STM colpito da raid ribassista. Morgan Stanley boccia il settore

11 agosto 2018

Il titolo è stato il peggiore del Ftse Mib, con un affondo di circa il 5%, alimentato anche dalle indicazioni della banca Usa.

Una seduta da dimenticare quella odierna per STM che, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un calo di poco superiore ad un punto percentuale, quest’oggi è stato oggetto di un vero e proprio raid ribassista. Il titolo, che ha occupato l’ultima posizione nel paniere del Ftse Mib, ha terminato gli scambi a 18,01 euro, con un affondo del 5,06% e quasi 6 milioni di azioni transitate sul mercato, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 3,5 milioni di pezzi.
STM ha amplificato la negatività del mercato sulla scia della bocciatura riservata da Morgan Stanley al settore dei semiconduttori, con un cambio di rating da “in-line” a “cauto”.
La banca americana ritiene che il business del comparto sia solido, ma al contempo è difficile immaginare un upgrade delle stime. Il rapporto rischio-rendimento è il più debole da tre anni e gli analisti avvertono che una frenata della domanda potrebbe alimentare una forte correzione.

fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Nessun commento

I commenti sono chiusi.