Snam tra i peggiori del Ftse Mib. Bca IMI resta buy
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Il titolo ha perso terreno per la terza seduta consecutiva: ieri gli analisti di Bca IMI hanno ribadito la loro view bullish. Brutto finale di settimana per Snam che, dopo aver ceduto lo 0,2% ieri, ha perso terreno per la terza seduta consecutiva. Il titolo, tra i peggiori del Ftse Mib oggi, ha terminato gli scambi a 3,64 euro, con un ribasso dell’1,94% e circa 17 milioni di azioni trattate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 12 milioni di pezzi. Non più tardi di ieri Banca IMI ha confermato la raccomandazione “buy” su Snam, riducendo però il target price da 4,6 a 4,5 euro. Quest’ultima mossa tiene conto di una rivisitazione delle stime riferite al triennio 2018-2021, avvenuta dopo i conti del primo trimestre che pure sono stati definiti positivi dagli analisti.  fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Piazza Affari migliore in Europa: bene FCA e industriali. FTSE MIB +0,65%
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Piazza Affari migliore in Europa: bene FCA e industriali. Piazza Affari migliore in Europa: bene FCA e industriali. FTSE MIB +0,65%. *Mercati azionari europei positivi. Wall Street in progresso: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,5%, Nasdaq Composite +0,8%, Dow Jones Industrial +0,5%. Il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, nel discorso al simposio annuale di Jackson Hole ha difeso la politica di incremento dei tassi (criticata dal presidente USA Trump) spiegando che è il modo migliore per proteggere la ripresa economica, mantenere la crescita dell’occupazione e tenere sotto controllo l’inflazione. Powell ritiene appropriati ulteriori graduali aumenti del costo del denaro. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,65%, il FTSE Italia All-Share a +0,52%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,30%, il FTSE Italia STAR a -0,08%. Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA il Dipartimento del Commercio ha reso noto che gli Ordini core di Beni Durevoli hanno fatto segnare a luglio un progresso su base mensile dello 0,2%. Il dato è inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un valore pari a +0,5% ma in crescita rispetto al precedente +0,1% rivisto.Gli Ordini di Beni Durevoli sono invece risultati in…

Bca Carige in rialzo. Decade il Cda: Malacalza presenta lista
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Nel caso di testa a testa tra le due liste per il Cda, il sistema di voto proporzionale renderebbe complicata la formazione di una maggioranza. Finale di settimana in buon rialzo per Banca Carige che, dopo aver terminato la sessione di ieri sulla parità, oggi ha segnato un progresso del 2,25% a 0,0091 euro, con oltre 290 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 280 milioni di pezzi. Banca Carige ha guadagnato terreno dopo che ieri il consigliere Giuseppe Pericu ha rassegnato le proprie dimissioni, in seguito alle quali l’intero CdA è decaduto. Il Board verrà rinnovato dopo l’assemblea del 20 settembre.Nel frattempo Malacalza, primo azionista di Carige, è salito al 24% del capitale della banca, con autorizzazione della BCE a salire fino al 29%, e ha presentato la propria lista di candidati al CdA. Pietro Modiano è candidato alla presidenza, Lucrezia Reichlin alla vicepresidenza e Fabio Innocenzi al ruolo di CEO. Dall’altro lato Mincione, che possiede il 5,4% del capitale, non ha ancora presentato la propria lista, che dovrebbe prevedere Fiorentino candidato nuovamente al ruolo di CEO. Gli analisti di Equita SIM fanno notare che nel caso di testa…

Ripartono gli acquisti su Leonardo
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Leonardo non “molla” i supporti dinamici di breve termine, appoggiandosi sulla trendline rialzista che sostiene i corsi, spinti dal pieno di contratti in giro per il mondo e alla conseguente revisione al rialzo del target price da parte degli analisti. Leonardo chiude la settimana in promettente recupero, rimbalzando grazie all’ottima tenuta del supporto dinamico di 9.60€. Recentemente apprezzata dagli operatori per il miglioramento della guidance 2018, che vede contratti e ricavi in crescita, la solidità dei fondamentali costringe la maggior parte degli analisti a rivedere il target price, adesso aggiornato di 11.15€. Infatti nonostante le incertezze legate alla crisi economica della Turchia e al calo della crescita in Europa, che ha sensibilmente depresso il Ftse Mib, Leonardo ha retto egregiamente l’urto. Grazie al sostegno della trend line crescente passante attualmente per 9.90€, i corsi si proiettano verso l’obiettivo di 10.40€. La configurazione di prezzo candlestick che emerge, considerando le ultime quattro sedute, è definita mat hold dalla valenza positiva, segnalando la ripresa del trend rialzista, con prospettive di crescita verso 10.25 prima e 10.70 in seguito. Unica nota negativa è rappresentata dalla divergenza ribassista dell’indicatore di tendenza CCI, rilevando la netta perdita di pressione rialzista responsabile del calo dai massimi…

Juventus: il rally settimanale non si ferma
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Non si placano gli effetti positivi della nuova politica di marketing scelta dalla Juventus, che in questa settimana mette a segno un guadagno di circa il 20%, grazie anche al nuovo accordo di partnership globale con De Cecco. Notevole allungo rialzista messo a segno dal titolo Juventus, galvanizzato dal nuovo ritorno di interesse degli investitori, convinti che le nuove iniziative di sponsorship e l’esordio di Ronaldo per domenica in campionato, portino ulteriori introiti nelle casse della società. La capitalizzazione di borsa raggiunge il miliardo di euro, proiettando la Juventus ai primi posti nell’olimpo dei club mondiali più ricchi, secondo la recente classifica di Forbes. Dallo scorso aprile ad oggi i prezzi segnano un incremento di oltre il 70% trainati dall’effetto Ronaldo che sebbene dal punto di vista del marketing è stata giudicata vincente, la sostenibilità finanziaria dell’operazione aveva creato più di qualche perplessità. Dal punto di vista dell’analisi tecnica dopo una modesta fase di stabilizzazione a ridosso del supporto di 0.84€, i corsi a partire dal 16 agosto hanno intrapreso un vero e proprio rally,” stracciando” i precedenti massimi relativi di 0.92 e allungando la corsa fino ai massimi di 1.0280 di questa mattina. Notevole anche l’incremento dei volumi scambiati…

Lieve positività
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Con un sentiment di mercato ancora negativo, Piazza Affari è riuscita a mantenersi sopra i livelli di guardia e ora sta cercando di rientrare in trend rialzista di breve. Con un sentiment di mercato ancora negativo, Piazza Affari è riuscita a mantenersi sopra i livelli di guardia e ora sta cercando di rientrare in trend rialzista di breve. Lo spread, pur rimanendo sotto quota 300, rimane ancora piuttosto elevato per avallare l’ipotesi di un vero allungo, tuttavia consideriamo il mercato ormai “ripulito”, con i prezzi che già incorporano la negatività di questa fase. Tecnicamente saremmo ora in grado di riportarci gradualmente verso la prima resistenza a 21.450 di FtseMib, mentre per poter approdare alla successiva a 22.200 ci vorra’ una discesa dello spread in direzione dei 200 punti. Torneremmo negativi con una chiusura sotto 20.400, confidando comunque che i 20.000 punti possano tenere ed evitare così uno scenario pesantemente ribassista con primo target a 19.250 dell’indice. Operativamente si consiglia di mantenere le posizioni rialziste con qualche vendita da trading su eventuale raggiungimento del primo target a 21.450, con uno stoploss per queste operazioni a 19.950; nessun problema invece per le posizioni di medio-lungo che verranno valutate fra qualche settimana. fonte:…

Credito Italia: bilancio a metà anno positivo, più prestiti e meno sofferenze
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Scopri il Certificate Leonteq sui tre “campioni” della finanza italiana: Intesa, Mediobanca ed Unicredit Prosegue la fase di ripresa del settore bancario italiano. Nel primo semestre i prestiti al settore privato (al netto delle cartolarizzazioni, cessioni e cancellazioni) sono cresciuti del 2,4% rispetto allo stesso semestre del 2017. La crescita è stata trainata principalmente dai… The post Credito Italia: bilancio a metà anno positivo, più prestiti e meno sofferenze appeared first on Websim Action. Scopri il Certificate Leonteq sui tre “campioni” della finanza italiana: Intesa, Mediobanca ed UnicreditProsegue la fase di ripresa del settore bancario italiano. Nel primo semestre i prestiti al settore privato (al netto delle cartolarizzazioni, cessioni e cancellazioni) sono cresciuti del 2,4% rispetto allo stesso semestre del 2017.La crescita è stata trainata principalmente dai prestiti alle famiglie (+2,8%), mentre i prestiti all’industria sono cresciuti dello 0,6%. Per quanto riguarda la raccolta, i depositi bancari sono saliti del 6,8.Infine, in giugno le sofferenze lorde son calate a 131,7 miliardi di euro (dai 167,4 miliardi di dicembre). Ancora più marcato il calo delle sofferenze nette, scese a 41,3 miliardi (valore più basso da dicembre 2010), questo grazie ai forti accantonamenti che hanno permesso di portare il tasso di copertura sui crediti deteriorati al 68,64%….

CENTRALE DEL LATTE – 20 milioni per crescere all’estero
Finanza/Economia / 25 agosto 2018

Settore latte italia, Centrale del latte d’Italia, investimento Centrale del Latte d’Italia potrebbe muoversi in Borsa. La società ha stanziato 20 milioni di euro per rinnovare lo stabilimento di Torino, che si trasformerà in un magazzino 4.0 automatizzato ed in grado di sfornare prodotti sempre più diversificati, sia per quanto riguarda le confezioni che il… The post CENTRALE DEL LATTE – 20 milioni per crescere all’estero appeared first on Websim Action. Settore latte italia, Centrale del latte d’Italia, investimentoCentrale del Latte d’Italia potrebbe muoversi in Borsa.La società ha stanziato 20 milioni di euro per rinnovare lo stabilimento di Torino, che si trasformerà in un magazzino 4.0 automatizzato ed in grado di sfornare prodotti sempre più diversificati, sia per quanto riguarda le confezioni che il contenuto. Il cantiere è partito da qualche settimana.L’intervento riguarda il magazzino da 700 metri quadri ubicato a Torino nel quartiere Milafiori.L’obiettivo è quello di soddisfare le esigenze della clientela, che desidera prodotti di nicchia, ma anche quello di espandersi all’estero.La scelta di differenziare i prodotti e di aumentare le esportazioni, già attuata in precedenza e ora potenziata grazie al nuovo magazzino, si è già rivelata vincente; nel primo semestre dell’anno, Centrale del Latte ha raggiunto 90,5…

Fed, Powell: “Pronti a tutto” per contrastare inflazione e crisi finanziarie
News / 25 agosto 2018

Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha dichiarato che l’economia degli Stati Uniti non è a rischio surriscaldamento: intervenuto nel discorso d’apertura del meeting di Jackson Hole, Powell ha dichiarato che non non ci “sono chiari segni di accelerazione” del tasso d’inflazione. I livello dei prezzi è al momento intorno al 2%. Il ritmo di rialzo dei tassi “graduale” rimane “appropriato” secondo Powell, suggerendo una revisione di un quarto di punto ogni trimestre. “Con una solida fiducia delle famiglie e delle imprese, buoni livelli di creazione di posti di lavoro, aumento dei redditi e stimoli fiscali in arrivo, ci sono ragionevoli elementi per aspettarsi che questa forte performance continui “, ha affermato Powell. Il presidente della Fed si è detto determinato a fare “tutto il possibile” (“whatever it takes”) per evitare un’altra crisi finanziaria o un altro periodo nel quale gli interessi a breve termine restano a lungo bloccati vicino allo zero. Lo stesso impegno verrebbe anche profuso nel caso in cui l’inflazione dovesse iniziare a correre, lasciando intendere di essere pronto ad una risalita dei tassi più veloce del previsto. A queste dichiarazioni è corrisposto un maggiore indebolimento del dollaro: lo ICE U.S. Dollar Index è arrivato a cedere…

Diciotti, Commissione Ue risponde Di Maio: “Minacce sono inutili”
News / 25 agosto 2018

La Commissione europea ha deciso di intervenire in seguito alle dichiarazioni del vicepremier, Luigi Di Maio, che aveva minacciato di ridurre i contributi italiani all’Europa se non fosse stato raggiunto un accordo sulla spartizione dei migranti – a partire dai 150 ancora a bordo della nave Diciotti. A rispondere alla provocazione è stato il portavoce della Commisione Ue, Alexander Winterstein, durante il briefing quotidiano di mezzogiorno: “Non mettiamoci a puntare l’uno il dito contro l’altro. Crediamo anche che i commenti non costruttivi, per non parlare delle minacce, non siano utili e non ci avvicinino a una soluzione. L’Unione europea è una comunità di regole e opera sulla base di regole, non di minacce. Trovare una soluzione per le persone a bordo è la nostra priorità principale. Questo è ciò su cui ci concentriamo e questo è ciò su cui tutti gli altri dovrebbero concentrarsi”. La Commissione europea, inoltre, “non è contro qualcuno” o a favore di qualcun altro, ma è un organo che aiuta gli stati membri a trovare una soluzione comune. In particolare, Winterstein ha affermato di non essere interessata al “troubleshooting nave per nave”, che finora ha caratterizzato l’operato del governo italiano, bensì a una soluzione a lungo…