del week-end. Il Dax30 è salito dello 0,4%, preceduto dal Ftse100 e dal Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,5% e dello 0,57%. In luce verde anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 21.955 punti, con un vantaggio dello 0,42%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 21.970 e un minimo a 21.832 punti.Positivo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha guadagnato lo 0,74% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib in altalena tra supporti e resistenze: le attese nel breve In avvio di ottava il Ftse Mib è sceso ad un passo dalla soglia dei 21.500 punti, da cui ha avviato un recupero verso area 21.900, salvo poi tornare ad avvicinare il livello dei 21.500, da cui è partito un rimbalzo che ha spinto i corsi verso la soglia psicologica dei 22.000 punti. Il movimento delle…

Il riconoscimento facciale di Amazon scambia i parlamentari per criminali
News / 30 luglio 2018

Criminali o parlamentari? Per il sistema di riconoscimento facciale di Amazon la differenza non è chiara. Il servizio ha scambiato 28 membri del Congresso Usa per galeotti. Sarebbe la prova dei rischi legati a questa tecnologia, testata negli ultimi mesi anche dalle forze di polizia. Lo afferma l’American Civil Liberties Union (Aclu), che ha condotto l’esperimento per convincere proprio il Congresso a varare una moratoria sull’utilizzo del riconoscimento facciale nella sicurezza pubblica. Dalla marcia su Washington ad Amazon L’Aclu ha creato un archivio raccogliendo 25.000 foto segnaletiche. Ha poi mostrato alla tecnologia di Amazon, chiamata Rekognition, le immagini dei 535 parlamentari americani. In 28 casi (cioè in più del 5%), il riconoscimento facciale ha trovato una corrispondenza (in realtà inesistente) tra i volti del Congresso e quelli dei criminali. Gli errori hanno coinvolto uomini e donne, politici democratici e repubblicani, bianchi, ispanici e afroamericani. Ma il tasso di false corrispondenze è stato molto più alto tra i parlamentari di colore. Costituiscono un quinto del Congresso, ma sono stati coinvolti nel 39% degli errori di Rekognition. Numeri che, secondo la Aclu, dimostrerebbero quanto le libertà civili (in particolar modo di alcuni gruppi etnici) siano esposte alle tecnologie per il riconoscimento facciale….

Come funzionano i nuovi assegni familiari
News / 30 luglio 2018

Aggiornamento in lieve rialzo per le soglie di accesso che determinano il diritto all’assegno familiare fino al 30 giugno 2019. Il consueto ritocco da parte del ministero dell’Economia, comunicato con una circolare a maggio, sposta la soglia di povertà ai nuclei familiari con Isee fino a 14.541 euro annui, dai 14.383 stabiliti fino al 30 giugno di quest’anno. Un lieve rialzo è stato previsto per le famiglie con due figli, che potranno ottenere un assegno di 258 euro, mentre rimane invariata la situazione per le famiglie con un figlio unico, che hanno diritto a un assegno di 137,50 euro. I nuovi importi, stabiliti dal Mef a fine giugno, “tengono conto della variazione Istat dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati e dell’aumento dell’inflazione, che nell’ultimo anno è cresciuta dell’1,1 per cento”, come spiega Repubblica. Sono stati previsti anche bonus per condizioni di particolare difficoltà, come le famiglie con un solo genitore o con più figli. Alle famiglie con un figlio disabile (anche sopra i diciotto anni), spetta invece un assegno massimo di 168 euro, entro un Isee di 25.660 euro l’anno. Come indicato sul sito dell’Inps, dal quale è possibile scaricare i moduli per richiedere…