Piazza Affari: bassa visibilità. Procedere con molta cautela
News / 27 agosto 2018

Il Ftse Mib ha frenato momentaneamente la sua discesa, avviando un recupero che per ora non fornisce alcuna garanzia sull’evoluzione futura. La penultima settimana di agosto si è conclusa con una seduta positiva per le Borse europee che, dopo il calo della vigilia, hanno rivisto il segno più, terminando gli scambi in lieve rialzo. Il Ftse100 è salito dello 0,19%, preceduto dal Dax30 e dal Cac40 che si sono apprezzati rispettivamente dello 0,23% e dello 0,24%. La maglia rosa è stata indossata questa volta da Piazza Affari che, dopo essere rimasta più indietro nelle sessioni precedenti, ha visto il Ftse Mib mettere a segno un rialzo dello 0,65% a 20.741 punti, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 20.774 e un minimo a 20.627 punti. Positivo anche il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha guadagnato l’1,6% rispetto al close del venerdì precedente. Ftse Mib: un recupero destinato a durare? Il Ftse Mib ha avviato la settimana in progresso, portando avanti il recupero partito dai nuovi minimi dell’anno segnati poco sopra i 20.200 punti. Le quotazioni si sono spinte al test di area 20.800, da cui hanno ripiegato verso i 20.500 punti, salvo poi…

Di Maio ha detto che Salvini deve restare ministro anche se indagato 
News / 27 agosto 2018

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini è indagato e il lavoro della magistratura va rispettato. Ma Salvini non ha violato il codice etico dei ministri contenuto nel contratto di governo, quindi “deve continuare a fare il ministro in questo momento”. è quanto sottolinea il vicepremier Luigi Di Maio, che in un lungo intervento su Facebook dice di “voler fare chiarezza” su “alcuni fatti accaduti negli ultimi giorni”. “Il ministro Salvini è indagato, gli sono contestati alcuni reati dal pubblico ministero e credo che quello sia un atto dovuto in quanto ministro dell’Interno. Come ci si comporta in questi casi? Prima di tutto – osserva Di Maio – ricordiamoci che nel nostro contratto di governo c’è anche il codice etico dei ministri e secondo questo (che è anche il codice del movimento 5 Stelle) il ministro dell’Interno deve continuare a fare il ministro in questo momento”. E aggiunge: “C’è comunque pieno rispetto” per l’azione della magistratura.  Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ieri è stato iscritto nel registro degli indagati per sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio, nell’ambito dell’inchiesta sul caso “Diciotti” insieme al capo di gabinetto del ministro. “Essere indagato per difendere i diritti degli italiani è una vergogna”, aveva detto ieri il ministro…

Perché Elon Musk ha deciso che Tesla resterà in borsa
News / 27 agosto 2018

È stato un anno difficile per Elon Musk, il visionario patron di Tesla e SpaceX. Anzi, “il più difficile e doloroso” della sua carriera, come ha dichiarato lui stesso la settimana scorsa in un’intervista-confessione al New York Times, nella quale ha ripercorso i problemi, privati e imprenditoriali, che hanno funestato mesi complicati e segnati da numerose controversie, culminati nell’annuncio shock del 7 agosto, affidato a Twitter, secondo il quale aveva deciso di trasformare Tesla in una società privata, abbandonando Wall Street dopo 8 anni. Le ragioni? Poter agire con maggiore flessibilità, senza gli obblighi in tema di comunicazione e trasparenza imposti dall’essere una società quotata, e non dover stare dietro alle reazioni dei mercati, staccandosi dalla routine dei bilanci trimestrali, l’ultimo dei quali, diffuso il 1 agosto, si era chiuso con un’altra perdita record. Ragioni dove la logica aziendale si intreccia alla sfera personale. Musk, con il suo stile istrionico, è a tutti gli effetti parte del prodotto, quasi un brand a sé stante. E ora vuole ridurre l’enorme pressione che, sulla scia dei numerosi intoppi che hanno caratterizzato il lancio del nuovo modello di auto elettrica, la Tesla Model 3 (prestazioni deludenti e una filiera produttiva non abbastanza vasta e solida), lo hanno costretto a una…