Piazza Affari ha toccato il fondo? Non è ancora detto
News / 20 agosto 2018

Il Ftse Mib si avvita su se stesso e aggiorna quotidianamente i minimi dell’anno, senza trovare sostegni da cui prova a ripartire. Le attese nel breve. La scorsa settimana si è conclusa con una seduta incerta per le Borse europee che, dopo il rimbalzo della vigilia, non sono riuscite ad evitare il segno meno, limitando però i danni rispetto al ribasso nel corso della giornata. Il Ftse100 si è fermato poco sopra la parità con un frazionale rialzo dello 0,03%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono scesi rispettivamente dello 0,08% e dello 0,22%. Ftse Mib: nuovi minimi dell’anno. I livelli da monitorare La pecora nera in Europa è stata ancora una volta Piazza Affari che ha vissuto la settima seduta consecutiva in ribasso. L’indice Ftse Mib si è fermato a 20.415 punti, su nuovi minimi dell’anno, con un calo dello 0,53%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 20.415 e un minimo a 20.573 punti. Pesante il bilancio settimanale visto che l’indice delle blue chips nelle ultime quattro sedute (mercoledì il mercato italiano era chiuso per festività), ha lasciato sul parterre il 3,2% rispetto al close del venerdì precedente. Fallito il tentativo di un riposizionamento al di sopra dei…

Perché l’Italia potrebbe tornare nel mirino dei mercati 
News / 20 agosto 2018

Non c’è solo la Turchia e la disputa commerciale tra Usa e Cina nel mirino degli investitori internazionali. Tra le preoccupazioni dei mercati ora c’è anche l’Italia. La terza più grande economia dell’Eurozona è tornata a lampeggiare sui radar degli investitori, come dimostra lo ‘spread’, il differenziale dei tassi di interesse tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi, che rappresenta un barometro del rischio finanziario, tornato a 285 punti, il massimo da maggio, una cifra che significa semplicemente che per finanziarsi l’Italia in questo momento deve pagare il 2,85% di interessi sul debito in più rispetto alla Germania. Anche il tasso del Btp ha ripreso a lievitare, rialzandosi dello 0,25% dall’inizio di agosto e tornando sopra al 3%, come a maggio, quando i mercati guardavano con preoccupazione alla vittoria elettorale dei cosiddetti populisti, cioè M5S e Lega. Ora il governo giallo-verde è saldamente in sella e si appresta a preparare la prossima manovra finanziaria. E’ proprio a quello, al bilancio del prossimo anno, che gli investitori guardano con un misto di diffidenza e di timore, sospettando che il governo espanderà il deficit pubblico più del consentito, mettendo il nostro Paese contro Bruxelles. Insomma, gli investitori temono che l’Italia…