Piazza Affari in netta flessione con petroliferi e bancari, rimbalza Ferrari. FTSE MIB -1,73%
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Piazza Affari in netta flessione con petroliferi e bancari, rimbalza Ferrari. Piazza Affari in netta flessione con petroliferi e bancari, rimbalza Ferrari. FTSE MIB -1,73%. Mercati azionari europei in rosso. Wall Street contrastata: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, Nasdaq Composite +0,3%, Dow Jones Industrial -0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,73%, il FTSE Italia All-Share a -1,73%, il FTSE Italia Mid Cap a -1,80%, il FTSE Italia STAR a -1,30%. *Le borse sono state penalizzate dall’annuncio di ieri della Casa Bianca (anticipato lunedì da Bloomberg) relativo all’ipotesi di incremento delle tariffe dal 10 al 25 per cento su importazioni dalla Cina per circa 200 miliardi di dollari. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA a giugno gli ordini industriali sono cresciuti dello* 0,7% m/m dopo l’incremento dello 0,4% registrato a maggio. Gli economisti avevano stimato una crescita dello 0,7%. Negli USA le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 27 luglio si sono attestate a 218 mila unità, inferiori alle attese fissate a 220 mila unità ma lievemente superiore ai 217 mila unità della settimana precedente. Il dato dell’Eurozona relativo ai prezzi alla produzione di giugno…

Dax in pesante calo giovedi’
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Dax in pesante calo giovedi’. Dax in pesante calo giovedi’. Il Dax ha accelerato al ribasso arrivando a contatto con il supporto dei 12500 punti, dove si colloca il 50% di ritracciamento del rialzo dai minimi del 28 giugno. In area 12660 le quotazioni si sono lasciate alle spalle la base del canale crescente disegnato dai minimi di fine giugno, coincidente con la media mobile esponenziale a 20 sedute. Nonostante questo duplice segnale negativo la tenuta di area 12500 puo’ mantenere in vita l’ipotesi che il ribasso delle ultime ore sia solo un fenomeno correttivo, quindi temporaneo, che non pregiudica la tenuta della struttura rialzista. La violazione di 12500 darebbe invece un brutto colpo a questo scenario, anche se solo con la violazione poi dei 12400 punti diverrebbe probabile il ritorno sui minimi di fine giugno a 12104 punti. Solo recuperi oltre 12600 potrebbero favorire un tentativo di ricopertura del gap rialzista lasciato giovedi’ in avvio dai prezzi, con lato alto a 12730 punti circa. Il superamento di quella quota potrebbe poi permettere un nuovo test dei 12900 punti. (AM – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Petroliferi: non solo Tenaris in rosso
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Oltre a Tenaris (-6,2%) sono in marcato rosso anche gli altri petroliferi, con Saipem (-5,1%) sotto pressione, nonostante il rimbalzo del greggio dai minimi di metà giornata. Oltre a Tenaris (-6,2%) sono in marcato rosso anche gli altri petroliferi, con Saipem (-5,1%) sotto pressione, nonostante il rimbalzo del greggio dai minimi di metà giornata. Calo più contenuto per Eni (-1,3% a 16,1340 euro) nonostante la decisione di Morgan Stanley di ridurre il target da 19,00 a 17,50 euro. (Simone Ferradini – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Accelerazione ribassista per il Ftse Mib
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Accelerazione ribassista per il Ftse Mib. Accelerazione ribassista per il Ftse Mib. Indice Ftse Mib giovedi’ al di sotto dei 21400 punti, dove transita la media mobile esponenziale a 100 settimane (supporto rilevante in ottica di medio lungo periodo) nettamente in calo dalla chiusura precedente a 21791, a sua volta negativa rispetto a quella di martedi’ a 22215, che era stata la piu’ alta dal 14 giugno. Il ribasso ha violato la linea di tendenza rialzista disegnata dai minimi del 2 luglio, passante a 21680 punti circa, avvicinandosi pericolosamente ai minimi di maggio e giugno allineati in area 21120/160. Fino a che questi supporti rimarranno intatti potra’ essere coltivata la speranza di essere in presenza di una semplice fase di aggiustamento nell’ambito della fase laterale che sta interessando il mercato ormai da piu’ di due mesi. Un eventuale ritorno al di sopra dei 21750 punti permetterebbe poi di ipotizzare movimenti nella parte superiore della fascia, tra i 22000 e i 22250 punti. La violazione di area 21100 racconterebbe invece un’altra storia: la fase laterale delle ultime settimane si dimostrerebbe in quel caso una semplice pausa della tendenza ribassista partita con i massimi di maggio che rischierebbe di riprendere. Nel mirino…

Tenaris(-7%): un’altra vittima della svendita d’estate.
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Inizia male il mese di agosto per il paniere Ftse mib che scende di quasi il 2%, con ribassi diffusi su tutti i settori e Tenaris protagonista del poco invidiabile record negativo, con perdite che sfiorano il 7%. Questa volta a tocca a Teneris il record di maglia nera della giornata, sospesa durante la seduta dopo un calo che ha superato il 10% e volumi di vendita quadruplicati. Travolti i supporti di 14.75€ e 14.30 con un minimi intraday a 13.90, livello di prezzo registrato l’ultima volta a fine marzo scorso. Il management ha mostrato ampie rassicurazioni circa il fatto che la guerra dei dazi non impatterà sugli utili futuri, attesi stabili nell’immediato e in crescita per la fine dell’anno. Dunque l’unica spiegazione plausibile alle proporzioni così ampie dei cali che stanno colpendo molti titoli del Ftse Mib, è che in sostanza viene “sottopesato” tutto il mercato azionario italiano nelle scelte di portafoglio dei grandi fondi d’investimento mondiali, incassando buoni profitti sulle aziende che più di recente hanno sovraperformato. L’analisi dei pattern candlestick evidenzia una dinamica di breve termine debole dopo i massimi relativi a 16.80€, abbandonati con la formazione di una shooting star di ampie dimensioni e la conseguente…

AEDES – Cala il debito, +18% i ricavi nel primo semestre
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, ha terminato il primo semestre 2018 con ricavi totali pari a 11 milioni di euro, in incremento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il valore si era attestato a 9,3 milioni. L’incremento, pari a 1,6 milioni, è stato determinato soprattutto dalla vendita degli immobili per un… The post AEDES – Cala il debito, +18% i ricavi nel primo semestre appeared first on Websim Action. Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, ha terminato il primo semestre 2018 con ricavi totali pari a 11 milioni di euro, in incremento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il valore si era attestato a 9,3 milioni.L’incremento, pari a 1,6 milioni, è stato determinato soprattutto dalla vendita degli immobili per un valore totale di 2,7 milioni.L’Ebita raggiunge 1,4 milioni di euro, in aumento di 0,2 milioni rispetto al 2017.L’Ebit è positivo per 4,4 milioni, ma inferiore rispetto ai 5,8 milioni totalizzati al 30 giugno 2017. La riduzione, di circa 1,4 milioni, è imputabile ai maggiori ammortamenti.L’utile di gruppo decresce su base annua, portandosi a 0,09 milioni rispetto ai 3,2 milioni dell’anno precedente; la differenza è l’effetto delle minori rivalutazioni a fair value e ai…

AEDES +3,3%. Cala il debito, +18% i ricavi nel primo semestre
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, si mette in luce con un rialzo del 3,3%. La società ha terminato il primo semestre 2018 con ricavi totali pari a 11 milioni di euro, in incremento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il valore si era attestato a 9,3 milioni. L’incremento, pari a… The post AEDES +3,3%. Cala il debito, +18% i ricavi nel primo semestre appeared first on Websim Action. Aedes, operatore attivo nell’ambito degli investimenti immobiliari, si mette in luce con un rialzo del 3,3%.La società ha terminato il primo semestre 2018 con ricavi totali pari a 11 milioni di euro, in incremento del 18% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, quando il valore si era attestato a 9,3 milioni.L’incremento, pari a 1,6 milioni, è stato determinato soprattutto dalla vendita degli immobili per un valore totale di 2,7 milioni.L’Ebita raggiunge 1,4 milioni di euro, in aumento di 0,2 milioni rispetto al 2017.L’Ebit è positivo per 4,4 milioni, ma inferiore rispetto ai 5,8 milioni totalizzati al 30 giugno 2017. La riduzione, di circa 1,4 milioni, è imputabile ai maggiori ammortamenti.L’utile di gruppo decresce su base annua, portandosi a 0,09 milioni rispetto ai 3,2 milioni dell’anno precedente; la…

TRADING INTRADAY: FTSE MIB a Leva Fissa
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Per la seduta odierna ecco di seguito i segnali gratuiti del TRADING INTRADAY FTSE MIB QUANT SYSTEM tramite Certificate a Leva fissa emessi da Vontobel. OGGI OUT www.websim.it www.websimaction.it The post TRADING INTRADAY: FTSE MIB a Leva Fissa appeared first on Websim Action. Per la seduta odierna ecco di seguito i segnali gratuiti del TRADING INTRADAY FTSE MIB QUANT SYSTEM tramite Certificate a Leva fissa emessi da Vontobel.OGGI OUTwww.websim.itwww.websimaction.itThe post TRADING INTRADAY: FTSE MIB a Leva Fissa appeared first on Websim Action. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml

STRATEGIA TURBO CERTIFICATES – EUROSTOXX 50
Finanza/Economia / 3 agosto 2018

Strategia Turbo Certificates di oggi… Ci aspettiamo un avvio debole e un recupero lungo la seduta Di seguito alcune idee speculative su base grafica e di “newsflow”, Long o Short. E’ preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata. Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. I – Eurostoxx 50 (3.509 punti, ultima… The post STRATEGIA TURBO CERTIFICATES – EUROSTOXX 50 appeared first on Websim Action. Strategia Turbo Certificates di oggi…Ci aspettiamo un avvio debole e un recupero lungo la sedutaDi seguito alcune idee speculative su base grafica e di “newsflow”, Long o Short. E’ preferibile, ma non obbligatorio, chiudere le posizioni in giornata.Per orizzonti temporali più ampi, si rimanda alle schede nella sezione di Analisi Tecnica. I – Eurostoxx 50 (3.509 punti, ultima quotazione)  Newsflow: Ci aspettiamo un avvio debole e un miglioramento nell’arco della  sedutaOperazione: Proponiamo  il seguente Turbo Long.Comprare con l’indice Eurostoxx 50 inferiore a 3.487 quindi in negativo rispetto alla chiusura di ieri.ISIN: NL0012871263 Trattandosi di strumenti a rischio molto elevato, si invita a leggere con estrema attenzione le seguenti AVVERTENZE   The post STRATEGIA TURBO CERTIFICATES – EUROSTOXX 50 appeared first on Websim Action. fonte: http://www.trend-online.com/al/rss.xml