Seduta difficile per Piazza Affari, banche in profondo rosso
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Torna a perdere quota l’azionario italiano dopo un fragile tentativo di recupero e a fronte di mercati europei e statunitensi orientati al ribasso in un clima di risk off che ha incoraggiato beni rifugio come lo yen, il dollaro o il Bund tedesco (ma non l’oro che sembra subire gli effetti dell’apprezzamento del biglietto verde). Torna a perdere quota l’azionario italiano dopo un fragile tentativo di recupero e a fronte di mercati europei e statunitensi orientati al ribasso in un clima di risk off che ha incoraggiato beni rifugio come lo yen, il dollaro o il Bund tedesco (ma non l’oro che sembra subire gli effetti dell’apprezzamento del biglietto verde). A Piazza Affari il* Ftse Mib* cede l’1,28%, il Ftse Italia All Share l’1,16%, il Ftse Italia Mid Cap lo 0,46% e il Ftse Italia Star lo 0,21 per cento. Proseguono le tensioni tra Italia e Commissione Europea. Il governo nazionale ha minacciato un veto sul bilancio europeo. Il commissario europeo Guenther Oettinger *ha dichiarato che il mancato pagamento dei contributi nei tempi stabiliti sarebbe una violazione dei trattati che comporterrebbe penalità, ma il viceministro Luigi *Di Maio ha commentato: “Le considerazioni di Oettinger sono ancora più ipocrite perché non…

Banche ancora in forte calo, Bper -3,36%
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Ancora in pesante rosso il comparto del credito italiano con l’indice di settore Ftse Mib che cede l’1,14 per cento. Ancora in pesante rosso il comparto del credito italiano con l’indice di settore Ftse Mib che cede l’1,14 per cento. Unicredit riduce le perdite allo 0,44% ma Ubi Banca cede l’1,86 per cento. Intesa segna un pesante ribasso dell’1,61%, Banco BPM uno dell’1,66% e Bper uno del 3,36 per cento. Vendite anche su Banca Mediolanum (-1,68%) e Mediobanca (-0,87%). Carige perde l’1,08% e Banca MPS un altro 2,29 per cento. (GD – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Petrolio ancora in rialzo, ma il settore soffre a Milano
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Accelerano ancora al rialzo i prezzi del greggio nei mercati internazionali mentre si consolida l’uscita del petrolio iraniano dal mercato in vista della sanzioni Usa del prossimo novembre che sembrano avere avuto la meglio sulle posizioni dissenzienti dell’Europa. Accelerano ancora al rialzo i prezzi del greggio nei mercati internazionali mentre si consolida l’uscita del petrolio iraniano dal mercato in vista della sanzioni Usa del prossimo novembre che sembrano avere avuto la meglio sulle posizioni dissenzienti dell’Europa. Contribuiscono ai recuperi anche i positivi dati sul calo delle scorte Usa pubblicati ieri dall’EIA, mentre rema contro il rialzo odierno del dollaro in un clima di risk off sui mercati azionari. Il future sul *Brent *guadagna lo 0,64% e si riporta a 77,64 dollari al barile mentre il derivato sul *WTI *segna un rialzo dello 0,35% a 69,76 dollari. A Piazza Affari *Eni *però non festeggia e lascia al mercato l’1,06% del proprio valore, nonostante l’annuncio di una nuova scoperta a gas nel deserto occidentale egiziano. Guadagna terreno invece *Saipem *(+1,10%) mentre *Tenaris *registra una seduta terribile con un calo del 4,99 per cento. Sul titolo della società di casa Rocca potrebbe pesare l’esclusione della Corea del Sud dai dazi su acciaio e…

Openjobmetis: Alantra avvia copertura con rating buy
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Alantra Italian Equity Research ha avviato la copertura su Openjobmetis con rating “buy” e target price a 14 euro. Alantra Italian Equity Research ha avviato la copertura su Openjobmetis con rating “buy” e target price a 14 euro. (RV – www.ftaonline.com) fonte: http://www.trend-online.com/ansa/rss.xml

Telecom prepara l’offerta sul 5G, ma il titolo cola a picco
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Non si ferma la perdita di valore che sta caratterizzando le azioni di Telecom italia, nonostante l’azienda a settembre si impegnerà a presentare un’offerta per le nuove frequenze 5G . Il prossimo 10 settembre è stato calendarizzato il cda di Telecom, che dovrà deliberare sull’ammontare da offrire per aggiudicarsi le frequenze con tecnologia 5G e che dovrebbe aggirarsi intorno al miliardo di euro. Intanto continua imperterrita la discesa del titolo che, con il calo di oggi, tocca livelli di prezzo non registrati da novembre 2013 a quota 0.5660, aggiornando le perdite dall’inizio dell’anno al 35%. Il quadro tecnico che emerge dall’analisi delle configurazioni di prezzo, evidenzia un pesante struttura ribassista scaturita dal violento crollo avvenuto a metà maggio scorso, con il cedimento del supporto di 0.7880. Le quotazioni solo recentemente hanno tentato di arrestare la caduta consolidando i minimi relativi precedenti a quota 0.5960 da cui è scaturito un violento pull back, infranto poi a ridosso della resistenza di 0.6720 e da cui sono riprese copiose le vendite. Situazione pertanto estremamente delicata con i corsi in procinto di cedere, nelle prossime sedute, nuovo terreno verso i supporti di 0.54 e 0.51, nel caso dovesse protrarsi la debolezza dell’intero listino azionario…

I modelli previsionali di inizio anno erano nel giusto
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Piazza Affari sperimenta un colpo di reni che mantiene ancora aperta la possibilità di sollecitare la resistenza giornaliera, soltanto sfiorata l’altroieri. Piazza Affari sperimenta un colpo di reni che mantiene ancora aperta la possibilità di sollecitare la resistenza giornaliera, soltanto sfiorata l’altroieri. Mancano ormai soltanto 48 ore alla fine del mese, e i giochi in ottica di lungo periodo sembrano fatti: venerdì sera MIB e All Share appaiono destinati a violare nettamente i rispettivi long stop mensili. Sarebbe l’ultimo tassello di un processo di inversione di tendenza che ha richiesto diversi mesi per il suo completamento. Non vorremmo sembrare eccessivamente negativi, ma questa è la formale definizione di bear market. Evidentemente la sottoperformance delle banche domestiche, rispetto a quelle continentali, per ragionevolissimi motivi (le minusvalenze patite in portafoglio titoli), sta zavorrando il listino italiano, vista l’ingombrante presenza del settore finanziario. Questo suggerisce la concreta probabilità che le delusioni si manifestino anche in termini relativi: a ieri, la differenza fra i saldi annuali di FTSE MIB40 ed Eurostoxx50, si attestava al -5%. Una correzione di rotta notevole, rispetto al +20% conseguito in primavera, ma ancora insufficiente a farci considerare completato l’aggiustamento relativo: a settembre 2016, come si ricorderà, lo “spread borsistico”…

PHARMANUTRA – Vendite Italia +23% a luglio, dato oltre le attese
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

PharmaNutra è sotto i riflettori. L’azienda nutraceutica, leader nel settore dei complementi nutrizionali di ferro, ha comunicato che nel solo mese di luglio le vendite relative al mercato italiano hanno superato i 200mila pezzi, segnando una crescita del +23% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il Presidente Andrea Lacorte ha così commentato, “i dati sono oltre… The post PHARMANUTRA – Vendite Italia +23% a luglio, dato oltre le attese appeared first on Websim Action. PharmaNutra è sotto i riflettori.L’azienda nutraceutica, leader nel settore dei complementi nutrizionali di ferro, ha comunicato che nel solo mese di luglio le vendite relative al mercato italiano hanno superato i 200mila pezzi, segnando una crescita del +23% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.Il Presidente Andrea Lacorte ha così commentato, “i dati sono oltre le aspettative, siamo molto soddisfatti”.Gli ottimi risultati delle vendite confermano quanto già annunciato con l’anticipazione dei ricavi consolidati preliminari del primo semestre 2018, che evidenziavano una crescita di circa il 20% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il Gruppo PharmaNutra ha lanciato sul mercato quattro nuovi prodotti nel primo semestre 2018.Inoltre, in occasione della Convention Nazionale in programma dall’11 al 14 settembre a San Vincenzo (Li), il Gruppo presenterà una serie di ulteriori, significative novità,…

DOMINION HOSTING HOLDING – Nuovo record di fatturato in Croazia
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Dominion Hosting Holding, gruppo che ha l’obiettivo di creare la piattaforma internet dei mercati emergenti europei, tra i titoli sotto la lente di oggi. La società ha reso noto che la controllata in Croazia, ha registrato un + 5% crescita delle vendite lorde nel secondo trimestre 2018, passando da 492mila a 517mila euro. Uno degli elementi… The post DOMINION HOSTING HOLDING – Nuovo record di fatturato in Croazia appeared first on Websim Action. Dominion Hosting Holding, gruppo che ha l’obiettivo di creare la piattaforma internet dei mercati emergenti europei, tra i titoli sotto la lente di oggi. La società ha reso noto che la controllata in Croazia, ha registrato un + 5% crescita delle vendite lorde nel secondo trimestre 2018, passando da 492mila a 517mila euro. Uno degli elementi chiave che hanno guidato la crescita di DHH Croatia durante lo scorso anno è stata l’acquisizione di Studio4Web. Inoltre, la società si è concentrata sul miglioramento della piattaforma e sugli investimenti nelle attività di marketing, aumentando la presenza sui social media. Un altro sviluppo positivo ha riguardato l’introduzione di nuovi servizi a pagamento per i clienti, in particolare l’ottimizzazione di WordPress e l’aggiornamento di WordPress. La notizia si aggiunge ai dati provenienti dalla…

ENERGICA MOTOR – Si rafforza nei Paesi del Golfo
Finanza/Economia / 31 agosto 2018

Energica Motor Company, produttore di moto elettriche ad elevate prestazioni, sotto i riflettori in apertura. La società ha reso noto di avere  raggiunto un importante accordo commerciale estero con R&O Trading Company, nuovo importatore per i Paesi del Golfo (GCC). Il nuovo partner, sito in Kuwait, sarà il punto di riferimento per tutta la regione… The post ENERGICA MOTOR – Si rafforza nei Paesi del Golfo appeared first on Websim Action. Energica Motor Company, produttore di moto elettriche ad elevate prestazioni, sotto i riflettori in apertura. La società ha reso noto di avere  raggiunto un importante accordo commerciale estero con R&O Trading Company, nuovo importatore per i Paesi del Golfo (GCC). Il nuovo partner, sito in Kuwait, sarà il punto di riferimento per tutta la regione mediorientale che comprende i seguenti paesi: Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman e Qatar. Energica con i paesi della Gulf Cooperation Council annovera alla propria rete vendita una nuova area ad alto sviluppo tecnologico. L’attenzione verso i veicoli elettrici sta emergendo in maniera sempre più crescente nei Paesi del Golfo: diversi stati dell’area stanno investendo risorse sia sulla sulla ricerca che sulla produzione. Ricordiamo che a inizio agosto la società ha chiesto…